© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Prima pagina ♥ » Bellezza » Ringiovanire » Pelle Flaccida e Cedimenti: Chirurgia Non Ablativa, Plexer

Pelle Flaccida e Cedimenti: Chirurgia Non Ablativa, Plexer

Help – aiuto!
»L'articolo è troppo lungo o hai bisogno SUBITO d'aiuto?  Lascia un commento . Clicca qui: ti aiuterò personalmente il prima possibile – Dott.ssa Viola Dante =)

Quando la pelle diventa flaccida, lassa e cede è solitamente troppo tardi per cercare di ridarle elasticità naturalmente e si deve ricorrere alla chirurgia. In questo articolo vi parliamo di una tecnica non ablativa. Tecnica chirurgica simile al laser utilizzata per rimuovere la cute in eccesso attorno agli occhi (le famose zampe di galline) o lungo il viso o su collo e pancia, etc.

A dire il vero la chirurgia ablativa è una tecnica che definirei rivoluzionaria, perchè permettere di riparare agli errori del tempo (pelle ormai ceduta) senza traumi, cerotti, punti di sutura e cicatrici.
Il nome stesso suggerisce che non fa ricorso al bisturi per operare. E neppure al laser.
La pelle in eccesso viene rimossa attraverso il Plexer: uno strumento chirurgico simile al plasma (immaginatelo come una energia in fattezze tali da non richiedere alcuna protezione per medico e paziente).

Ma analizziamo il tutto per gradi.
Iniziamo con il capire perchè la pelle diventa caduca e lassa.

Cosa accade alla pelle invecchiando?

Anno dopo anno anche la nostra pelle invecchia e tutta quella elasticità che possedeva al momento del concepimento tende a svanire.

Se da bambini la nostra pelle, infatti, è paragonabile alla plastica di un palloncino che ritorna al suo posto dopo averla stiracchiata verso questa o quella direzione, una volta che si invecchia essa perde di elasticità a causa di: tempo; atteggiamenti posturali; sonno; cuscino; forza di gravità, etc.
Ecco quindi che ci si ritrova con una epidermide che si allunga e cede, formando cellule morte sulla strato corneo superficiale.

E come se al bel palloncino di un tempo incollassimo un adesivo che ne mina la mobilità.

La domanda alla base del successo non ablativo

Ma cosa succederebbe se questo adesivo si togliesse? La pelle tornerebbe elastica e bella come quella di un tempo?

Sì!
Eliminando questo ostacolo le fibre elastiche del derma riescono nuovamente a distendersi ed accorciarsi, aumentando lo spessore del tessuto.

Il concetto chiave è quello di realizzare un lifting non ablativo (e quindi il minimo invasivo) a palpebre o viso o collo o decollete o addome, etc.

Con la chirurgia non ablativa è altresì possibile eliminare in pochissimi minuti le macchie della pelle o eventuali piccole escrescenze della pelle o quei fastidiosi accumuli di colesterina gialla sulle palpebre (xantelasmi).

Quante sedute occorrono?

Per risolvere i cedimenti della pelle (o altri fastidi sempre legati alla cute) sono necessarie poche sedute che durano solo una manciata di minuti. Dopo è possibile tornare a casa senza fastidi e dolori.

L’intervento non ablativo mediante Plexer è doloroso?

No, l’intervento non ablativo mediante Plexer non è doloroso.
Tuttavia in soggetti ipersensibili è possibile applicare una crema anestetica.

Come funziona il trattamento Plexer?

Il Plexer è uno strumento moderno che permette ai dottori di poter praticare una chirurgia non ablativa per punti estremamente precisa ed efficace, riducendo allo stesso tempo molti degli effetti collaterali di un intervento estetico tradizionale.

Il macchinario è dotato di un generatore e tre piccole penne, capaci di riprodurre un egual numero di differenti intensità di energia.

Lo strumento viene quindi passato sulla pelle, punto per punto, creando micro-combustioni simili al laser.

In tutta risposta la pelle si “ritira” e la lassità si riduce nell’arco di un paio di sedute (logicamente dipende tutto dal cedimento da recuperare).

Ci sono dei rischi?

Sì, i rischi ci sono soprattutto per interventi prossimi agli occhi.
Per questo il trattamento deve essere seguito da medici non solo esperti, ma soprattutto formati all’utilizzo del Plexer.

Plexer: quali sono le zone viso e corpo dove intervenire

Rughe Palpebre

Quando sono le palpebre a cedere è possibile ringiovanire gli occhi, eliminare le rughe e riacquistare uno sguardo profondo in un batter di ciglia (scusatemi la battuta).
In questo caso il Plexer va usato a punti separati sulla palpebra per creare bruciature che eliminino lo strato di cellule morte senza causare sanguinamenti e necrosi dei tessuti circostanti.

Il costo è di circa 200 euro a seduta.
Una seduta può durare dai 3 ai 10 minuti.

In totale sono necessarie più sedute (ogni 28 giorni circa), anche 4, per evitare gonfiori o disagi nelle zone trattate.

[Nota] Per un effetto più produttivo sarebbe meglio intervenire per tempo prima che le rughe attorno agli occhi siano troppo evidenti.

[Nota] L’intervento plexer alle palpebre è sconsigliato a chi soffrisse di patologie oftalmiche croniche e di fenomeni allergici alle palpebre.

Rughe Fronte

Le rughe sulla fronte sono tra le più visibili e sono dovute ai frequenti movimenti dei muscoli facciali per assumere ora questo ora quella espressione.
In questo caso si agisce sui lati della ruga frontale per spianare la superficie cutanea e ridurla allo stesso tempo.
Il risultato è immediato.

Il costo dell’intervento è di circa 200 euro.
La seduta dura pochi minuti ed il risultato si prolunga per alcuni anni (molto dipende dalla genetica e dalla mimica facciale del soggetto in esame).

[Nota] Non è espressamente consigliato, ma è comunque preferibile non sottoporsi alla chirurgia non ablativa via Plexer in caso di gravidanza, allattamento e portatori di pacemaker.

Rughe Contorni Volto

Spesso i contorni del viso sono segnati da rughe profonde.
Anche in questo caso è possibile intervenire tramite Plexer contro pieghe delle guance, rughe lungo il margine mandibolare o che corrono per tutto il mento e sottomento.

Il chirurgo si concentra sulle pliche della pelle da trattare, pizzicando la pelle e mettendo in evidenzia le zone lasse da trattare.
Non di rado si affianca a tal trattamento anche quello a spray per eliminare tutti quei piccoli inestetismi della pelle come macchie, verruche, fibromi, angiomi, etc.

Il risultato spesso si mantiene per due o più anni. Molto dipende dallo stile di vita del soggetto interessato. Un richiamo ogni due o tre anni per il mantenimento dei risultati sarebbe l’optimum, ma bisogna fare il conto con le proprie tasche per via dei circa 200 euro a seduta (il prezzo può variare in base alle dimensioni delle zone da trattare ed al tempo di impiego del plexer).

Pelle Delle Braccia Flaccida

Si può ricorrere al plexer anche nel caso in cui la pelle delle braccia risulti troppo lassa e cedevole.
Il trattamento cerca di ridurre la pelle lassa in eccesso aumentando per quanto possibile la tonicità delle braccia.

[Nota] Purtroppo in questo caso l’intervento è sconsigliato in quei soggetti che presentassero un forte accumulo di adipe nei tessuti sottostanti o nei pazienti con eritemi cronici locali.

Ombelico e Pelle Flaccida Nella Zona Pancia

Una o più gravidanze mettono a dura prova l’elasticità della pelle nella zona ombelico, alterandone qualche volta la forma stessa.
Alle volte anche dimagrimenti drastici possono alterare la trama del tessuto cutaneo e renderlo cadente.

[Nota] Anche in questo caso il trattamento è sconsigliato a coloro che presentassero un accumulo di grasso nei tessuti sottostanti.

Autore | Viola Dante

© RIPRODUZIONE RISERVATA

» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Pelle Flaccida e Cedimenti: Chirurgia Non Ablativa, Plexer
4.71 (94.29%) 7 voto/i
caricamento...
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Pelle Flaccida e Cedimenti: Chirurgia Non Ablativa, Plexer
4.71 (94.29%) 7 voto/i
caricamento...

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo dal 2003 al 2008. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Prova anche

Invecchiamento: Segreti, nutrizionali e non, per combatterlo

Invecchiamento: Segreti, Nutrizionali e Non, Per Combatterlo

Newsletter - 100% GRATIS e senza pubblicità!

Rimani aggiornato! Sarò la tua agenda personale, per tenerti in forma ed in salute ogni giorno.

6 Commenti

  1. Buongiorno Dottoressa dopo aver letto questo articolo vorrei prendere immediatamente un appuntamento con lei. Mi può fornire i contatti e gli indirizzi ai quali devo rivolgersi? Grazie Valentina.

    • Buonasera Valentina e benvenuta,

      » sono molto contenta di godere della sua stima, ma non svolgo attività di consulenza privata (anche perchè non ne avrei il tempo 🙂 Ad ogni modo può pormi qui stesso la sua domanda, se inerente al tema dei cedimenti della pelle.

      Può altresì seguirmi su facebook.

  2. salve mi sapreste indicare un bravo medico che usa il plexer, mi interessa per trattare lassita del sotto mento collo grazie

  3. BUON GIORNO
    circa due mesi fa ho notato tra l’inizio del naso e appena sotto il sopracciglia una specie di piccolo gonfiore, come una leggera cicatrice , non so a cosa dovuto forse ad una iniezione di botox(in effetti al centro si nota un piccolo puntino come di un ago) . mi sono rivolto ad uno specialista che mi ha detto che con una seduta di plexer ….massimo due avrei risolto il problema. un mese fa ho fatto una seduta , le crosticine sono cadute , ma il mio problema e’ rimasto uguale, anzi mi sembra che sia piu’ gonfio di quando ho fatto il primo trattamento. telefonicamente il dottore mi ha detto che per vedere il risultato definitivo ci vuole da un mese a tre e che per fare la seconda seduta deve passare almeno un mese ma se il gonfiore, secondo me accentuato dal intervento non sparisce non posso fare la seconda seduta.

    potrei gentilmente sapere cosa ne pensa????…e’ un continuo guardarmi allo specchio e crearmi problemi.

    nel attesa di una sua risposta la ringrazio anticipatamente

    LASORSA MASSIMO

  4. immagino che si usi anche per interno coscie,vero?

  5. dove si acquista il Plexer e quanto costa lo stumento?
    grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *