© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Prima pagina ♥ » Salute » Da Cosa Dipende La Sudorazione Notturna E Cosa Fare

Da Cosa Dipende La Sudorazione Notturna E Cosa Fare

Introduzione alla sudorazione notturna

I medici di base spesso hanno pazienti che si lamentano di soffrire di sudorazione notturna, in quanto questa è una condizione comune. Alle volte si suda copiosamente con qualsiasi parte del corpo. Altre, invece, può verificarsi una prevalenza di sudore in zone come: torace (zona petto, per intenderci), testa e collo, schiena, ascelle, gambe, mani e piedi.

Ma cosa si intende per sudorazione notturna?

Per sudorazione notturna si intende qualsiasi eccesso di sudorazione che accade di notte.
Ad ogni modo, se il letto è troppo caldo o ci sono troppe coperte, è normale sudare nel sonno.

Quando “sudare la notte” diventa un problema per la salute?

La sudorazione notturna diventa un fattore medico quando la sudorazione non è legata a fattori ambientali e climatici.

In uno studio eseguito su 2267 soggetti, il 41% ha dichiarato di aver sofferto di sudorazione notturna nell’arco del mese precedente, è quindi chiaro che la percezione di sudare durante la notte è piuttosto comune. E’ importante sottolineare che le vampate di calore possono essere difficili da distinguere dalla vera sudorazione notturna.

[Nota] Rivolgersi al medico se il disturbo si presenta con una certa regolarità; se non si riesce più a riposare bene; se si soffre contestualmente di febbre; se si accusa una perdita di peso immotivata.

Quali sono i sintomi della sudorazione notturna?

Oltre al classico sudore eccessivo, in base alla causa primaria della sudorazione notturna, possono verificarsi altri sintomi associati, ad esempio:

– In caso di infezioni o tumori, la sudorazione può essere associata a febbre;
– Si possono verificare brividi e agitazione;
– In caso di tumori come linfoma, può verificarsi una inspiegabile perdita di peso;
– In caso di menopausa, la sudorazione notturna è un tipico sintomo della condizione, spesso associata a secchezza vaginale, vampate di calore diurne e sbalzi di umore.

[Leggi anche] Menopausa: 11 Integratori Per Alleviare I Sintomi.

– La sudorazione notturna può anche verificarsi come effetto collaterale di un farmaco, e può essere accompagnata da altri effetti, a seconda del medicinale.

[Nota] Le condizioni che provocano un aumento generale della sudorazione causeranno un aumento della sudorazione in altri orari della giornata.

Quali sono le cause di sudorazione notturna in donne, uomini e bambini?

Le cause della sudorazione notturna possono essere svariate. Per trovare la causa, il medico deve esaminare con cura la cartella clinica del paziente per individuare la condizione medica che provoca l’eccesso di sudorazione durante la notte.

In ogni caso alla base di una sudorazione notturna eccessiva potrebbero esserci dei problemi:

○ dovuti all’assunzione di particolari farmaci (es, antidepressivi, terapie ormonali o ipoglicemizzanti);
○ d’ansia;
○ organici quali le neuropatie del sistema autonomo;
○ d’infezioni;
○ attribuibili alla tiroide (leggi, Sintomi Della Tiroide Che Non Funziona Bene);
○ di menopausa;
○ legati ad eventuali neoplasie (cancro e tumori).

Vediamo alcune possibili cause di sudorazione notturna nel dettaglio.

Può capitare di sudare tanto in prossimità del ciclo (prima o dopo) e durante una gravidanza o dopo il parto?

sudorazione notturna donneSì, le donne sono molto spesso colpite da eventi di sudorazione notturna eccessiva sia che il loro orologio biologico si stia avvicinando alla menopausa (e ne parleremo meglio nel paragrafo successivo) o sia in prossimità del ciclo.

Purtroppo anche durante una gravidanza e persino dopo il parto (in allattamento) possono presentarsi situazioni di sudorazione continua.

In quasi tutti i casi si tratta di un imprevisto fisiologico dovuto al calo di estrogeni e quindi allo sbalzo ormonale che ne consegue. Un eventuale dosaggio ormonale potrebbe fare maggiore chiarezza.

Tuttavia è anche vero che in determinate situazioni – come in prossimità del ciclo mestruale – si potrebbero acuire delle problematiche altrimenti latenti. Quindi un maggiore stress ossidativo, l’aumentato rilascio di istamina ed altri mediatori potrebbero smascherare delle problematiche che poi porterebbero il soggetto a sudare tantissimo durante il sonno.

Menopausa e sudorazione eccessiva

In periodo di menopausa si possono verificare vampate di calore durante la notte con conseguente sudorazione. Questo evento è piuttosto comune nelle donne in perimenopausa.
Le vampate di calore e anche altri sintomi della perimenopausa possono precedere la menopausa reale anche di diversi anni.

[Approfondimento] Perimenopausa: Guida Completa.

Altri disturbi ormonali e sudore

La sudorazione notturna o le vampate di calore possono essere causate da disturbi ormonali, come il feocromocitoma (un tipo di tumore che colpisce la ghiandola surrenale, che produce in eccesso ormoni noti come catecolamine), la sindrome carcinoide (sovrapproduzione di alcuni ormoni causata da tumori del polmone o del sistema gastrointestinale), e ipertiroidismo (livelli eccessivi di ormoni tiroidei).

Iperidrosi idiopatica

Con iperidrosi idiopatica si indica la condizione in cui il corpo produce cronicamente troppo sudore senza alcuna causa medica identificabile.

Infezioni che portano a sudorazione notturna

La tubercolosi è classicamente associata a sudorazione notturna.

In generale tutte le infezioni batteriche possono causare sudorazione notturna, ad esempio:

– endocardite (infiammazione delle valvole cardiache);
– osteomielite (infiammazione delle ossa a causa di infezione);
– ascessi (per esempio, foruncoli, appendicite, tonsillite, peritonsillite, diverticolite);
– Virus dell’AIDS (HIV – leggi, I 16 Sintomi Dell’HIV);

Cancro e sovrapproduzione di sudore

La sudorazione notturna può essere un sintomo di cancro. Il linfoma è il tipo di cancro più frequentemente associato a sudorazione notturna. Spesso in aggiunta si verificano anche altri sintomi come febbre e calo ponderale.

Farmaci e quel fastidioso effetto collaterale: la sudorazione notturna

Determinati farmaci possono causare sudorazione notturna. In assenza di altri sintomi o segni di infezione o tumore, spesso la causa della sudorazione è un farmaco.

I farmaci antidepressivi spesso causano sudorazione notturna. Gli antidepressivi triciclici, gli inibitori della ricaptazione della serotonina (SSRI), e i farmaci più recenti, Venlafaxina (Effexor) e Bupropione (Wellbutrin) possono causare sudorazioni notturne come effetto collaterale, con una gamma di incidenza dal 8% al 22% delle persone che assumono farmaci antidepressivi.

Anche alcuni farmaci psichiatrici sono stati associati a sudorazioni notturne.

Non vanno trascurati neppure i farmaci per abbassare la febbre (antipiretici) come l’aspirina e acetaminofene/paracetamolo (Tachipirina), che a volte provocano sudorazione.

Altri tipi di farmaci possono causare vampate (arrossamento della pelle) che, come già detto, possono essere confuse con sudorazioni notturne. Alcuni dei molti farmaci che possono causare vampate comprendono:

– niacina (Niacor, Niaspan, Slo-niacina);
– tamoxifene (Nolvadex);
– idralazina;
– nitroglicerina;
– sildenafil (Viagra).

Anche altri farmaci come cortisone, prednisone e prednisolone, possono provocare vampate di calore notturne.

Ipoglicemia e produzione eccessiva di sudore

Talvolta un basso livello di glucosio nel sangue (ipoglicemia), può causare sudorazione.

Nelle persone che assumono insulina o farmaci anti-diabetici orali si potrebbe verificare un calo glicemico con conseguente sudorazione.

Come l’alimentazione e quello che mangiamo influisce sulla sudorazione

Quello che ingeriamo può influenzare la sudorazione.

Infatti mangiare parecchi grassi, fare pasti abbondanti o costituiti da sole proteine animali è stato correlato ad una eccessiva produzione di sudore durante la notte.

In parte il problema può essere attenuato idratando l’organismo con l’assunzione di molta acqua (leggi, Idratazione: Un Ruolo Fondamentale Nella Dieta).

Si suggerisce quindi l’assunzione di uno stile di vita sano caratterizzato da pasti leggeri, non troppo caldi e/o piccanti.

Vanno evitati alcol, caffè e sigarette (almeno prima di mettersi a letto).

[Curiosità] DIMMI COSA MANGI E TI DIRO’ COME DORMI!

Condizioni neurologiche come causa di una incontrollata sudorazione

Talvolta specifiche condizioni neurologiche possono essere la causa di una eccessiva e incontrollata sudorazione, anche notturna. Ad esempio:

– disreflessia autonomica;
– siringomielia post-traumatica;
– ictus (leggi, Capire L’Ictus – Aneurisma Cerebrale);
– neuropatia autonomica.

Come comportarsi in caso di sudorazione notturna nei bambini

sudorazione notturna bambiniCapita molto spesso che i bambini sudino parecchio durante la notte.

Il più delle volte la sudorazione notturna è riconducibile a dei sogni movimentati elaborati nella fase REM del sonno, quella nella quale si muovono rapidamente gli occhi e nella quale si va incontro a variazioni corporali fisiologiche come irregolarità cardiaca, respiratoria e variazioni della pressione arteriosa.

Un altro aspetto da considerare è l’alimentazione dei bambini: andrebbero evitate le scorpacciate notturne di carboidrati e zuccheri.

Altri fenomeni comuni nei più piccini sono le infezioni (soprattutto) respiratorie; la mononucleosi; la febbre; l’ipertiroidismo; il reflusso gastroesofageo e tutti possono causare un’abbondante sudorazione notturna.

[Avvertenze] Nel caso in cui la sudorazione notturna si prolungasse sarebbe prudente far fare al bambino una visita pediatrica.

Trattamenti, cure e terapie per le sudorazioni notturne

La sudorazione notturna viene trattata a seconda della causa scatenante.

Essa spesso è un innocuo fastidio, talvolta invece è sintomo di una condizione patologica. Chi soffre di sudorazione notturna inspiegabile dovrebbe rivolgersi al medico per eradicare il problema scatenante.

In tutti i casi è possibile trattare il “sintomo” sudore seguendo alcune strategie.

La prima è quella di usare dei farmaci adatti noti con il nome di antisudoriferi o anti-traspiranti o antidròtici o antidiaforetici. La loro formulazione prevede comunemente delle soluzioni di cloruro di alluminio esaidrato al 10%-25% da applicare direttamente sulla pelle. Si tratta della tipica cura da prima linea per bloccare la sudorazione localizzata, grazie alla loro proprietà di ostruire meccanicamente i pori della pelle. Vanno usati dalle 3 alle 7 volte a settimana; meglio se prima di coricarsi.

[Nota] Gli antisudoriferi possono irritare la pelle e rovinare gli abiti se usati in quantità massicce.

Esistono dei prodotti antisudorifici naturali indicati per la sudorazione notturna?

Sì, esistono degli antisudorifici naturali. Un esempio son quelli a base di salvia. Essi possono essere introdotti nell’organismo attraverso la bocca sotto forma di tisane o gocce da aggiungere ad un bicchiere d’acqua. Si possono acquistare anche delle polveri o delle perle a base di salvia.

[Leggi] Oli Essenziali Di Salvia e Salvia Sclarea: Consigli Uso.

Un ulteriore trattamento contro la sudorazione notturna è la ionoforesi: trattamento con il quale si immette un farmaco nell’organismo da curare per via transcutanea attraverso una corrente continua (corrente galvanica) o pulsata fornita da un generatore. In molti la definiscono iniezione “senza ago”. Nel caso specifico, per curare l’eccessiva sudorazione, non si usano farmaci ma della semplice acqua che, attraverso l’interazione con il flusso di corrente (preferibilmente pulsata), ispessisce microscopicamente lo strato più esterno della pelle, riuscendo così a ridurre la sudorazione.

Solitamente occorrono dai 5 ai 20 trattamenti, più frequenti nella fase iniziale e a cadenza settimanale nella fase successiva.

Altri farmaci che potrebbero rilevarsi utili contro la sudorazione notturna sono gli anticolinergici [glicopirrolato – (Robinul)] , capaci di antagonizzare gli effetti fisiologici dell’acetilcolina. Essi inibiscono indiscriminatamente la stimolazione delle ghiandole sudoripare e questo potrebbe portare ad effetti collaterali come una spiccata secchezza delle fauci, una alterazione della minzione, disturbi all’occhio, vertigini.

Esistono dei rimedi naturali per la sudorazione notturna?

Sì, alcuni rimedi naturali per trattare l’eccessiva sudorazione prevedono di:

» fare a fette un limone e strofinarlo sulla pelle. Lasciarlo riposare per 15 minuti circa e poi sciacquare;

» preparare un pratico deodorante naturale usando un flacone spray vuoto da riempire con acqua e 2/3 gocce di olio di tea tree;

» strofinare un batuffolo di cotone, imbevuto in aceto di mele, sulla pelle;

» preparare una pasta di noci e foglie di eucalipto macinate assieme. Spalmatela sulla pelle e lasciate ad agire per circa 10 minuti. In fine sciacquarsi;

» consumare delle tisane rilassanti come quelle a base di camomilla, fiori d’arancio, fiori di bach, isoflavoni della soia (informati sulla soia, controindicazioni soia) e dei legumi, passiflora, valeriana, verbena;

» usare delle tecniche per rilassarsi;

» fare attività fisica costantemente durante la settimana;

» mantenere la temperatura della stanza sotto i 18-20 °C e indossare biancheria in fibra naturale e non troppo aderente.

[Può esserti utile?] Problemi Di Sudore? Ecco Come Affrontarli.

Autore | Viola Dante

© RIPRODUZIONE RISERVATA

» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Da Cosa Dipende La Sudorazione Notturna E Cosa Fare
4.94 (98.89%) 18 voto/i
caricamento...
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Da Cosa Dipende La Sudorazione Notturna E Cosa Fare
4.94 (98.89%) 18 voto/i
caricamento...

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo dal 2003 al 2008. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali.

Prova anche

Palmitoiletanolamide pea

Palmitoiletanolamide (PEA): Antidolorifico, Antinfiammatorio – Integratore Alimentare

PALMITOILETANOLAMIDE – E’ stata scoperta nel 1957 e il Premio Nobel Prof.ssa Rita Levi Montalcini …

Iscriviti Alla Newsletter Della Salute

Da oggi puoi ricevere GRATIS gli ultimi articoli pubblicati su Salute e Benessere direttamente nella tua casella di posta elettronica.

Se ti son piaciuti i temi da me trattati e la qualità del lavoro svolto, torna a trovarmi quando pubblicherò un nuovo approfondimento sulla salute ed il benessere.

Tu, ti iscrivi. 
Io ti mando le novità appena pubblicate, così che anche tu possa partecipare alla discussione!
La tua migliore email...