© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Prima pagina ♥ » Salute » IL SONNO: SEI MITI TUTTI DA SFATARE

IL SONNO: SEI MITI TUTTI DA SFATARE

Sandra Ianculescu – Che il sonno sia essenziale per la salute lo sappiamo tutti. Il problema è il buon sonno. Quante ore per notte dobbiamo dormire? Che cosa succede se dormiamo meno? Possiamo recuperare il sonno perduto? Trova le risposte a queste domande, analizzando i miti più comuni sul sonno.

Tutti devono dormire otto ore per notte

Non bisogna necessariamente dormire otto, nove o dieci ore. Ogni persona ha le sue esigenze e saprai che hai dormito abbastanza quando i tuoi occhi non si chiuderanno involontariamente nel pomeriggio. Osserva come ti senti dopo un certo numero di ore di sonno e sarai in grado di capire qual è l’intervallo orario perfetto per te.

Più dormi, più sana sei

Sbagliato! Gli studi hanno dimostrato che le persone che dormono di più hanno una speranza di vita inferiore. Non si sa se troppo sonno è responsabile per la salute debole o è solo una sua conseguenza, più probabile è la seconda ipotesi. Le persone che soffrono di apnea del sonno, diabete o depressione dormono di più. Se ti confronti con uno stato permanente di sonnolenza, consulta il medico.

Alcune persone possono dormire solo quattro ore per notte

Margaret Thatcher e Madonna sono due dei tanti personaggi famosi che dormono poco, ma questa cosa non è così buona come si pensa. Alcune persone semplicemente non si rendono conto che hanno sonno perché consumano caffè, cola o energizzanti ma in loro assenza si renderebbero conto che sono esaurite. Il sonno insufficiente fa male alla salute e anche all’aspetto: il cervello non può più funzionare alla capacità massima, quindi non sarai più così produttiva al lavoro; il sistema immunitario s’indebolisce e ti ammalerai più facilmente e anche i chili si accumuleranno più rapidamente che mai. Le donne che non dormono bene hanno più probabilità di ingrassare anche se non cambiano la loro alimentazione. Per non parlare di quanto sia pericolosa la mancanza di sonno per gli autisti…

Se ti svegli di notte, significa che sarai stanca tutto il giorno

Non necessariamente. Potrebbe essere il ciclo naturale dell’organismo. Ci sono molti animali che dormono così, e sembra che anche i nostri antenati si svegliassero spesso di notte. Certo, dipende dal motivo per cui ti svegli: se la colpa è ad esempio del rumore intorno a te, non si tratta più del ciclo naturale del corpo.

Se soffri d’insonnia, hai bisogno di sonniferi

Questi farmaci sono progettati per trattare l’insonnia per un breve periodo. Se il tuo problema ha una causa conosciuta, che si risolverà presto (per esempio una questione che ti stressa al momento), probabilmente il medico ti prescriverà dei sonniferi. Se non hai alcun motivo di stress i farmaci non ti aiuteranno perché l’insonnia non è una malattia in sé, ma un sintomo. Nella maggior parte delle volte, sono colpevoli le cattive abitudini (bere il caffè alla sera, stare al computer prima di andare a letto, e così via), ma anche alcune malattie, come la depressione o l’ansia. La terapia cognitivo-comportamentale può dare buoni risultati nei casi d’insonnia.

Puoi recuperare il sonno perduto

Se non dormi durante la settimana e poi rimani a letto tutto il week-end, è come se fossi bulimica. Il corpo ha bisogno di sonno in un modo costante, così come ha bisogno di cibo. Questo comportamento altera il ritmo circadiano e ti impedisce di riposare bene anche se dormi molto. Se al sabato ti svegli all’una del pomeriggio, non sarai in grado di andare a letto prima dell’una di notte e il modello si ripeterà la domenica. Così, invece di recuperare il sonno perso durante la settimana, non farai che rovinare il tuo sonno nella prossima settimana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *