© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Prima pagina ♥ » Salute » Come Mantenere La Glicemia Sotto Controllo

Come Mantenere La Glicemia Sotto Controllo

Non solo chi soffre di diabete ma anche le persone sane dovrebbero mantenere la glicemia sotto controllo.
Il mancato monitoraggio dei livelli di glucosio nel sangue, infatti, comporta una serie di conseguenze spiacevoli che vanno dall’aumento di peso a problemi di natura cardiovascolare e renale.

In base ad uno studio recente, circa il 90% dei canadesi soffre di diabete di tipo 2 (prevalentemente indotto da cause esterne) che può essere ridotto seguendo uno stile di vita più sano e basato sul controllo degli zuccheri.

PROBLEMI LEGATI ALL’IPERGLICEMIA

I valori normali del glucosio nel sangue si attestano intorno ai 70-140 mg/dl nell’arco dell’intera giornata mentre, si può parlare di iperglicemia, quando i livelli vanno oltre i 200-300 mg/dl.
Il fenomeno dell ‘iperglicemia può essere una conseguenza di eventi traumatici o frutto di patologie ben più gravi e complesse, come il diabete, l’assunzione di farmaci, l’ipotiroidismo.
Tra i fattori scatenanti l’iperglicemia spiccano la vita sedentaria e l’assunzione di cibi ricchi di zucchero.
I sintomi classici legati all’iperglicemia sono debolezza, eccessiva sete, fame.

SOLUZIONI

Praticare un sano e corretto esercizio fisico quotidiano, ci mette al riparo da diversi malanni.

Rilassare i muscoli del corpo per dieci minuti al giorno, ogni giorno, esercitando tutte le parti (dalla punta dei piedi, agli occhi) è una buona e corretta abitudine. Uno studio condotto su 100 persone con alti livelli di zucchero nel sangue, ha evidenziato che questa pratica aiuta persino ad alleviare lo stress, migliorando sensibilimente anche la qualità dell’umore.

Camminare un pò al giorno riduce i rischi di sviluppare il diabete.
Secondo un ampio studio statunitense, è necessario compiere 1,5 chilometri di cammino al giorno per limitare drasticamente il rischio di morire di diabete. Percorrendo circa 10 chilometri a settimana, avremo il 34 % di probabilità in meno di sviluppare malattie cardiache (la principale causa di mortalità nelle persone con diabete) e quasi il 40 % in meno di probabilità di decedere per altri motivi. Questo accade perchè la camminata rende le cellule più ricettive all’insulina e questo determina un migliore e maggiore controllo della glicemia.

Anche il sonno ristoratore è un toccasana. Dormire otto ore, ogni notte, contribuisce a mantenere stabile il livello di glicemia. Ecco perchè andare a letto e svegliarsi alla stessa ora ogni giorno, ci garantirà un sano riposo e buona salute.

L’alimentazione gioca un ruolo chiave nella prevenzione dei picchi glicemici. Per prima cosa, bisogna evitare l’assunzione di bevande zuccherate, ridurre il consumo di dolci fuori pasto, moderare la quantità di pasta e pane e prediligere il caffè decaffeinato.
I ricercatori britannici hanno scoperto, infatti, che combinando il caffè decaffeinato con gli zuccheri semplici (contenuti in torte e ciambelle) si ottiene una riduzione significativa di glucosio nel sangue.
Gli studiosi hanno altresì sottolineato che l’assunzione del caffè con caffeina, invece, non provoca lo stesso beneficio, dal momento che la caffeina trattiene gli zuccheri nel sangue più a lungo.

Bere un solo bicchiere di vino a cena riduce il rischio di sviluppare il diabete.
Lo dice una ricerca che ha riscontrato che le donne che consumano un calice di vino al giorno hanno la metà delle possibilità di sviluppare la malattia, rispetto alle astemie.

Tra gli alimenti particolarmente indicati per abbassare la glicemia ci sono i noodles, un piatto giapponese tradizionalmente servito freddo, il pomeriggio dei mesi più caldi, in Giappone.

I noodles sono fatti con grano saraceno, un cereale che riduce i livelli di glucosio nel sangue del 12-19 % , secondo uno studio condotto su cavie di laboratorio. Il grano saraceno è una fonte eccellente di fibra che contribuisce al miglioramento del livello di glucosio nel sangue.
Altri cibi che regolano la glicemia sono i mirtilli, i fagioli, i carciofi, la cicoria, le noci, gli spinaci.

Una ricerca giapponese ha scoperto che le persone diabetiche (ma anche quelle sane) che ridono durante la visione di una commedia subito dopo i pasti, hanno livelli di glicemia molto più bassi rispetto a quelle che sono andate a lezione o si sono dedicate ad altre attività.

CURE NATURALI

Tra i rimedi naturali in grado di sedare la glicemia (mantenendola entro i parametri normai) vi sono le foglie di eucalipto che contengono sostanze molto benefiche; il ginseng americano, ricco di polisaccaridi che riducono l’assorbimento dei carboidrati e l’opunzia che contiene sostanze in grado di assorbire grassi e zuccheri, limitandone così la presenza nel sangue.

Autore | Marirosa Barbieri

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Un commento

  1. direi senz’altro condiviso ma anche premiato poiché trovo che è molto interessante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *