© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Salute e Benessere è uno spazio web curato dalla dott.ssa Viola Dante, che pubblica notizie ed approfondimenti su tutto quello che riguarda la salute ed il benessere psicofisico di uomo, donna e bambino. Hai bisogno d'aiuto?  Contattami : viola.dante@email.it o, se la pagina lo prevede, lascia un commento. Ti aiuterò personalmente il prima possibile – Dott.ssa Viola Dante =)
Breve messaggio di benvenuto (clicca qui).
Prima pagina ♥ » Salute » Varicella

Varicella

La varicella è un virus che colpisce spesso i bambini ed è caratterizzata da bolle rosse pruriginose che compaiono su tutto il corpo. La varicella, un tempo, era così comune che era considerata un vero e proprio “rito di passaggio” dall’infanzia all’età adulta. È noto che una volta che si ha avuto la varicella, è (quasi) impossibile ammalarsi di nuovo. Ad oggi, poiché il vaccino contro la varicella è stato introdotto a metà degli anni 1990, i casi sono diminuiti.

Che cosa causa la varicella?

Il virus varicella-zoster è il motivo che causa la varicella. La maggior parte dei casi si verificano attraverso il contatto con una persona infetta. Il virus può essere contagioso già diversi giorni prima che le vesciche appaiano e rimane contagioso fino a quando tutte le bolle hanno formato la crosta sopra. Si diffonde attraverso saliva, tosse, starnuti e il contatto con le vesciche.

Chi sono i soggetti a rischio?

L’esposizione al virus attraverso infezione precedente, vaccinazione o immunità passata dalla madre al neonato (l’immunità dura circa tre mesi dalla nascita) riduce il rischio. Chi non è stato esposto può contrarre il virus. Il rischio può aumentare a causa di una delle seguenti condizioni:

1. si ha avuto un recente contatto con un individuo infetto;
2. si è sotto i 12 anni di età;
3. si è un adulto che vive con dei bambini;
4. si è trascorso del tempo in una struttura scolastica o di assistenza ai bambini;
5. il sistema immunitario è compromesso a causa di malattia o assunzione di farmaci.

Quando vedere il medico

varicella sintomi Le bolle di colore rosso, vescicole piene di liquido che appaiono in tutto il corpo, sono un segno della varicella, piuttosto che di un altro tipo di virus. Uno dei seguenti sintomi possono comparire prima, o durante, lo scoppio delle bolle:

febbre;
– mal di gola;
– mal di stomaco;
– mal di testa;
– tosse.

Parlate con il vostro medico ogni volta che si sviluppa un inspiegabile eruzione cutanea, soprattutto se è accompagnata da sintomi di raffreddore o febbre: potreste essere interessati da uno dei numerosi virus o infezioni; inoltre informate il medico immediatamente se siete stati esposti alla varicella durante la gravidanza.

Diagnosi della varicella

Molti casi di varicella sono diagnosticati sulla base di esame fisico delle vesciche sul vostro corpo (o su quello del vostro bambino). Se la diagnosi non può essere fatta, eventuali test di laboratorio confermeranno la causa delle bolle.

Alleviare i sintomi della varicella

La maggior parte degli individui con diagnosi di varicella saranno invitati a stare a riposo durante il decorso della malattia, in attesa che il virus passi attraverso il sistema. I genitori dovranno tenere i bambini a casa da scuola e asilo nido per prevenire la diffusione del virus. Gli adulti infetti dovranno a loro volta rimanere a casa.

Farmaci antistaminici o unguenti topici possono essere prescritti o acquistati come farmaci da banco per alleviare il prurito. Se voi o il vostro bambino siete a disagio, questo può aiutare a lenire il fastidio della pelle:

– fare dei bagni tiepidi;
– applicare lozioni (non profumate);
– indossare abiti leggeri e morbidi.

I pazienti ad alto rischio

I farmaci antivirali possono essere prescritti a coloro che soffrono di complicazioni del virus, o che sono a rischio di effetti collaterali. I pazienti ad alto rischio sono di solito giovani, anziani, o chi ha problemi medici pregressi. Questi farmaci antivirali non curano la varicella ma rendono i sintomi meno gravi e permettono al corpo di guarire più velocemente. Possibili complicazioni della varicella includono polmonite e infezioni della pelle, che possono essere curati a casa con l’uso di antibiotici. L’ospedalizzazione può essere necessaria in casi gravi.

Il decorso a lungo termine della varicella

bambina affetta da varicella La maggior parte dei casi di varicella si risolvono normalmente e i pazienti di solito ritornano alle proprie attività entro 1-2 settimane dalla diagnosi. A volte però si verificano complicazioni, che spesso colpiscono i neonati, i pazienti anziani, i pazienti con sistema immunitario debole e le donne incinte, che possono soffrire di infezioni della pelle e dei polmoni, di artrite o di sinovite transitoria. Le donne esposte durante la gravidanza possono avere figli con difetti alla nascita, tra cui scarsa crescita, piccole dimensioni della testa, problemi agli occhi e ritardo mentale.

Chi è immune dalla varicella?

Una volta che si guarisce dalla varicella, la maggior parte delle persone diventano immuni, perché il virus varicella-zoster rimane dormiente nel corpo. In casi rari, può riemergere. È più comune che l’herpes zoster, una malattia diversa e innescata dal varicella-zoster, si possa presentare durante l’età adulta. Se il sistema immunitario del paziente è temporaneamente indebolito (magari a causa di età avanzata o malattia), il virus varicella-zoster si può riattivare in forma di herpes zoster.

La prevenzione della varicella

Il vaccino contro la varicella impedisce la sua comparsa nel 90% dei bambini che lo ricevono. Il vaccino deve essere somministrato quando il bambino è tra i 12 ei 15 mesi di età; un richiamo va fatto tra i 4 e i 6 anni di età. I bambini più grandi e gli adulti che non sono stati vaccinati o esposti, possono ricevere dosi “di recupero” (detto catch-up) del vaccino. Poiché la varicella tende ad essere più grave nei pazienti più anziani, gli adulti che non l’hanno avuta possono scegliere di vaccinarsi.

Gli individui non vaccinati possono cercare di evitare il virus limitando il contatto con le persone infette. Questo può essere difficile, in quanto la varicella non può essere identificata se non quando le bolle sono già contagiose.

Autore | Daniela Bortolotti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Varicella
Dai un voto al mio lavoro, per favore.
caricamento...
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Varicella
Dai un voto al mio lavoro, per favore.
caricamento...

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo dal 2003 al 2008. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Prova anche

effetto placebo

Cosa E’ L’Effetto Placebo? Esiste? Funziona? Definizione e Significato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *