© Tutti i diritti riservati e della Proprietà di salute-e-benessere.org

Prima pagina ♥ » Salute » DIABETE MELLITO: CIBI CONSIGLIATI E CIBI DA EVITARE

DIABETE MELLITO: CIBI CONSIGLIATI E CIBI DA EVITARE

Maria Bruno, Bari – Il diabete mellito (detto anche diabete di tipo 2) è un disturbo del metabolismo caratterizzato dall’instabilità del livello di glicemia nel sangue che spesso porta chi ne soffre a frequenti situazioni di iperglicemia o ipoglicemia. Questo disturbo tende a essere ereditario e, anche se le cause non sono ancora del tutto chiare, sembrerebbe decisamente legato all’alimentazione e allo stile di vita. Il diabete mellito può essere diagnosticato tramite analisi del sangue e delle urine.

SINTOMI DEL DIABETE MELLITO

• Sete continua ed eccessiva;
• Aumento dell’appetito;
• Sensazione di continuo affaticamento;
• Necessità frequente di urinare;
• Problemi legati alla vista;
• Sensazione di prurito.

Alla comparsa dei primi sintomi è necessario contattare il medico e intervenire per evitare complicazioni. Solitamente, oltre ad una soluzione farmacologica, viene imposto un corretto regime alimentare ed uno stile di vita sano in cui non deve mancare mai l’attività fisica.

DIABETE MELLITO: CIBI CONSIGLIATI

Cereali: pasta e pane integrali;
Legumi: soia, fagioli, fave, piselli, lenticchie, ceci;
Pesce;
Ortaggi: lattuga, pomodori, bietola, spinaci, cetrioli, cicoria, zucchine, melanzane, peperoni, carote;
Frutta: mela, melone, pera, cocomero, kiwi, frutti di bosco, ciliegie, fragole, ananas, susine.

DIABETE MELLITO: ALIMENTI DA EVITARE

◘ Carni rosse (da sostituire con pesce e legumi);
◘ Salumi e insaccati troppo ricchi di grassi (preferire invece bresaola o prosciutto crudo privato del grasso);
◘ Uova;
◘ Formaggi grassi e stagionati;
◘ Bevande che contengono zuccheri (meglio evitare anche i succhi di frutta);
◘ Dolci.

Una dieta bilanciata e la costante attività fisica sono gli unici rimedi per tenere del tutto sotto controllo il diabete di tipo 2. Rinunciare agli alimenti sopra elencati o ridurli drasticamente è necessario poiché oltre a tenere sotto controllo il livello della glicemia è indispensabile ridurre la quantità di grasso corporeo. Quotidianamente, inoltre, deve essere praticata l’attività fisica. I meno allenati possono iniziare con la camminata a passo sostenuto un’ora al giorno tutti i giorni; questo abbassa il livello di glicemia nel sangue, consente di bruciare grassi e rafforza il cuore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l’Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo.
Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *