© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Prima pagina ♥ » Salute » Cancro: I Sintomi Che Vengono Più Ignorati

Cancro: I Sintomi Che Vengono Più Ignorati

Help – aiuto!
»L'articolo è troppo lungo o hai bisogno SUBITO d'aiuto?  Lascia un commento . Clicca qui: ti aiuterò personalmente il prima possibile – Dott.ssa Viola Dante =)

Test di routine e controlli, come il pap test e la colonscopia, sono importanti, ma non basta basarsi solo sui test per proteggersi dal cancro. È importante anche ascoltare il corpo e notare tutto ciò che appare diverso, strano o inspiegabile. Anche se molti di questi sintomi potrebbero essere causati da condizioni meno gravi, è meglio controllarli se persistono.

Sintomi del cancro più ignorati per uomini e donne

Respiro sibilante o scarso

È uno dei primi segni che i malati di cancro ai polmoni ricordano di aver notato quando ripensano alla loro incapacità di prendere fiato. “Non riuscivo nemmeno a camminare per il cortile senza avere l’affanno. Pensavo di avere l’asma, ma come mai non ne avevo mai sofferto prima?”. Queste sono le parole di una donna. Il cancro alla tiroide può anche causare problemi di respirazione, se il nodulo o il tumore comincia a fare pressione contro la trachea. Qualsiasi difficoltà respiratorie persistente è un motivo per andare dal medico.

Problemi di deglutizione o raucedine

Più comunemente associata con il cancro esofageo o della gola, anche la difficoltà di deglutire è a volte uno dei primi segni di cancro al polmone. Una voce rauca o bassa o la sensazione di avere qualcosa che preme sulla gola può essere un indicatore precoce di un cancro tiroideo o di un nodulo precanceroso alla tiroide, così come avere la sensazione che qualcosa blocca la trachea.

Febbre frequente o infezioni

Questi possono essere segni di leucemia, un tumore delle cellule del sangue che parte dal midollo osseo. La leucemia fa sì che il midollo osseo produca globuli bianchi anormali, che ammassano quelli sani, minando la capacità del corpo di combattere le infezioni. Spesso i medici diagnosticano la leucemia solo dopo che il paziente si è lamentato tante volte di avere febbre, dolori e sintomi influenzali per un periodo di tempo prolungato.

Mal di stomaco

Per quanto semplice possa sembrare, un normale mal di pancia è ciò che ha avvertito un buon numero di persone, alle quali i medici avevano ordinato ultrasuoni e scoperto in tempo che avevano un tumore al fegato. Crampi allo stomaco o dolori frequenti possono essere indice di cancro del colon-retto; molti pazienti dicono che i loro medici pensavano che si trattasse di ulcera.

Debolezza e affaticamento

“Continuavo ad avere bisogno di sedermi durante il lavoro e una sera ero troppo stanco per riuscire a guidare fino a casa”, ha affermato una donna per descrivere il senso di affaticamento che la portò a scoprire che aveva la leucemia. Stanchezza generalizzata e debolezza sono sintomo di tanti tipi differenti di cancro che si ha bisogno di verificarli in combinazione con altri sintomi. Ma ogni volta che ti senti esausto senza una spiegazione, anche se provi a dormire di più, consulta un medico.

Inspiegabile perdita di peso

Se noti di perdere peso e non hai apportato cambiamenti né alla dieta né all’esercizio fisico, è opportuno chiedersi perché. La perdita di peso è un segno precoce di cancro al colon o altri tipi di cancro dell’apparato digerente; è anche segno di un cancro al fegato, che colpisce l’appetito e l’abilità del corpo a liberarsi dei rifiuti.

Cambiamenti nelle unghie

Inspiegabili cambiamenti nelle unghie possono essere segno di vari tipi di cancro. Una striscia marrone o nera o un punto sotto l’unghia possono essere indice di un cancro alla pelle. Unghie pallide o bianche possono indicare che il fegato non funziona correttamente o che è affetto da cancro.

Acidità di stomaco cronica o senso di sazietà dopo un piccolo pasto

Il segno precoce più comune di cancro allo stomaco è il dolore nella parte superiore dell’addome, simile a un bruciore. La situazione si può aggravare mangiando, così ti senti sazio quando in realtà non hai mangiato molto. Il fatto che disorienta particolarmente è che il dolore può essere alleviato con antiacidi, che confermano erroneamente la tua conclusione che si trattava di acido nello stomaco, quando invece è qualcosa di più grave. Se soffri frequentemente di acidità di stomaco, di un dolore addominale inspiegabile o di un senso di sazietà dopo aver mangiato meno del consueto, consulta un medico.

Bruciore di stomaco cronico

Se hai appena mangiato mezza pizza, il bruciore di stomaco è previsto. Ma se ne soffri frequentemente o hai un lieve dolore costante al petto dopo il pasto, chiama un medico e chiedi di fare uno screening per il cancro all’esofago. La malattia da reflusso gastroesofageo (GERD) – una condizione in cui l’acido dello stomaco sale nell’esofago, causando bruciore e un sapore acido in gola – può innescare una condizione chiamata “esofago di Barrett”, che può essere un precursore del cancro esofageo.

Problemi intestinali

Costipazione, diarrea e variazioni nelle feci possono essere segni di cancro. Come accade per molti altri sintomi del cancro, per capire se c’è un motivo per preoccuparsi bisogna verificare se questa condizione va avanti per più di un paio di giorni senza una chiara causa, come l’influenza o un’intossicazione alimentare. Le persone alle quali è stato diagnosticato un cancro al colon dicono di aver notato feci più frequenti e di avere la sensazione che il loro intestino non si svuotasse mai completamente. Uno dei primi segni di cancro al pancreas è costituito da feci frequenti, più chiare e più maleodoranti del normale. Ciò è segno che il corpo non assorbe il cibo normalmente, quindi è meglio parlarne con un medico.

Sintomi di possibile cancro che più facilmente le donne ignorano

Sintomi di possibile cancro che più facilmente le donne ignorano

Seno arrossato, dolente e gonfio

Tutti sanno che bisogna verificare se si hanno noduli, ma molto spesso vengono trascurati sintomi più superficiali, che possono indicare un cancro infiammatorio al seno. Alcune donne dicono di aver notato di avere della cellulite, cioè delle fossette sulla pelle del seno. Altre affermano invece che un seno era gonfio, caldo e irritato. Anche un colorito rosso o violaceo è motivo di preoccupazione. Parla con un medico di qualsiasi cambiamento inspiegabile che noti.

Cambiamenti nei capezzoli

Uno dei cambiamenti più comuni che le donne ricordano di aver notato prima che fosse loro diagnosticato un cancro al seno è un capezzolo che comincia ad apparire piatto o girato di lato. “Sembrava che il mio capezzolo si fosse ritirato verso l’interno”, ha detto una donna. Inoltre, il cancro infiammatorio al seno provoca anche problemi al capezzolo, come prurito, desquamazione o crosticine.

Gonfiore addominale o aumento di peso

La sindrome “i jeans non mi entrano” può sembrare molto comune, ma in realtà si tratta di un fenomeno che può essere indice di cancro. Considera che le donne alle quali è stato diagnosticato un cancro ovarico riportano in modo inequivocabile che un inspiegabile gonfiore addominale apparso improvvisamente fu uno dei sintomi che qualcosa non andava.

Sentirsi sazi

Si tratta di un altro avviso di cancro ovarico; le sopravvissute dicono che non avevano appetito, anche se non mangiavano da un po’ di tempo. Qualsiasi donna che nota gonfiore o aumento di peso numerose volte (il criterio diagnostico è più di 13 volte nel corso di un mese) deve parlare con un medico e chiedere di sottoporsi a un’ecografia pelvica – soprattutto se si ha sempre una sensazione di sazietà e si soffre di dolore pelvico.

Periodi con insoliti dolori o sanguinamento

Molte donne hanno riferito che questo è stato il loro avviso di cancro endometriale o uterino. Purtroppo, molte donne hanno aggiunto che i loro medici non agirono con tempestività e che la loro diagnosi era di una normale premenopausa. Chiedi di fare una ecografia transvaginale, se hai qualche sospetto.

Sintomi di possibile cancro che più facilmente gli uomini ignorano

Sintomi di possibile cancro che più facilmente gli uomini ignorano

Problemi di erezione

Quando il cancro alla prostata progredisce, il segno più comune è la difficoltà a raggiungere o mantenere l’erezione. Può essere un argomento difficile, ma è importante parlarne con un medico. Naturalmente, potrebbe trattarsi di una disfunzione sessuale di altra natura, ma è opportuno fare degli esami.

Dolore o pesantezza al basso ventre, addome, cosce o fianchi

Un sintomo del cancro alla prostata è il dolore frequente ai fianchi, cosce o bacino. Gli uomini con cancro ai testicoli riportano di aver notato una sensazione di pesantezza e dolore alla pancia e all’addome, oppure ai testicoli stessi. A volte questa sensazione era generalizzata a tutta la zona inguinale. Il cancro alla prostata che si è diffuso ai linfonodi, spesso si manifesta come disturbo al bacino o gonfiore alle gambe.

Gonfiore ai testicoli o noduli

I noduli che indicano il cancro ai testicolari sono quasi sempre indolori. È comune anche che i testicoli si gonfino, senza presentare noduli. Alcuni uomini riportano di sentirsi a disagio per questo gonfiore, ma che non avvertivano alcun dolore.

Capezzolo dolorante o con desquamazioni o secrezioni

Gli uomini possono avere una ginecomastia, cioè un nodulo benigno nella zona del petto. Il cancro in questo caso è solitamente rilevato come un nodulo e può causare anche dolore. Altri segni di cancro al petto sono arrossamento, desquamazione, capezzolo ritirato verso l’interno o perdita di fluido. Bisogna parlare con un medico di qualsiasi nodulo, gonfiore, problema ai capezzoli o dolore toracico.

Difficoltà a urinare o cambiamenti nel flusso

Uno dei segni più comuni del cancro alla prostata è la sensazione di non riuscire a urinare o – come molti uomini riportano – di far fatica a fermare il flusso di urina. Tali sintomi possono avere cause meno gravi, ma è meglio consultare un medico per un esame e possibilmente per uno screening specifico per la prostata.

Dolore o bruciore durante la minzione

Naturalmente questo sintomo può anche indicare un’infezione delle vie urinarie o una malattia sessualmente trasmissibile, ma in ogni caso bisogna andare immediatamente dal medico. Di solito bruciore o dolore sono accompagnati dalla sensazione di dover urinare più spesso, soprattutto di notte. Anche questo sintomo può indicare infezione o infiammazione della prostata o “iperplasia prostatica benigna”, un disturbo che si verifica con l’ingrandimento della prostata e un blocco del flusso di urina. È ovviamente necessario fare un controllo.

Autore | Anna Abategiovanni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Cancro: I Sintomi Che Vengono Più Ignorati
5 (100%) 3 voto/i
caricamento...
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Cancro: I Sintomi Che Vengono Più Ignorati
5 (100%) 3 voto/i
caricamento...

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo dal 2003 al 2008. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Prova anche

mononucleosi immagine

Mononucleosi in Adulti, Giovani e Bambini: Sintomi, Cura e Rischi in Gravidanza

Newsletter - 100% GRATIS e senza pubblicità!

Rimani aggiornato! Sarò la tua agenda personale, per tenerti in forma ed in salute ogni giorno.

8 Commenti

  1. Concordo con la dottoressa…

  2. Ora che mi ritrovo con insorgenze di sintomi di vario tipo, mi rendo conto quanto veramente la medicina sia limitata nella sua conoscenza e, se riesce ad identificare una patologia, quanto poco o niente si sappia di essa e percio’ quanto la scienza non abbia risposte terapeuriche valide e prive (o quasi) di effetti collaterali. Mi rendo conto quanto i medici procedano a tentoni imbottandoci di mecidine (veleni) che in principio, dicono loro, dovrebbero curarti ma che in realta’, se mai lo dovessero fare, ti causano altri scompensi e accidenti. Esempio: osteoporosi alla colonna vertebrale. Il dottore dice: prendi Fasomax o rischi la rottura della colonna! Ma gli studi dimostrano che, tra i tanti effetti collaterali di questo “medicinale”, il piu’ inquitentante e frequente e’ di sviluppare il tumore alla mandibola, e questo il medico non te lo dice! Non solo, studi dimostrano che, causa di un processo che non staro’ qui’ a spiegare per non dilungarmi troppo, Fasomax se assunto per tempi relativamente lunghi, la cui lungaggine non viene quantificata, paradossalmente favorisce l’insorgenza di fragilita’ ossea! Insomma, che senso ha tutto questo se non soltanto quello del profitto per le case farmaceutiche che producono Fasomax??? E questo, ripeto, e’ soltanto un esempio, un esempio pero’ che e’ la regola. Allora che fare? Che puo’ fare un paziente? Forse, chissa’, dovremmo ripiegare verso tipi di cura naturali e farci una ragione del fatto che la natura e’ quella che e’ e che ogni qualvota l’uomo cerca di sostituirsi ad essa, combina solo guai. Tanto per fare un’esempio, in Cina, i dottori curano con cio’ che la natura offre, DA MILLENNI! Le farmacie cinesi sono quelle che noi nel mondo occidentale chiamiamo erboristerie. Potete essere certi che almeno, se proprio non dovessero curare, almeno non di causano un tumore alla mandibola! Meglio correre il rischio di una possibile frattura alla colonna, piuttosto che la certezza aggiunta pure da un bel tumorino alla mandibola!

    • Elena Amato

      Buon pomeriggio, e grazie per averci scritto.

      Lei sa che anche i principi attivi di origine vegetale possono rivelarsi dei veleni?
      In fondo l’industria farmaceutica parte quasi sempre da materie prime di origine vegetale, e così come alcuni farmaci possono fare male, altri (e molti altri) possono salvare la vita.

      Potrei scrivere un’enciclopedia elencando tutte le malattie, mortali in passato, che ora si curano facilmente e in modo definitivo grazie ai farmaci.

      Cordiali saluti, e grazie per aver espresso il suo pensiero con noi.

      Dott.ssa Elena Amato

  3. Più leggi internet e più paranoie si fanno, sono più le cose brutte che quelle che possono aiutarti, praticamente se stavi bene ti ammali per aver letto

  4. Bene..quindi dopo aver letto il tutto..ho davanti poche ora di vita.

  5. io allora quante mallattie ho?

  6. io presento stimoli di urinare sempre e da 4 o 5 mesi pancia gonfia

  7. Lucia Mazzarino

    Merita essere letto e condiviso , grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *