© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Prima pagina ♥ » Salute » Intolleranza Al Lattosio: 8 Segnali Inconfondibili

Intolleranza Al Lattosio: 8 Segnali Inconfondibili

Help – aiuto!
»L'articolo è troppo lungo o hai bisogno SUBITO d'aiuto?  Lascia un commento . Clicca qui: ti aiuterò personalmente il prima possibile – Dott.ssa Viola Dante =)

L’intolleranza al lattosio colpisce circa 7 milioni di individui: scoprite se siete uno di loro.

Avete una intolleranza?

Vi sentite male dopo aver bevuto latte o dopo un gelato? Se il vostro corpo reagisce negativamente dopo che avete consumato prodotti lattiero-caseari, potreste essere affetti da intolleranza al lattosio. Secondo il Dott. Desmond Leddin, membro del consiglio della Digestive Health Foundation (CDHF), alle persone con questa condizione manca l’enzima lattasi, che scompone e aiuta ad assorbire il lattosio, lo zucchero presente nei prodotti lattiero-caseari. Se il lattosio non viene digerito correttamente, può causare una varietà di sintomi di disagio nel colon e in tutto il corpo. È stato stimato che più di 7 milioni di individui (dato canadese) sono affetti da intolleranza al lattosio. Potreste essere uno di loro? Individuate questi otto segnali, che indicano che potreste essere intolleranti al lattosio.

1. Presentate i sintomi classici

La Digestive Health Foundation elenca i seguenti sintomi come possibili segni premonitori di intolleranza al lattosio:

• Diarrea che dura più di cinque giorni
Perdita di peso non intenzionale
• Vomito persistente
• Diarrea sanguinante, o sangue rosso vivo nelle feci
• Stanchezza inspiegabile
Dolore nella zona dello stomaco che migliora o peggiora quando si mangia
Febbre persistente
• Dolore quando si hanno movimenti intestinali

Il Dott. Leddin spiega che, se si soffre di questi sintomi, il medico può fare riferimento a un gastroenterologo, uno specialista che si occupa di diagnosi e trattamento della malattia che colpisce il sistema digestivo.

2. Altri disturbi digestivi sono già stati esclusi

A volte i sintomi digestivi derivano da una malattia temporanea come una influenza, una reazione ad alcuni farmaci, o una condizione di base più cronica“, dice Leddin. Il medico effettuerà un processo di eliminazione prima della diagnosi di intolleranza al lattosio. Una volta che influenza, virus allo stomaco e altri fattori saranno stati esclusi, l’intolleranza al lattosio sarà considerata una possibile causa dei vostri mali.

3. I sintomi compaiono rapidamente dopo il consumo di lattosio

Sintomi quali mal di stomaco, gonfiore, meteorismo e diarrea possono avvenire generalmente entro 1-3 ore dopo aver mangiato qualcosa che contiene lattosio, ma questo lasso di tempo può variare a seconda di che si mangia e del quantitativo. “A volte i sintomi compaiono la mattina seguente se le persone hanno mangiato alimenti contenenti lattosio prima di andare a letto“, spiega Leddin.

4. I sintomi scompaiono quando si smette di mangiare lattosio

Se si verifica uno dei classici sintomi dopo aver mangiato prodotti caseari, il Dott. Leddin sostiene che il miglior trattamento è quello di evitare completamente i prodotti lattiero-caseari. La Digestive Health Foundation consiglia di rimuovere tutti i prodotti che contengono lattosio dalla dieta per 1-2 settimane per vedere se i sintomi scompaiono. Se lo fanno, c’è un’alta possibilità che siate intolleranti al lattosio.

5. Fate parte di un gruppo etnico specifico

Il Dott. Leddin conferma che una forma di intolleranza al lattosio è “determinata dal corredo genetico ed è molto comune in alcuni gruppi etnici come i popoli indigeni e quelli asiatici“.

6. Di recente avete avuto disturbi di stomaco

Il rivestimento del vostro intestino può divenire dolorante e restare danneggiato dopo un periodo di influenza dello stomaco, o se soffrite di celiachia . Un individuo che vede segnali di intolleranza al lattosio in queste situazioni potrebbe esserne afflitto a causa di una sensibilità temporanea al lattosio. Per fortuna, questo tipo di intolleranza può essere di breve durata. “Quando il danno per l’intestino guarisce dopo la malattia, la capacità di digerire il lattosio può tornare“, spiega Leddin. Alcuni – ma non tutti – i malati di celiachia possono anche riprendere la normale digestione del lattosio dopo un po’ di tempo trascorso a seguire una dieta speciale creata per i pazienti celiaci.

7. Latticini di tanto in tanto fanno male

Ci sono vari gradi di intolleranza al lattosio. Alcune persone possono tollerare un po’ di lattosio senza ammalarsi, mentre altri non possono consumare neanche una piccola quantità senza sentirsi male. “L’intolleranza al lattosio non è una situazione definita“, spiega Leddin. Non è raro che alcuni individui intolleranti al lattosio possano essere in grado di digerire formaggi a pasta dura e yogurt più facilmente di altri prodotti caseari. Secondo la Mayo Clinic, i formaggi a pasta dura come l’emmenthal svizzero e il cheddar sono meno difficili da digerire perché contengono piccole quantità di lattosio. Lo yogurt è più digeribile a causa di come è fatto: il processo di coltura dello yogurt crea naturalmente l’enzima che scompone il lattosio.

8. Assumere gli enzimi della lattasi vi fa sentire meglio

Gli individui con intolleranza al lattosio spesso si sentono meglio quando aggiungono gli enzimi della lattasi alla loro dieta. “Questi enzimi sono disponibili nelle farmacie e negozi di prodotti naturali e aiutano a minimizzare gli effetti della intolleranza al lattosio“, spiega il Dott. Leddin. Gocce non soggette a prescrizione o compresse assunte prima di un pasto o uno spuntino che comprende prodotti lattiero-caseari sono un modo semplice per portare sollievo al disagio di chi è intollerante.

Autore | Daniela Bortolotti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Dai un voto al mio lavoro, per favore.
caricamento...
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Dai un voto al mio lavoro, per favore.
caricamento...

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo dal 2003 al 2008. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Prova anche

Informazioni Veloci Sul Mal Di Schiena: Cosa Fare e Segnali D'Allarme

Informazioni Veloci Sul Mal Di Schiena: Cosa Fare e Segnali D’Allarme

Help – aiuto!»L'articolo è troppo lungo o hai bisogno SUBITO d'aiuto?  Lascia un commento . Clicca …

Newsletter - 100% GRATIS e senza pubblicità!

Rimani aggiornato! Sarò la tua agenda personale, per tenerti in forma ed in salute ogni giorno.

Newsletter - 100% GRATIS e senza pubblicità!

Rimani aggiornato! Sarò la tua agenda personale, per tenerti in forma ed in salute ogni giorno.

Un commento

  1. Salve, leggendo l’articolo deduco che non é corretto eliminare in modo definitivo tutti i prodotti colpevoli..se si assumono gli enzimi. Se invece non li voglio assumere, dovrò rinunciare alla tazza di latte al mattino così come quei formaggi cremoso, il gelato ecc..giusto? Se fosse cosi, con cosa posso sostituire, se si deve,?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *