© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Salute e Benessere è uno spazio web curato dalla dott.ssa Viola Dante, che pubblica notizie ed approfondimenti su tutto quello che riguarda la salute ed il benessere psicofisico di uomo, donna e bambino. Hai bisogno d'aiuto?  Contattami : viola.dante@email.it o, se la pagina lo prevede, lascia un commento. Ti aiuterò personalmente il prima possibile – Dott.ssa Viola Dante =)
Breve messaggio di benvenuto (clicca qui).
Prima pagina ♥ » Salute » Dermatite Atopica: Fastidiose Macchie Rosse Sulla Pelle e Prurito

Dermatite Atopica: Fastidiose Macchie Rosse Sulla Pelle e Prurito

La dermatite è un problema quanto mai più frequente e fastidioso. Le cause non sempre sono chiare e puntuali. Tuttavia si tratta di un problema che si può contrastare efficacemente con una terapia farmacologica e qualche semplice strategia.

In questo articolo vi diremo cosa fare e soprattutto come farlo!

Caratteristiche generali

La dermatite si presenta più frequentemente nei bambini, ma deve essere chiaro che può presentarsi in tutte le sue forme anche nei soggetti più adulti. Solo il 3% degli italiani adulti ne è affetto, mentre nei bambini la frequenza è più alta: tocca un bambino ogni 10 circa. Bel il 90% dei casi si manifesta nei primi 5 anni di vita. E purtroppo ben il 40% dei bimbi affetti si trascina la dermatite anche in età adulta.

La dermatite atopica è una malattia infiammatoria cronica che crea non pochi problemi e disagi al malato.

Non è per nulla contagiosa e si manifesta con degli arrossamenti della pelle (vere e proprie chiazze rosse), delle desquamazioni della pelle (desquamazioni anche molto estese in zone come ginocchia, collo, incavo gomiti ed inguine). Tante volte è presente anche un fastidioso prurito che richiama le mani di chi ne soffre a grattarsi ancora ed ancora fino a farsi letteralmente male da produrre delle lesioni alla pelle, attraverso le quali possono svilupparsi altre infezioni. Il prurito può raggiungere livelli debilitanti. Non sono poi rari quei casi in cui il malato non riesce a dormire o a svolgere quelle che sono le sue normali attività lavorative o ricreative e quant’altro.

Cause della dermatite

La dermatite atopica è una malattia dovuta ad una eccessiva reattività immunitaria. Può essere dovuta ad una alterazione genetica della pelle o ad altri fattori.

Nel primo caso ci troviamo di fronte ad un quadro decisamente ereditario che impedirebbe alla pelle di svolgere la sua funzione di barriera nel trattenere i liquidi corporei e proteggere l’interno dell’organismo da tutti i patogeni e le sostanze chimiche presenti nell’ambiente esterno nel quale si vive.

Oltre alla questione genetica, che fa delle dermatite atopica una malattia ereditaria, non è facile trovarne una causa precisa. Tuttavia ci sono dei fattori che quasi sicuramente possono scatenare i sintomi:

♦ eccessiva esposizione della pelle all’acqua;
♦ eccessiva esposizione della pelle ai detersivi;
♦ eccessiva esposizione della pelle alla lana;
♦ eccessiva esposizione della pelle alle fibre sintetiche;
♦ situazioni emozionali particolarmente intense (soprattutto nei bambini che non possono ancora parlare, la pelle trasduce la necessità di dover comunicare un particolare disaggio emotivo);
♦ inquinamento atmosferico (la dermatite atopica si manifesta soprattutto nelle grandi città trafficate da auto e mezzi a ruota di ogni genere).

Domanda: E’ vero che la dermatite atopica si manifesta soprattutto in primavera?

Ni!
Diciamo che questa convinzione è dovuta al fatto che prima della primavera il corpo ha dovuto far fronte al lungo e duro inverno.
Oggi infatti si sa per sicuro che delle temperature fredde protratte per molti mesi mettono a dura prova la pelle, dando il via alla dermatite atopica.

Quindi la pelle va sempre coperta ed idratata sia in estate, ma anche in inverno!

Come scopro di soffrire di dermatite atopica? Ci sono degli esami da seguire?

Il più delle volte basta che il dermatologo si informi sulla storia clinica della paziente, faccia qualche domanda familiare (del tipo se si sono presentati casi di dermatite in passato in soggetti della propria famiglia) e soprattutto che osservi attentamente la pelle.

Più raramente si può ricorrere ad dei test allergologici: Prick test e Patch test.

Il Prick test consiste nel graffiare la pelle in modo da creare dei piccoli solchi da imbibire con dei sospetti allergeni. A seconda del graffio che si arrossa e si gonfia si è capaci di trovare un determinato allergene.

Attraverso il Patch-test, invece, si applicano sulla schiena di un soggetto dei cerotti che contengono dei composti che potrebbero indurre una allergia (logicamente se la persona in questione è predisposta). Solitamente il tempo della esposizione è di circa 48 ore o 72 ore. Nel caso di formazione di macchie rosse sulla pelle, vesciche e prurito, il paziente può definirsi allergico.

Vi sono anche degli esami del sangue con i quali si fa una conta delle IgE – immonoglobuline E, anticorpi che il corpo produce tutte le volte che viene a contatto con dei possibili allergeni. Purtroppo questo tipo di analisi non dice nulla sulla sostanza che potrebbe scatenare la dermatite. Però rivelano la tendenza ad essere allergici.

La Prevenzione

La migliore forma di prevenzione è sicuramente associata ad una opportuna dieta e ad una igiene inappuntabile. E’ molto importante per evitare le ricadute e soprattutto fare in modo che non siano così violente e pruriginose.

Vedremo di stilare una classifica di ciò che andrebbe fatto:

1) Attente al freddo e al caldo. Il freddo secca la pelle e la irrita. Mai esporsi direttamente al vento freddo. Coprirsi bene in inverno è una regola d’oro. Ma anche il caldo potrebbe essere un problema. In particolare il sudore farebbe aumentare il prurito con successiva comparsa di eruzione cutanee rossastre, soprattutto zona collo.

2) Come lavarsi? Mai e poi mai bisognerebbe passare il sapone o delle spugne ruvide sulle parti arrossate. L’acqua non deve essere troppo calda, ne fredda. Meglio usare più acqua e meno sapone. Dopo il lavaggio bisogna asciugarsi senza strofinare la pelle, ma tamponando. Inoltre applicate sulla pelle una crema idratante.

3) La dieta. Soprattutto nei bambini più piccoli l’alimentazione può aumentare i rischi di dermatite atopica. Latte, uova, grano, pesce e soia sono i prodotti maggiormente sospettati.

4) L’ambiente dove si vive deve essere facile da pulire. Niente tendaggi o carte e tessuti che possano in qualche modo trattenere la polvere. Le stanze devono essere ben areate.

5) Vestiti. Le fibre naturali vanno sempre preferite ai materiali sintetici: cotone e lino su tutti. Meglio se i tessuti sono colorati chiari. Le tinte scure, infatti, possono irritare la pelle più facilmente. Il diavolo sta nei dettagli. Attente anche a bottoni, cerniere, elastici, cinture e quant’altro possa contenere materiali che scatenino la dermatite: alcune gomme ed il nichel, ad esempio

6) Gli animali. Chi soffre in maniera ricorrente di dermatite non dovrebbe tenere in casa degli animali. Specie se a pelo lungo. La forfora del gatto (e non il suo pelo) è uno dei motivi scatenanti di allergia più comuni.

I rimedi contro la dermatite

Cosa fare per lenire il fastidio ed il rossore di una dermatite?

Sicuramente ci sono dei farmaci che funzionano molto bene. Ma prima di ricorrere ad essi bisogna fermarsi e pensare. Le domande da porsi sono:

♣ Che età ha il soggetto malato?
♣ Ci sono delle lesioni? Se sì, dove sono localizzate e quanto sono vaste?
♣ E’ presente del prurito? E’ intensa come sensazione?
♣ La pelle è evidentemente secca?

E’ importante farsi questo esame di coscienza prima di metter mano a farmaco, perchè a seconda dell’entità della manifestazione della dermatite è opportuno protendere per un farmaco piuttosto che un altro.

Farmaci

Ad esempio esistono dei cortisonici topici usati per ridurre l’infiammazione ed il prurito, che molte volte sono sufficienti per controllare i sintomi della dermatite atopica.

A seconda del principio attivo e della sua percentuale all’interno del medicamento è possibile distinguere diversi farmaci.

Un prodotto farmaceutico di media potenza è solitamente in grado di controllare adeguatamente le lesioni della pelle.

Importante: è obbligatorio controllare a 360 gradi i sintomi prima di sospendere la cura.

Un farmaco di recente introduzione è l’immuno-modulante, tacrolimus e pimecrolimus, capace di svolgere attività antiinfiammatoria e anti-prurito con pochissimi e molto scarsi effetti collaterali. E’ auspicabile farne uso quando la dermatite affligge zone del corpo delicate come viso, collo.
Ma si rivela molto utile anche quando il cortisone è poco efficace nel trattamento delle dermatiti croniche.

Creme

Oltre ai farmaci si possono usare anche delle creme idratanti ed emollienti che combattono la secchezza della pelle che siano stati studiati e realizzati appositamente per combattere la dermatite atopica e perchè abbiano un altissimo profilo di tollerabilità.

Vanno usate durante e dopo la fase acuta della malattia.

Fototerapia

E’ vero che la dermatite guarisce prendendo il sole?

Sì.
Se non si esagera, grazie ai raggi ultravioletti sprigionati dal sole, la dermatite atopica può guarire o comunque migliorare.

Autore | Viola Dante

© RIPRODUZIONE RISERVATA

» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Prova anche

obesità

Obesità, Dalla A Alla Z. Scopri Se Sei A Rischio e Come Intervenire

41 Commenti

  1. Questa relazione mi è stata molto utile.
    Ciao Viola, ho letto il tuo articolo riguardante la dermatite atopica, io sono una ragazza di 25 anni che soffre almeno per quanto detto dalla dermatologa di Rosacea acneica, volevo chiederti un consiglio e spiegarti in maniera più dettagliata la mia situazione, per iniziare io non soffro di un vero e proprio acne, in realtà ho qualche puntino rosso qua e la sulle guance ma la parte acneica in realtà sono piccole vescichette rosate che mi fanno molto prurito sulle guance soltanto, e se mi grato (sbaglio lo so, ma per fortuna il più delle volte mi astengo)esce solo una acquetta trasparente. Ho usato una crema Sam con principio attivo il metronidazolo che un po’ mi ha aiutato all’inizio tre anni fa, avevo fatto la cura ciclica adatta ma una volta finita non la uso più frequentemente perché cmq è antibiotico e penso non va bene.
    Tutte le creme che cerco per idratare la pelle mi fanno peggio perche se contengono olii o acido ialuronico mi creano piccole postule proprio e quindi peggioro la situazione sul mio viso, idem con le protezioni solari. Insomma me la passo spruzandomi acqua termale avene e basta per idratare la pelle ma cmq è poco!
    La mia richiesta era se conosci qualche crema che mi possa idratare la pelle, e se secondo te in base alla tua esperienza quello che ho è davvero rosacea acneica?
    Grazie per il tempo che mi dedichi ti auguro buona giornata.

    • Elena Amato

      ciao Katherine, e grazie per il tuo commento.

      Recentemente una mia lettrice aveva il tuo stesso problema, e girando per vari specialisti, tra cui dermatologo e ginecologo, ha scoperto che la causa di rosacea acneica, caratterizzata dalla presenza di tanti piccoli puntini rossi alla base delle guance era l’ovaio policistico.

      Ha risolto il suo problema iniziando a prendere la pillola anticoncezionale.

      Ti consiglio di rivolgerti a un ginecologo e fare un’ecografia alle ovaie per confermare o escludere tale ipotesi.

      Cordiali saluti
      Dott.ssa Elena Amato

  2. Salve,
    Sono F. M., e sono 5 anni che ormai che si formano delle macchie sulla pelle, riesco a curarle solo con cortisone, ma non e mai stata trovata la causa.
    Quando spariscono, poi tornano sempre sulla stessa zona e prudono.
    Vorrei un aiuto per trovare la causa o per non farle tornare.
    Saluti M

    • Elena Amato

      Buonasera F. M. e grazie per il tuo commento.
      Per poterla aiutare al meglio mi servirebbe che lei mi descriva in modo più dettagliato la forma, il colore, la grandezza e la localizzazione delle macchie.
      Aspetto la tua risposta per poterti aiutare al meglio.
      Cordiali saluti
      Dott.ssa Elena Amato

  3. Buongiorno dott.ssa Viola Dante
    Le espongo il mio problema,comincio con prurito e macchie rosse in tutto il corpo,piu leggero alla sera, e il suo sfogo completo il giorno dopo,un intenso prurito speccialmente nel palmo delle mani e dei piedi,e una intensita di macchie rosse su tutto il corpo , braccia ,gambe pancia ,fianchi. Andai dal medico che mi disse che avevo una intossicazione alimentare provocata da qualche alimento,ma non ho nessun altro sintomo ne diarea,ne mal di stomaco,o febbre,come comporta questo problema. Mi fece fare l analisi del sangue, le riporto l esito (RISULTADO , CONTEO DE EOSINOFILOS RESULTADO 277 MM3,,VALOR DE REFERENCIA HASTA 340 MM3)e mi ordino delle pastiglie LORATADINA e BRONAL 20 e di seguire una dieta leggera per una settimana.Il giorno dopo mi erano sparite al 90 % tutte le chiazze rosse ,e rimaneva solo un leggero prurito al palmo delle mani e ai piedi. Lei cosa ne pensa,poteva essere una intossicazione ? La rigrazio della sua gentile risposta. Giuseppe, Dominican Republic

    • Buonasera Giuseppe e benvenuto,

      » sì, sfoghi cutanei come macchie rosse, eritemi o bolle possono essere causati da intolleranze alimentari.

      Non è affatto raro che delle allergie alimentari o intolleranze alimentari causino PRURITO E DERMATITE.

    • Spett.Dott.ssa Viola Dante

      La ringrazio molto della sua premura nel rispondermi
      Saluti
      Giuseppe
      Dominican republic

  4. Salve dott.ssa,da circa 4-5 mesi sto avendo dei problemi per quando riguarda delle macchie rosse sotto le ascelle e qualcuna anke all’inguine dove portano tanto prurito,ho usato creme idratanti e creme al cortisone dove ne ho visto la scomparsa,ma è bastato poco tempo ke sono ricomparse,può aiutarmi a capire di cosa si tratti? Grazie mille

    • Elena Amato

      Buonasera Francesco, e grazie per il suo commento.
      Da quello che mi comunica col suo commento, mi sembra di intendere che lei sia affetto da una condizione chiamata intertrigine, un’infezione non infettiva causata dallo sfregamento di due lembi di pelle che entrano in contatto.
      Lo sfregamento crea delle lesioni e ciò, insieme al sudore, offre un terreno fertile per l’attecchimento di microrganismi che innescano la reazione infiammatoria.
      A seconda delle cause scatenanti, l’intertrigine può manifestarsi con diversi sintomi quali prurito, bruciore, dolore e formicolio e segni clinici quali arrossamento, essudazione, fissurazioni ragadiformi e secrezioni maleodoranti dovuti alla macerazione della cute delle aree calde e umide, quali ascelle e inguine, maggiormente sottoposte a sfregamento. Eccessiva sudorazione, sovrappeso e/o insulino-resistenza sono cause che rendono gli individui più suscettibili a questa condizione; anche se può colpire anche sportivi. Anche un eccesso di igiene (tantissimi lavaggi al giorno con saponi aggressivi) può influenzare la presenza di quei microrganismi “buoni” in grado di difendere la nostra pelle dall’insorgenza di infezioni microbiche e favorire lo svilupparsi di quelle specie dannose, come la candida o Pseudomonas aeruginosa, che causano l’intertrigine.
      E’ questo il motivo per cui lo disturbo si ripresenta quando smette di applicare le creme al cortisone. Con l’aiuto del suo medico, dovrebbe rilevare quale microrganismo causi la sua infezione e dopo ciò scegliere il trattamento più adeguato per combattere questa infezione che causa l’intertrigine.
      Resto a sua completa disposizione per qualsiasi dubbio o chiarimento.
      Cordiali saluti
      Dott.ssa Elena Amato

  5. Buonasera,da circa un mese mi escono macchioline rosa pruriginose ormai su quasi tutto il corpo,all’inizio era una grossa macchia sulla schiena,forse madre,e che lavandomi l’ho “portata” ovunque,il medico di base mi ha dato una crema cortisonica da applicare per circa 10gg assicurandomi che da subito mi avrebbe tolto il prurito,invece niente,le macchie aumentano e il prurito pure,inizio a preoccuparmi e temo che prima o poi mi verranno anche sul viso. Ho preso appuntamento col dermatologo ma ovviamente i tempi sono biblici. Miky

  6. Ciao,
    Io ho 20 anni ed ho delle piccole macchie rossastre che mi causano molto prurito (ma non sempre),che escono e vanno vía e possono rimanere anche per più di due settimane alla volta. Sono andata dalla dermatologa ma non é riuscita a capire cosa fosse nonostante mi abbia fatto fare anche gli esami del sangue e la prova allergica. Potrebbe essere la dermatite atopica? Escono sempre allo stesso punto, precisamente sulla mano e sul polpaccio sinistro. O potrebbero anche uscire semplicemente a causa della pelle secca?

  7. salve mi chiamo leo sono 4 mesi che avverto prurito e arrossamento alle braccia ho provato di tutto ma e sempre la stessa cosa non so piu cosa fare al momento mi aiuto con leocrema per 2 o 3 ore sto bene poi ricomincia

  8. @Francesca: Ciao Francesca. In farmacia, ho visto spesso, consigliare Dexeryl. Tempo fa, leggevo su http://www.pelle-secca.it che è indicato per idratare la cute secca e allievare il senso di prurito, spesso causa di insonnia. Spero di esserti stato d’aiuto. Se hai altre domande, chiedi pure.

  9. Ciao ad me più di una settimana mi sono uscite delle macchie rosse sul corpo, come urticaria,puoi è cambiato e mi escono come macchie grande che mi prudono. Escono sia grande che piccoline.., quelle grande mi prudono tanto?

    • Elena Amato

      Ciao Ramy, benvenuto nel nostro blog.

      Per approfondire le cause del tuo disturbo e trovarne i rimedi posso girarti i seguenti link:
      Puntini Rossi Sulla Pelle: Quali Sono Le Cause?
      Come Ridurre Il Prurito Da Eczema?

      Prima di tutto cerca di evitare di grattare queste macchie e prova ad applicare su di essere una crema idratante. Qualora non riuscissi a ridurre la sintomatologia, ti consiglio di applicare una crema a base di idrocortisone da applicare esclusivamente sulle macchie.

      Grazie per averci scritto.
      Dott.ssa Elena Amato

  10. Salve sono una mamma di 29 anni da un mese o dei puntini rossi che man mano si sono ingranditi diventando dentro bianchi e all’esterno rossi. Li ho sul petto e sono pruriginose.. aiutatemi??

    • Sarà una allergia di sicuro….,prendi antistaminico!!!!

    • Elena Amato

      Ciao Irene, e benvenuta nel nostro blog.
      Innanzi tutto vogliamo porgerti i nostri più sinceri auguri per la nascita del tuo bambino/a.

      I puntini che ti danno tanto fastidio sono comuni nei primi mesi dopo il parto, ma ti tranquillizzo dicendoti che sono innocue per la tua salute, e che è una reazione più che normale causata dallo squilibrio ormonale della gravidanza, soprattutto dopo la prima.

      Per alleviare il tuo disturbo ti consiglio di evitare il più possibile di grattarle e di usare delle creme o dei bagnoschiuma idratanti per alleviare il disturbo.
      Per ridurre quasi completamente i sintomi si usano anche delle creme a base di cortisone, ma io ti consiglio di usare quelle a base di cortisonici di debole intensità come l’idrocortisone, e di applicarle solo nelle zone colpite.
      Infine, fra i vari trattamenti, figurano dei rimedi naturali che ti consiglio di provare, quali l’olio di oliva da applicare esclusivamente sulla pelle asciutta, l’olio di cocco da applicare due volte al giorno nelle zone colpite, e tantissimi altri rimedi naturali elencati nei link che ti sto girando.

      Puoi approfondire ulteriormente questa tematica tramite i seguenti link:

      http://www.eadv.org/patient-corner/leaflets/eadv-leaflets/polymorphic-eruption-of-pregnancy-pep/
      http://www.newkidscenter.com/PUPPS-Rash-Postpartum.html

      Grazie per esserti rivolta a noi tramite il tuo commento.
      Cordiali saluti

      Dott.ssa Elena Amato

  11. Salve, vorrei chiedere pareri e consigli sull’uso di Dexeryl. Ho letto che è molto utilizzato, in special modo, quando la pelle diventa secca a causa della dermatite atopica. Voi lo avete utilizzato, avete notizie in merito oltre a queste che si trovano su pelle secca.it Grazie a tutti

    • Elena Amato

      Salve Francesca, e benvenuta nel nostro blog.

      Hai detto bene, la crema Dexeryl è molto utilizzata. Questo perchè, grazie alla sua formulazione, composta da elementi in grado di idratare la pelle mediante più meccanismi, è in grado di intervenire su molteplici stati patologici della pelle, dalla disidratazione all’acne, così come la rosacea, duroni, psoriasi e dermatite atopica.
      Il primissimo componente idratante della formulazione è la glicerina, e in seguito gli altri eccipienti quali la vaselina e la paraffina liquida, dotati entrambi di una consistenza oleosa, sono in grado di formare uno strato barriera sulla pelle, bloccando in tal modo l’eccessiva traspirazione, e di conseguenza aumenta la naturale idratazione delle pelle.

      Per ulteriori informazioni ti consiglio di leggere la seguente pagina (mi dispiace che sia in francese, ma è l’unico che da informazioni più esaustive):
      http://www.doctissimo.fr/medicament-DEXERYL.htm (per la versione tradotta da google clicca qui)
      https://beautenotebook.wordpress.com/tag/dexeryl/ (per leggere la traduzione istantanea di google clicca qui)

      Spero che ti sia stata d’aiuto. Grazie per averci scritto.
      Dott.ssa Elena Amato

  12. Provate a seguire i consigli alimentari del dott PIERO MOZZI. Visto che nessun dermatologo si pone il problema delle CAUSE delle nostre dermatiti, provare a pensare che cio’ che si manifesta sulla pelle potrebbe dipendere da quello che IMMETTIAMO nel nostro organismo, compreso i medicinali tanto cari all’industria farmceutica. Auguri

  13. violi vittoria

    Salve io sono la mamna di una ragazzina di 12 anni..qualke mese fa finita l estate sono andata dal dermatologo perché aveva delle piccole macchie ke si screpolavano e poi si formava la crosta ma nn passavano mai..ho dato a questo dottore 100euro e lui mi ha dato la diagnosi di impetigine…cn le creme ke ci ha segnato sempre a pagamento della cifra di circa 15 euro ciascuna…cn queste sembrava ke davvero stavano facendo effetto ed il dottore ci aveca garantito ke sarebbero passate ma invece finita la cura ho dovuto rifare di nuovo la stessa cura di pomate per nn ritornare a dargli di nuovo 100euro ma ancora oggi mia figlia è rovinata e nn credo sia giusta la diagnosi ke le ha fstto quel medico ke nn vedeva l ora oltretutto di cacxiarci fuori dallo studio e sbrigarsi per andare via perché tanto ormai la quota era sicura…se posso mando una foto

    • Elena Amato

      Salve Vittoria, benvenuta nel nostro blog.
      Siamo molto dispiaciuti per la sua esperienza.

      La preghiamo di chiarire la Sua richiesta, in modo da permetterci di intervenire per aiutarla nel migliore dei modi a risolvere il suo problema.

      In attesa di una Sua risposta, Le porgiamo i nostri più cari saluti, ringraziandola sempre per essersi rivolta al nostro team.

      Dott.ssa Elena Amato

  14. Salve, sono una ragazza di 18 anni. pratico pattinaggio artistico molte ore al giorno e sono più di 4 anni che ho degli sfoghi sui piedi che prudono continuamente e mi sanguinano, procurandomi ferite abbastanza dolorose. ho sentito molti dermatologi ma nessuno è riuscito a curare o prevenire tutto ciò, se non con il cortisone o qualche pomata che non funziona. ora è qualche settimana che vedo apparire su altre parti del corpo le stesse bolle (braccia, viso, collo, spalle) che prudono insistentemente. aiuto che devo fare!?!

  15. Salve sono una mamma di un bimbo di due anni e mezzo ed è un po di tempo che a mio figlio gli escono macchie rosse screpolate CN prurito ma non tanto,dopo di che gli si forma una crosta e intorno rosso…ma soprattutto alle gambe e all’orecchio…ma e ank soggetto a pelle screpolate…grazie…

  16. Ciao a tutti… Ho 23 anni e ho la dermatite atopica da quando ho 11 mesi… Le prime volte finivo in ospedale e ne uscivo mummificata, piena di crema e bende…
    Fortunatamente ho sempre sopportato bene il prurito…
    Se da piccola mi riempivo ovunque, ora la dermatite mi viene in pochi e circoscritti punti: soprattutto negli spazi tra alcune delle dita, sul polso destro e sui tricipiti… Uso ancora come crema cortisonica il BIDIEN, abbastanza blando, lo usavo anche da molto piccola!
    Vorrei suggerire ai genitori, o a chi ha appena scoperto di averla di utilizzare il più possibile prodotti neutro che non siano troppo aggressivi sulla pelle, di asciugare sempre benissimo la pelle bagnata, di utilizzare prodotti come detersivi con guanti e protezioni per evitare la comparsa di questa belva!
    mi auguro che tutti i vostri bambini l’avranno sempre meno durante la crescita, come fortunatamente è successo a me!

    • Elena Amato

      Ciao Chiara, benvenuta nel nostro blog.

      Grazie per aver condiviso con noi la tua esperienza e per averci dato dei consigli preziosissimi che potranno essere sicuramente d’aiuto a persone che vivono la tua stessa esperienza.

      Torna presto a trovarci e a scriverci.

      Dott.ssa Elena Amato

  17. DOMENIC
    9 /4/2015
    o delle macchie rosse sulla fronte come dei cerchi e prurito più strofino e più fanno rosso sangue.E già da un anno che sopporto questo d inverno mi aiuto con un cappello e sto bene quanto esco ma fra un paio di mesi come faro a coprire il carnevale che o il fronte ditemelo voi.

  18. Buongiorno sarà circa un anno che ho macchie rosse solo sulle gambe ho provato creme antibiotiche sapone allo zolfo ma niente ….dovrei fare una visita dal dermatologo ? Grazie

    • Elena Amato

      Cara Monia, buongiorno e benvenuta nel nostro blog.

      I saponi allo zolfo sono indicati solamente nei casi in cui si ha un eccesso di sebo, quali brufoli, psoriasi pustulosa, dermatite seborroica, o più semplicemente quando si ha la pelle grassa. Nonostante i numerosi benefici, un utilizzo eccessivo di saponi allo zolfo può disidratare la pelle e renderla un migliore bersaglio da attacchi di batteri, funghi, smog, ecc..

      Riguardo il tuo utilizzo di antibiotici, questa crema ti è stata prescritta dal medico appositamente per questo? Non mi sembra il caso di abusare degli antibiotici, in quanto i batteri acquisiscono facilmente la resistenza ad essi, ed è meglio usarli solo quando si è certi di avere un’infezione batterica.

      Poichè le macchie rosse possono essere anche un sintomo di altre patologie, ritengo che dovresti andare dal dermatologo per fare degli esami specifici, e nel frattempo cercare di idratare la pelle con una comune crema idratante.

      Tienici aggiornati sulla tua situazione.
      Grazie per averci scritto.
      Dott.ssa Elena Amato

  19. salve mia figlia ha sei anni e da un paio di giorni gli spuntano delle macchie rosse in tutto il corpo e ha prurito e sopratutto in viso..ma poi dp un po ditempo le passano io l ho portata anke a l ospetale e mi hanno detto che dv fare le prove allergiche…pero mia filia soffre anche di pelle secca.quindi e conducibile a dermatite atopica?grazie

    • Se dovessero confermarti essere dermatite atopica non esitare e non tergiversare ma scegli subito a contatto con le zone della pelle degli indumenti dermasilk. Te lo suggerisco come mamma di un bambino atopico che tanto ha sofferto prima di scoprire l’esistenza di questi indumenti. Sono magliette, leggins e tubolari che mio figlio indossa come biancheria al posto di quella abituale in cotone. Il tessuto dermasilk è una fibroina di seta che fa bene alla pelle, la rimette in sesto, toglie il rossore e la idrata evitando la secchezza. Per le pelli ipersensibili è un toccasana. Te ne accorgerai subito che la tua bambina starà meglio.

    • Elena Amato

      Ciao Orazio, benvenuto nel nostro blog.
      Da quello che riesco a capire dal tuo racconto mi sembra proprio dermatite atopica: dà le macchie, il prurito e sono i bambini ad esserne più soggetti. Ti consiglio di idratare sempre la pelle della bambina, e di usare detergenti specifici.

      In ogni caso cerca di seguire il parere dei medici e di sottoporre tua figlia ai test allergici.

      Tienici aggiornati.
      Grazie per averci scritto.
      Dott.ssa Elena Amato

  20. mia madre ha belle bolle su tutto il corpo da ormai 1 mese. Sono rosse e hanno diverse misure e sono pruriginose. Siamo andati dal dottore ma non sa cosa sia, sono molto preoccupata. Q

  21. ho una figlia di 10 anni nata con dermatite atopica abbiamo patito le pene dell’inferno,una pediatra che x i primi mesi ci ha curato la figlia con farmaci sbagliatI.CI SIAMO RIVOLTI ad un’altra pediatra e cè l’ha salvata,ne sarò sempre grato. La cosa importante è vivere al mare ,lontano da inquinamento,fare il bagno alla bambina/o con acqua di mare( noi lo facevamo anche di inverno scaldando l’acqua del mare)e poi tanto,ma tanto sole idratare sempre la pelle, buona alimentazione e tutto si sistemerà credetemi

    • Elena Amato

      Buon pomeriggio Corrado, e benvenuto nel nostro blog.

      Grazie per averci scritto e grazie per aver condiviso con noi e i futuri lettori la tua esperienza, e sopratutto infinite grazie per i tuoi preziosissimi consigli, che potranno sicuramente essere d’aiuto a chi si trova nella stessa situazione.

      Torna a scriverci presto
      Dott.ssa Elena Amato

  22. Linda Carla

    Grazie dell’informazione, ma quando ti trovi a dover pagare privatamente dei dermatologi con acquisto di prodotti, senza un risultato, anzi con situazione peggiorata, cosa si può fare ?

    • Viola Dante

      Ciao Linda,
      puoi denunciarlo (se hai delle prove che lui ti abbia seguita e prescritto farmaci), ma il problema è che altri medici dovranno fare delle perizie e spesso si spalleggiano per non affossare troppo il collega.
      Inoltre non so incontro a quale risarcimento potresti andare. Quindi non so se il gioco valga la candela.
      Dovresti consultare un avvocato. Probabilmente potresti trovare sul web un forum ove porre la tua domanda ed ottenere maggiori dettagli.

    • Salve, sono la mamma di una bimba di 17 mesi. Mia figlia ha avuto la dermatite sul viso a 4/5 mesi dovuto a brodo di pollo che mia madre mi ha fatto mangiare per un po’ dicendo che avrei avuto più latte! 🤕 Ora la mia bimba ha ancora delle macchie chiare sulle guance, dove era stata colpita.. Essendo lei mulatta queste macchie si notano ancora di più. C è un prodotto che potrebbe togliere o alleviare queste macchie? Oppure con il sole e il trascorrere del tempo andranno via da sole? Grazie infinite,Marilena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *