© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Prima pagina ♥ » Salute » Menopausa E Vampate Di Calore

Menopausa E Vampate Di Calore

Tra i sintomi più frequenti della menopausa e perimenopausa vi sono le cosiddette vampate di calore.
Esse colpiscono circa due terzi delle donne americane in perimenopausa e praticamente tutte le donne in menopausa.

Cos’è una vampata di calore?

La vampata di calore si verifica come un forte senso di calore, accompagnato talvolta da rossore al viso e sudorazione. La causa delle vampate di calore non è chiara, ma probabilmente è legata ad una variazione della circolazione sanguigna.

Durante le vampate di calore i vasi sanguigni vicini alla superficie della pelle si dilatano per raffreddare la temperatura. Vi può essere anche sudorazione per raffreddare il corpo; alcune donne hanno tachicardia o brividi.

Le vampate di calore possono arrivare anche di notte, con abbondante sudorazione, e possono disturbare il sonno.

Per quanto tempo si hanno le vampate di calore?

Le vampate di calore variano da donna a donna. Alcune donne hanno vampate solo nei primi periodi della menopausa, altre le sperimentano per il resto della vita. Tendenzialmente però, le vampate si riducono col passare degli anni.

Le vampate di calore si possono prevenire?

Difficilmente le vampate di calore si possono evitare, vi sono tuttavia dei piccoli accorgimenti che si possono seguire per limitarne gli effetti. In particolare, è consigliabile evitare:

» Caffeina
» Alcool
» Stress
» Cibi piccanti
» Abiti stretti
» Calore
» Sigarette

Altri suggerimenti utili per limitare gli effetti delle vampate di calore sono:

– Mantenersi fresche. Mantenere la camera da letto fresca durante la notte, utilizzare ventole durante il giorno. Indossare abiti leggeri e traspiranti.
Provare la respirazione addominale lenta (da 6 a 8 respiri al minuto). Eseguire la respirazione 15 minuti al mattino e 15 alla sera, e ogni volta che si verifica una vampata di calore.

– Fare attività fisica. E’ molto utile fare passeggiate, nuotare, andare in bicicletta o fare danza.

– Utilizzate cuscini freschi. Mettere un cuscino fresco sotto la testa mentre si dorme può alleviare le vampate di calore.

– Consultate il medico riguardo la terapia ormonale sostitutiva, per breve durata (meno di 5 anni). Questa terapia può alleviare le vampate di calore, inoltre può aiutare a controllare altri disturbi della menopausa, come gli sbalzi d’umore e la secchezza vaginale.
Quando si interrompe la terapia ormonale sostitutiva, le vampate di calore possono tornare.
La terapia può avere effetti collaterali, come coaguli del sangue e infiammazione della colecisti.
Esistono altri trattamenti alternativi che si possono utilizzare. Consultare il medico prima di assumere qualsiasi integratore o farmaco, anche da banco.

I trattamenti che non richiedono ricetta medica sono:

– Integratori di vitamina B
– Integratori di vitamina E
– Ibuprofene

Tra i farmaci che richiedono ricetta medica vi sono:

– Terapia ormonale sostitutiva
– Antidepressivi leggeri ad esempio la fluoxetina (Prozac), Paroxetina (Paxil), o Venlafaxina (Effexor)
– Clonidine, un farmaco per la pressione del sangue
– Brisdelle, un medicinale apposito per le vampate di calore
– Gabapentin
– Duavee, una pillola a base di estrogeni e bazedoxifene studiata per trattare le vampate di calore

Esistono terapie alternative per alleviare le vampate di calore?

Alcuni preparati a base di erbe sembrano utili per trattare le vampate di calore, ma sono necessari ulteriori ricerche per stabilirne la reale efficacia.

Dal momento che le erbe e altri vegetali possono interagire con i farmaci, è opportuno consultare il medico prima di assumere qualsiasi integratore o prodotto erboristico.
In più, la produzione di tali integratori non è regolamentata, e quindi sussiste il rischio di assumerne in dosi troppo alte o troppo esigue.

I preparati che possono aiutare ad alleviare le vampate di calore sono:

– Prodotti a base di soia. La soia presenta degli estrogeni naturali che possono comportarsi in modo simile agli estrogeni presenti all’interno del corpo umano, alleviando le vampate di calore. Si raccomanda di assumere alimenti contenenti soia e non integratori di soia.

– Actaea racemosa . Questa pianta può essere utile nel trattamento rapido delle vampate di calore e della sudorazione notturna. Come effetti collaterali si possono avere disturbi gastrici.
– Olio di enotera. Viene spesso utilizzato per trattare le vampate di calore, anche se non esistono sufficienti studi per dimostrarne la validità. Come effetti collaterali si può avere diarrea e nausea. Evitare l’assunzione contemporanea con altri farmaci (es. fluidificanti del sangue)

– Semi di lino. Sembra riducano i sintomi della menopausa, anche se non vi sono ricerche che ne dimostrino la reale efficacia.

Consultare sempre il medico prima di assumere qualsiasi farmaco o integratore per le vampate di calore. Le vampate di calore sono spesso temporanee e possono essere gestite anche senza particolari cure.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Dai un voto al mio lavoro, per favore.
caricamento...
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Dai un voto al mio lavoro, per favore.
caricamento...

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo dal 2003 al 2008. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali.

Prova anche

Palmitoiletanolamide pea

Palmitoiletanolamide (PEA): Antidolorifico, Antinfiammatorio – Integratore Alimentare

PALMITOILETANOLAMIDE – E’ stata scoperta nel 1957 e il Premio Nobel Prof.ssa Rita Levi Montalcini …

Iscriviti Alla Newsletter Della Salute

Da oggi puoi ricevere GRATIS gli ultimi articoli pubblicati su Salute e Benessere direttamente nella tua casella di posta elettronica.

Se ti son piaciuti i temi da me trattati e la qualità del lavoro svolto, torna a trovarmi quando pubblicherò un nuovo approfondimento sulla salute ed il benessere.

Tu, ti iscrivi. 
Io ti mando le novità appena pubblicate, così che anche tu possa partecipare alla discussione!
La tua migliore email...