© Tutti i diritti riservati e della Proprietà di salute-e-benessere.org

Prima pagina ♥ » Nutrizione » Alimenti Bio: 5 Segreti Per Fare Economia

Alimenti Bio: 5 Segreti Per Fare Economia

State pensando di passare definitivamente al cibo biologico? Fate attenzione: non deve costarvi una fortuna. Ecco come si può dire sì all’alimentazione organica senza infierire troppo sul bilancio famigliare.

Perché passare al biologico?

Se state cercando di decidere tra i cibi organici e quelli normali, pensate alle mele: le mele non biologiche potrebbero essere meno costose, ma possono portare un cartellino del prezzo ambientale e sociale pesante. “L’agricoltura ha un enorme impatto ambientale“, spiega Laura Telford, direttore nazionale dei Canadian Organic Growers. “Questo può significare costi ambientali e sociali. Queste cose si sommano e hanno un impatto enorme sulla nostra salute“.

Ma come è possibile effettuare il passaggio al biologico senza accendere un mutuo in banca?
Seguite i nostri consigli.

P U B B L I C I T A'

1. Coltivate il vostro cibo

La cosa migliore che potete fare è quella di sviluppare un rapporto con il cibo e la sua crescita“, spiega Laura Telford. Sia che abbiate scelto la coltivazione di erbe sul davanzale della cucina o di coltivare pomodori nel vostro giardino, veder crescere il proprio cibo può aiutare a sviluppare migliori abitudini alimentari che fanno pensare di cibo in un modo nuovo. Non costa molto portare a casa qualche seme e del terriccio, ma avrete la soddisfazione di mettere insieme un ottimo pasto con ingredienti freschi e privi di pesticidi.

2. Acquistate prodotti di stagione

Avete mai notato che le fragole, nel negozio di alimentari, a metà del mese di febbraio sono più costose di quanto non fossero lo scorso giugno? Mangiare a seconda delle stagioni può aiutare a risparmiare. “Frutta e verdura sono il punto di ingresso per le persone che stanno iniziando a comprare biologico, perché sono relativamente poco costose e spesso locali“, conferma Laura Telford. Il mercato degli agricoltori è un’altra grande risorsa per la ricerca di prodotti freschi di stagione. Per assicurarvi che ciò che state comprando è organico, non abbiate paura di chiedere all’agricoltore la prova di certificazione biologica, se non è già in esposizione. “Ogni agricoltore biologico non è di certo ritroso nel mostrare che ha il certificato“, aggiunge la Telford.

3. Andate dritti alla fonte

Frutta e verdura biologica possono essere un primo passo, ma il passaggio alla carne biologica vi costerà. “La carne è di gran lunga la parte più costosa” conferma Laura Telford. Tuttavia, si sottolinea che l’acquisto diretto da un agricoltore è spesso la scelta più economica. Comprare la carne in grossi quantitativi vi dà la possibilità di rifornire il vostro freezer con una varietà di tagli preconfezionati, che non sono solo convenienti, ma anche utili per pianificare la vostra cena settimanale.

4. Fatevi consegnare il cibo a domicilio

Gli alimenti biologici e i loro servizi di consegna stanno guadagnando popolarità grazie alla praticità e convenienza. Ad esempio, la Green Earth Organics è un servizio che offre consegne settimanali e bisettimanali di cassette di frutta e verdura biologica (così come altri prodotti biologici), che è possibile personalizzare per soddisfare i gusti della vostra famiglia. Controllate in rete e sicuramente troverete qualcosa di simile anche nella vostra città. I servizi di consegna sono ideali per chi non ha molto tempo e possono servire a rifornirvi di prodotti che potreste avere trascurato presso il negozio di alimentari, in passato.

5. Fate un passo alla volta

Prendere la decisione di passare al cibo biologico non significa necessariamente che si deve costituire ex novo una intera cucina. Si può decidere di iniziare semplicemente di sostituire i cibi ad alto contenuto di pesticidi con le loro controparti biologiche. La Environmental Working Group ha elencato sedano, pesche, fragole, mele e mirtilli in cima alla top ten dei pesticidi, mentre cipolle, avocado e mais dolce sono relativamente sicuri.

Passare all’organico comporta un certo livello di sacrificio finanziario, ma Laura Telford suggerisce di guardare il quadro più ampio. “Il cibo è parte della nostra salute generale” spiega l’esperta. “Non possiamo permetterci di spendere poco per alimentarci in modo sano“.

Autore | Daniela Bortolotti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Un commento

  1. Maria Aliberti

    È necessario cambiare il paradigma di alimentazione non limitarsi e convertire i cibi in bio. Facendo scelte consapevoli il budget non si alzerà di molto: meno carne, legumi, frutta solo di stagione.
    http://www.ilbioilbruttoilcattivo.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *