© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Prima pagina ♥ » Salute » Grassi Saturi: Le Ultime Novità

Grassi Saturi: Le Ultime Novità

I grassi saturi, come quelli contenuti in carni rosse e gelati ad alto contenuto di grassi potrebbero non essere così nocivi per il cuore, in fondo.
Secondo un rapporto del British Medical Journal, essi non sono correlati con malattie cardiache.

Buone notizie quindi? Non così in fretta. Questa è solo la prima parte della storia, secondo due esperti di nutrizione: Frank Hu, MD, PhD, MPH, professore di nutrizione ed epidemiologia ad Harvard, e Alice Lichtenstein, DSc, direttrice del Cardiovascular Nutrition Laboratory alla Tufts University.

Le persone che riducono il consumo di grassi saturi tendono a iniziare a mangiare più carboidrati raffinati e poco salutari, come il pane, affermano. E neanch’essi sono salutari per il cuore.

D: I risultati di questa ricerca indicano che possiamo mangiare tutti i grassi saturi che vogliamo?
“Non proprio” afferma Hu, “credo che sia necessario separare i risultati attentamente. Quando le persone riducono il consumo di grassi saturi, se li sostituiscono con carboidrati raffinati come pane e riso bianchi e ciambelle, questo non porterà a nulla di buono, perché un consumo eccessivo di carboidrati raffinati porta a un aumento di rischio di malattie cardiache” ,spiega.

Gli autori della ricerca consigliano di controllare con attenzione ciò che si mangia, quando si riducono i grassi saturi.

“Se si mettono a confronto i grassi saturi e i carboidrati raffinati, si può notare che sono entrambi poco salutari. In sostanza sono equivalenti nella loro correlazione ai rischi di malattie cardiache.

Secondo Lichtenstein, lo studio non fornisce prove evidenti che i grassi saturi non causino problemi al cuore. “Se non vengono considerati i cibi con i quali si sostituiscono i grassi saturi, è difficile ottenere valide conclusioni” ,afferma.

D: Quali sono le conclusioni?
“Il miglior suggerimento che possiamo dare è quello di limitare gli acidi grassi saturi come carne e prodotti caseari (es. burro) , e sostituirli con acidi grassi polinsaturi, come olio di soia e di mais, ed evitare i carboidrati” dice Lichtenstein.

Hu condivide tali affermazioni. Dice che se si sostituiscono i grassi saturi nella propria dieta con grassi più benefici come oli vegetali, noci e frutti di mare, si vedrà ridotto il rischio di problemi cardiaci.

D: Quanti grassi saturi si possono mangiare per restare in salute?
Le linee guida nutrizionali suggeriscono di non superare il 10% di grassi saturi nella dieta giornaliera. Hu definisce “ragionevole” questo valore.
“I grassi insaturi provengono da alcuni cibi benefici come olio d’oliva e noci, dobbiamo cercare di limitare il consumo di cibi non sani con alto contenuto di grassi saturi, come carni rosse, carni lavorate, burro e prodotti simili” , dice.

D. E riguardo gli oli per cucinare?

Secondo Lichtenstein, l’olio di soia e di mais possono sostituire i grassi animali.
C’è inoltre l’olio di oliva, di canola, oli vegetali, e miscele come olio di colza, soia, mais e cartamo, dice Hu.

“Credo sia una buona strada da seguire per la maggior parte della gente. L’olio di palma e gli oli tropicali hanno un alto contenuto di grassi saturi.
Non dico di non consumarli affatto…ma la fonte primaria di olio per cucinare dovrebbero essere oli vegetali ad alto contenuto di grassi insaturi, anziché grassi animali o tropicali.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Grassi Saturi: Le Ultime Novità
5 (100%) 1 voto/i
caricamento...
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Grassi Saturi: Le Ultime Novità
5 (100%) 1 voto/i
caricamento...

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo dal 2003 al 2008. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali.

Prova anche

Palmitoiletanolamide pea

Palmitoiletanolamide (PEA): Antidolorifico, Antinfiammatorio – Integratore Alimentare

PALMITOILETANOLAMIDE – E’ stata scoperta nel 1957 e il Premio Nobel Prof.ssa Rita Levi Montalcini …

Iscriviti Alla Newsletter Della Salute

Da oggi puoi ricevere GRATIS gli ultimi articoli pubblicati su Salute e Benessere direttamente nella tua casella di posta elettronica.

Se ti son piaciuti i temi da me trattati e la qualità del lavoro svolto, torna a trovarmi quando pubblicherò un nuovo approfondimento sulla salute ed il benessere.

Tu, ti iscrivi. 
Io ti mando le novità appena pubblicate, così che anche tu possa partecipare alla discussione!
La tua migliore email...