© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Prima pagina ♥ » Salute » Artrite: Rallenta Gli Effetti Grazie Ai Broccoli

Artrite: Rallenta Gli Effetti Grazie Ai Broccoli

Help – aiuto!
»L'articolo è troppo lungo o hai bisogno SUBITO d'aiuto?  Lascia un commento . Clicca qui: ti aiuterò personalmente il prima possibile – Dott.ssa Viola Dante =)

Più di 8,5 milioni di persone nel Regno Unito soffrono di osteoartrite, una malattia degenerativa che colpisce in particolare mani, piedi, schiena, fianchi e ginocchia.

Mangiare tanti broccoli può rallentare e addirittura prevenire la malattia, hanno dichiarato i ricercatori britannici. L’Università di East Anglia sta iniziando la sperimentazione umana negli di studi di laboratorio dopo il successo delle prove su cellule e cavie: essi hanno infatti dimostrato che un composto di broccoli – che gli esseri umani possono anche assumere tramite i cavolini di Bruxelles e i cavoli – blocca un enzima distruttivo che danneggia la cartilagine.

Hanno semplicemente chiesto a 20 pazienti di mangiare una dose quotidiana di broccoli abbastanza particolare. Il broccolo somministrato ai pazienti era difatti una speciale verdura della famiglia delle crocifere coltivata apposta per essere più ricca di sostanze nutritive, ed era un incrocio tra i broccoli standard e un “parente” selvatico proveniente dalla Sicilia. Il corpo umano prende da questo composto la glucorafanina e la trasforma in sulforafano, che sembra proteggere le articolazioni. I volontari dovevano seguire due settimane di dieta prima di andare sotto i ferri a curare le propria ginocchia artritiche. La Dott.ssa Rose Davidson e il suo team avrebbero poi esaminato il tessuto rimosso per vedere quale impatto poteva avere avuto la cura a base di broccoli.

Abbiamo chiesto ai pazienti di mangiarne 100 grammi ogni giorno per due settimane Questo è un normale quantitativo, di buone dimensioni -circa un pugno- e si tratta di una porzione che la maggior parte delle persone dovrebbero essere felici di mangiare tutti i giorni” ha dichiarato la Dott.ssa Davidson. Mentre in due settimane è altamente improbabile che si riesca a favorire un grande cambiamento, la scienziata spera sia sufficiente per dare prove che broccoli “potenziati” potrebbero dare dei benefici agli esseri umani. “Non posso immaginare che arriverebbe a riparare o invertire il processo che riguarda l’artrite… ma potrebbe essere un modo per evitarla” ha spiegato. La sua squadra cercherà la prova che il sulforafano arriva fino a dove serve nelle giunture e causa cambiamenti positivi a livello cellulare.

Altri 20 pazienti del test, sempre in lista per l’intervento al ginocchio, non hanno seguito la dieta e saranno utilizzati come gruppo di confronto. Il Prof. Alan Silman, della Arthritis Research UK, che è l’ente che si occupa di finanziare gli studi della Dott.ssa Davidson, ha dichiarato: “Fino ad ora la ricerca ha dimostrato che il cibo o la dieta possono rivestire un ruolo nel ridurre la progressione dell’osteoartrosi, quindi se questi risultati potessero essere replicati negli esseri umani, sarebbe un bel passo avanti”.

Il broccolo speciale, noto come “Broccolo di Beneforte”, è stato sviluppato dalla ricerca finanziata pubblicamente presso l’Istituto Food Research del Regno Unito e dal John Innes Centre.

Sappiamo che l’esercizio fisico e un peso sano possono migliorare i sintomi delle persone e, contemporaneamente, ridurre le probabilità di progressione della malattia, ma questo studio aggiunge un ulteriore livello nella comprensione di come la dieta può fare la sua parte” ha infine concluso il Prof. Silman.

I risultati della sperimentazione animale della Dott.ssa Davidson sono stati pubblicati sulla rivista “Arthritis & Rheumatism”.

Autore | Daniela Bortolotti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Dai un voto al mio lavoro, per favore.
caricamento...
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Dai un voto al mio lavoro, per favore.
caricamento...

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo dal 2003 al 2008. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Prova anche

Informazioni Veloci Sul Mal Di Schiena: Cosa Fare e Segnali D'Allarme

Informazioni Veloci Sul Mal Di Schiena: Cosa Fare e Segnali D’Allarme

Help – aiuto!»L'articolo è troppo lungo o hai bisogno SUBITO d'aiuto?  Lascia un commento . Clicca …

Newsletter - 100% GRATIS e senza pubblicità!

Rimani aggiornato! Sarò la tua agenda personale, per tenerti in forma ed in salute ogni giorno.

Newsletter - 100% GRATIS e senza pubblicità!

Rimani aggiornato! Sarò la tua agenda personale, per tenerti in forma ed in salute ogni giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *