© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Salute e Benessere è uno spazio web curato dalla dott.ssa Viola Dante, che pubblica notizie ed approfondimenti su tutto quello che riguarda la salute ed il benessere psicofisico di uomo, donna e bambino. Hai bisogno d'aiuto?  Contattami : viola.dante@email.it o, se la pagina lo prevede, lascia un commento. Ti aiuterò personalmente il prima possibile – Dott.ssa Viola Dante =)
Breve messaggio di benvenuto (clicca qui).
Prima pagina ♥ » Salute » Neutropenia: Scarse Difese Immunitarie e Più A Rischio Infezioni

Neutropenia: Scarse Difese Immunitarie e Più A Rischio Infezioni

La neutropenia è una condizione in cui si ha un numero insolitamente basso di cellule chiamate neutrofili. I neutrofili sono cellule nel sistema immunitario che attaccano i batteri e altri organismi quando questi invadono il corpo.

I neutrofili sono un tipo di globuli bianchi e vengono prodotti dal midollo osseo. Essi viaggiano poi nel flusso sanguigno e si muovono verso le aree di infezione, rilasciando sostanze chimiche per uccidere i microrganismi invasori.

Sintomi di neutropenia

La neutropenia spesso non provoca sintomi. In alcuni casi, le persone scoprono di soffrire di neutropenia dopo aver fatto un esame del sangue per altre motivazioni. Tuttavia possono essere presenti sintomi di infezione.

Le infezioni possono insorgere come complicazione della neutropenia. Esse si verificano più frequentemente nelle mucose, ad esempio l’interno della bocca e la pelle.

Queste infezioni possono manifestarsi come:

» Ulcere;
» Ascessi;
» Eruzioni cutanee;
» Ferite che richiedono molto tempo per guarire.

Anche la febbre è un sintomo di infezione.

Il rischio di infezione grave aumenta generalmente se:

» Il numero di neutrofili scende parecchio;
» La durata della neutropenia grave si allunga.

Cause della Neutropenia

Le cause di neutropenia includono:

  • Problema nella produzione di neutrofili nel midollo osseo;
  • Distruzione di neutrofili extramidollari;
  • Infezione (penso ai batteri responsabili di tifo, paratifo, brucellosi, tubercolosi e ai virus portatori di epatite, influenza, rosolia, morbillo, varicella, mononucleosi infettiva);
  • Deficit nutrizionali.

Le cause di diminuzione della produzione di neutrofili sono:

  • Nascere con un problema congenito che interferisce con la produzione di neutrofili nel midollo osseo;
  • Leucemia e altre patologie che colpiscono il midollo osseo o portano al malfunzionamento del midollo osseo;
  • Radiazione;
  • Chemioterapia;

Le infezioni che possono causare neutropenia includono:

  • Tubercolosi;
  • Febbre dengue;
  • Le infezioni virali quali il virus di Epstein-Barr, citomegalovirus, HIV, epatite virale;

neutropenia-contronfonto-soggetto-sano Differenze di neutrofili in un soggetto sano ed uno affetto da neutropenia. 

L’aumento della distruzione dei neutrofili può essere dovuto ad una errata risposta del sistema immunitario del corpo che distrugge i neutrofili. Questa condizione può essere correlata ad una malattia (neutropenia) autoimmune, tra cui:

In alcune persone la neutropenia può essere causata da alcuni farmaci, come ad esempio:

  • Antibiotici;
  • Farmaci per la pressione sanguigna;
  • Psicofarmaci;
  • Farmaci antiepilettici;
  • Chemioterapici – le persone che si sottopongono a cicli di chemioterapia antitumorale, quasi sempre, vedono diminuire il loro numero di neutrofili.

Conoscevi la neutropenia febbrile?

La neutropenia febbrile è una “malattia” che si palesa solitamente quando il numero dei neutrofili è inferiore al valore di 500 / microlitro ed il soggetto è contemporaneamente affetto da febbre superiore a 38-38,5°. Questa condizione di neutropenia è parecchio seria perchè potrebbe portare a gravi infezioni ed anche shock settico.

[Nota] Ai soggetti più a rischio di neutropenia febbrile possono essere dati dei fattori di crescita granulocitari (come il filgrastim, il lenograstim o il pegfilgrastim) – profilassi primaria o secondaria della neutropenia febbrile.

Trattamento della neutropenia e cure

Prima di decidere la terapia giusta per curare la neutropenia, il medico valuterà la causa e la gravità della malattia. I casi di neutropenia lieve possono non aver bisogno di trattamenti.

Il trattamento di neutropenia include:

  • Gli antibiotici per le infezioni batteriche;
  • I farmaci per sopprimere il sistema immunitario;
  • Un trattamento chiamato fattore stimolante le colonie di granulociti (G-CSF). Esso stimola il midollo osseo a produrre più globuli bianchi. Viene utilizzato per diversi tipi di neutropenia, inclusi i tipi congeniti;
  • Cambiare i farmaci, nei casi di neutropenia indotta da farmaci;
  • Trattare un’infezione sottostante, se essa è la causa del problema;
  • I trapianti di cellule staminali possono essere utili nel trattamento di alcuni tipi di neutropenia grave, inclusi quelli causati da problemi di midollo osseo;
Le persone con neutropenia spesso devono adottare misure speciali per evitare infezioni. Queste precauzioni comprendono:

  • Una buona igiene, tra cui lavarsi spesso le mani e avere buona cura dei denti, come ad esempio spazzolare regolarmente i denti e usare il filo interdentale;
  • Evitare il contatto con persone malate;
  • Indossare sempre le scarpe;
  • Pulire accuratamente tagli e graffi e coprirli con una benda;
  • Usare un rasoio elettrico piuttosto che un rasoio a lametta;
  • Evitare rifiuti di origine animale e, se possibile, non cambiare i pannolini dei neonati;
  • Evitare i latticini non pastorizzati; la carne poco cotta; la frutta cruda, verdura, cereali, frutta secca, miele;
  • Evitare saune, vasche, stagni e fiumi.

Autore | Viola Dante

© RIPRODUZIONE RISERVATA

» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
caricamento...
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
caricamento...

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Prova anche

obesità

Obesità, Dalla A Alla Z. Scopri Se Sei A Rischio e Come Intervenire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *