© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Prima pagina ♥ » Salute » Fai la Spesa? Cosa ti Nasconde Il Tuo Supermercato

Fai la Spesa? Cosa ti Nasconde Il Tuo Supermercato

Help – aiuto!
»L'articolo è troppo lungo o hai bisogno SUBITO d'aiuto?  Lascia un commento . Clicca qui: ti aiuterò personalmente il prima possibile – Dott.ssa Viola Dante =)

Anche se sei un’esperta della ‘navigazione da supermarket’, anche se conosci ormai tutto su additivi, edulcoranti e conservanti e leggi sempre bene le etichette, potresti comunque sorprenderti leggendo qui quali sono i segreti che molti dei supermercati sono capaci di nasconderti. Leggi questa lista dei 9 scioccanti segreti ‘da supermercato’ per proteggere te e la tua famiglia dalle insidie della Grande Distribuzione.

Segreto n°1: La linea del freddo

Oltre a preoccuparti delle date di scadenza, dovresti anche verificare se i prodotti che prendi nel banco frigo, abbiano l’aspetto che ti aspetteresti.

Forse ti è già capitato di trovare la mozzarella amara o l’insalata già un po’ appassita, eppure la confezione era chiusa e la data di scadenza non era passata! Vuol dire però che il prodotto è stato depositato al di fuori della catena del freddo, ovvero che il prodotto non è stato conservato nel rispetto delle regole che prevedono il mantenimento della merce da frigo ad una temperatura sicura, quella che dovrebbe cioè impedire la crescita dei batteri.

Da febbraio di quest’anno si è parlato di Blueline, un’etichetta innovativa che ha lo scopo di indicare, chiaramente, i prodotti all’interno della linea del freddo. Cercala, ti assicurerai che ciò che compri abbia un aspetto sano, ovvero un sapore sano.

Segreto n° 2: Il congelamento

Vorresti mangiare un bagel, dei muffin, oppure delle baguette, e le preferisci surgelate perché non hai sempre il tempo di andare a prendere il pane fresco, che tanto ti rimarrebbe ad indurirsi in borsa mentre vai al lavoro. Ciò che però il tuo supermercato non ti vuole dire, è che spesso i prodotti di panetteria potrebbero essere non così freschi come credi, persino di un anno più vecchi! I prodotti di panetteria vengono infatti tenuti, a periodi, anche per intervalli lunghi mesi, in un grande freezer, allo scopo di prevenirne l’invecchiamento. Poi scongelati e messi nel bancone del fresco. Questo processo viene denominato “parbaking;” il pane non è andato a male, ma le tue papille gustative sapranno notare la differenza!

Congelare e poi scongelare altri alimenti invece, come la carne, potrebbe essere un problema per la tua salute e quella della tua famiglia. La carne che trovi al supermercato viene infatti congelata in anticipo prima di essere inviata, poi scongelata e messa nei banchi del fresco. Questo processo dà alla carne un aspetto fresco, ma ogni volta che viene congelata e poi scongelata (e poi magari ricongelata da te a casa che non sapevi!), ti pone a rischio batteriologico. La soluzione più semplice? Quella di evitare di fare scorte di carne e di comprarne invece, a mano a mano, solo la giusta quantità che necessiti per consumarla in un giorno o due.

Segreto n° 3: L’illuminazione

L’illuminazione nei supermercati è stata scelta e messa appunto appositamente per far apparire i prodotti: più belli! I supermercati creano infatti dei veri e propri ‘palchi’ con punti luce differenti e con diversi orientamenti, per far apparire la merce più attraente e deliziosa; le carni vengono ad esempio illuminate con luci rosse mentre quelle verdi sono affidate al banco della verdura e della frutta. Quando incappi in store del genere, assicurati di poter visionare la carne, o gli altri prodotti, ad una luce che sia invece bianca; solo così potrai essere certa di acquistare un prodotto fresco, e salubre.

Segreto n° 4: La data di scadenza

Alla data di scadenza, prestiamo attenzione tutti! A meno che non siamo distratti da telefonate e pensieri incombenti. Ma non sempre la data di scadenza potrebbe essere vera. Molti cibi hanno infatti una data di scadenza stabilita all’origine, ma vi sono anche altri cibi, quelli del supermercato ad esempio, che hanno una data di scadenza differente. Non tutti i prodotti infatti vanno a male dopo la data scritta sulla confezione. Quante volte ci è capitato di consumare un barattolo di burro d’arachidi dopo scaduto, o un pacchetto di cracker? Tieni a mente che un supermercato fa parte di una grande catena, volta a ottenere profitti, quindi non c’è da stupirsi se i rivenditori decidano, a tua insaputa, di cambiare la data di scadenza. Continueranno a vendere un prodotto fino a quando manterrà un aspetto ‘sano’. Non sempre potrebbe farti male, ma in alcuni casi sì!

Segreto n° 5: Vista, olfatto, udito

I grandi punti della Distribuzione Organizzata, sono stati pensati apposta per farti tornare a casa con più prodotti di quelli che avevi preventivato. La prossima volta che passeggi con il carrello per i corridoi, presta attenzione a ciò che senti, e vedi: l’odore del caffè presso i corner di degustazioni, la vista di salame e formaggio all’ora dell’aperitivo, i bollini colorati e le scritte evidenti che segnalano le offerte, e poi i cioccolatini e le caramelle, messi proprio accanto alla cassa, mentre sei lì ad aspettare annoiata – persino la musica rilassante che esce dagli altoparlanti è stata pensata apposta per fartici passare lì più tempo del necessario. Durante l’orario di lavoro, quando c’è meno gente, i supermercati preferiscono una musica lenta, distesa, per darti la possibilità di trascorrere più tempo tra gli scaffali. In media, queste tecniche possono portarti a spendere qualcosa come €40 in più, ogni volta che vai al supermercato. Prima di metterci piede dunque, assicurati di entrarci armata di lista – e rimani fedele a essa!

Segreto n° 6: Evita i lunedì

Per la maggior parte delle persone, il lunedì porta con sé tutto lo stress di un’intera, nuova settimana di scuola o lavoro. Ed è anche il giorno peggiore per andare a far la spesa. Normalmente, i fornitori visitano il supermercato almeno una o due volte in una settimana, per portare prodotti freschi che verranno poi venduti nei giorni successivi. Le consegne ovviamente, non vengono effettuate nel week-end, ma nei giorni lavorativi, ciò significa che molto probabilmente ciò che acquisti di lunedì, sarà ciò che è rimasto ‘a riposo’ durante tutto il week-end e gli altri giorni precedenti. Il giorno migliore per andare a fare la spesa è il mercoledì, quando gli scaffali si riempiono di nuovi, freschi prodotti.

Segreto n° 7: Tieniti alla larga dagli sconti della settimana

La prossima volta che passi dal banco degli sconti, magari i ‘tutto a un euro’, ripensaci. Sconto non significa altro che “questo alimento è vecchio e dobbiamo liberarcene.” Prezzi bassissimi vogliono giustificare un’attesa insalubre, vogliono dire cioè che quel prodotto è rimasto sugli scaffali per diverso tempo, magari mesi. Evitali.

Segreto n° 8: Assaggi gratuiti significa centimetri in più sul tuo girovita

I campioni gratuiti e gli assaggi sono il classico trucco di marketing che ti farà perdere soldi e guadagnare invece centimetri alla tua vita! Non solo infatti potresti decidere di cedere alla tentazione e spendere soldi per un prodotto che non avevi intenzione di comprare, ma potresti anche acquistare calorie extra che non avevi intenzione di incamerare.

Segreto n° 9: Mantieni le tue borse sempre pulite

Se usi delle borse in tela o quelle enormi in plastica per risparmiare sui sacchetti, ricorda però di mantenerle sempre pulite, per evitare che alcuni microorganismi possano intaccare il tuo sistema immunitario e quello della tua famiglia. Le borse usate e riusate sono soggette infatti a contaminazione da parte di malattie causate da batteri, che possono colpire i latticini, la carne, e frutta e verdura che è rimasta ‘a riposare’ sui banchi per giorni, a volte settimane. Mantieni i tuoi prodotti (e le tue borse) libere da qualsiasi contaminazione, lavandole dopo 10 volte.
Se la borsa è di tela, ti basterà metterla in lavatrice con i tuoi vestiti, se è di plastica basterà uno sgrassatore spray contenente candeggina. Evita quindi, ad esempio, di usare buste di carta o con la base in cartone. Basta una svista per mettere in borsa un solo prodotto affetto da muffa, e ne basta uno per intaccare, in sole poche ore, i nuovi prodotti che andrai a comprare.

Autore | Enrica Bartalotta

© RIPRODUZIONE RISERVATA

» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Fai la Spesa? Cosa ti Nasconde Il Tuo Supermercato
5 (100%) 1 voto/i
caricamento...
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Fai la Spesa? Cosa ti Nasconde Il Tuo Supermercato
5 (100%) 1 voto/i
caricamento...

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo dal 2003 al 2008. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Prova anche

mononucleosi immagine

Mononucleosi in Adulti, Giovani e Bambini: Sintomi, Cura e Rischi in Gravidanza

Newsletter - 100% GRATIS e senza pubblicità!

Rimani aggiornato! Sarò la tua agenda personale, per tenerti in forma ed in salute ogni giorno.

Un commento

  1. Salve a tutti, io lavoro in un supermercato e non sono molto d’accordo su quanto scritto sopra, soprattutto sul punto 2: il congelamento. In quanto, molti prodotti freschi, che acquistiamo, sono congelati ad una temperatura molto bassa ed in un tempo molto ristretto che possono essere ricongelati ( preferibilmente lo stesso giorno d’acquisto) per periodi più o meno lunghi, sempre tenendo conto delle caratteristiche del nostro freezer a casa.
    Punto n6: evitare il lunedì: molti supermercati ricevono consegne ogni giorno, specialmente quelli più grandi.
    Punto n7: sconti della settimana: solitamente ci sono degli scaffali dedicati agli alimenti con prezzo ridotto, ovviamente non perché siano freschissimi, ma perché vicini alla data di Scadenza, o trattasi, per i prodotti di bellezza, per esempio, di prodotti discontinui. Ovviamente, la scelta dell’acquisto di questi prodotti sarà solo nostra, ritengo in ogni caso che sia meglio ridurre il prezzo di questi prodotti, piuttosto che buttarli, dando così la possibilità di acquistare a coloro che non hanno molte possibilità economiche.
    Per il resto sono d’accordo sui consigli dati e ritengo che sia molto importante prestare attenzione a ciò che acquistiamo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *