© Tutti i diritti riservati e della Proprietà di salute-e-benessere.org

Prima pagina ♥ » Salute » Alleviare Il Prurito: Ecco Cinque Rimedi Casalinghi

Alleviare Il Prurito: Ecco Cinque Rimedi Casalinghi

Grattarsi o non grattarsi? Questo è il problema! Di fronte al prurito tendiamo a grattarci, così la maggior parte delle persone pensa di rimuovere il problema. Anche se ciò può risultare momentaneamente soddisfacente, in realtà grattarsi eccessivamente può ferire la pelle e, se la lesioni sei propenso alle infezioni. Il prurito è causato da stimoli provenienti da una parte della tua pelle. L’adulto medio ha 2 mq di pelle, completamente esposta al mondo delle sostanze irritanti. Quando qualcosa disturba la tua pelle, il prurito funziona come un meccanismo di difesa che avvisa il corpo e può essere un lieve fastidio o talmente irritante da privarci del sonno. Si può avere prurito per vari motivi, tra cui reazioni allergiche, scottature, punture di insetti, edera velenosa, reazioni a prodotti chimici, saponi e detergenti, farmaci, tempo secco, infezioni della pelle e invecchiamento. Non possiamo occuparci qui di pruriti più gravi, come quelli dovuti a psoriasi o altre malattie.

Grattarsi non è l’unica soluzione al prurito e neanche gli utensili della cucina. Esistono comunque cinque semplici rimedi:

1. Bagno con bicarbonato di soda e farina d’avena: il bicarbonato combatte ogni tipo di prurito. Per un prurito diffuso o difficile da alleviare, immergiti in acqua e bicarbonato. Aggiungine una tazza nella vasca da bagno e immergiti per 30 – 60 minuti. Un prurito localizzato può invece essere trattato con una pasta al bicarbonato di sodio: mescola 3 parti di bicarbonato con una parte di acqua, applicala sulla zona pruriginosa, ma evita di farlo se la pelle è ferita. Oppure aggiungi 1-2 tazze di farina d’avena in una vasca con acqua calda. Anche questo metodo è utile contro il prurito.

2. Molte ricette americane di rimedi popolari indicano il limone come elemento utile per trattare il prurito. Le sostanze aromatiche di un limone contengono proprietà anestetiche e anti-infiammatorie che possono aiutarti a ridurre il fastidio. Se non altro, avrai un buon odore. Applica il succo puro di un limone sulla pelle e lascia asciugare.

P U B B L I C I T A'

3. Bacche di ginepro: gli indiani d’America delle tribù di Paiute, Shoshone e Cherokee sanno come fermare il prurito. Utilizzano ciò che riescono a reperire in natura, cioè le bacche di ginepro (non hanno bisogno di andare in una zona desertica, per trovarle basta andare in un negozio di alimentari). Queste bacche contengono sostanze anti-infiammatorie e, se combinate con i chiodi di garofano, il prurito sparirà più velocemente, perché questi ultimi contengono eugenolo, utile per intorpidire le terminazioni nervose. Per preparare un unguento con entrambe le spezie, fai sciogliere 85 grammi di burro in una casseruola. In un’altra padella fai sciogliere un po’ di cera d’api (circa due cucchiai). Quando la cera sarà sciolta, aggiungila al burro e mescola bene. Aggiungi 5 cucchiai di bacche di ginepro e 3 cucchiaini di chiodi di garofano al composto e mescola. Lascia raffreddare e applica sulla pelle pruriginosa. Ricorda che è meglio macinare le spezie in casa, perché le sostanze volatili si conservano meglio in bacche e chiodi interi.

4. Erbe (basilico, menta, timo): spalma sulla pelle un rinfrescante tè al basilico. Come i chiodi di garofano, il basilico contiene elevate quantità di eugenolo, un anestetico locale. Metti 15 grammi di foglie secche di basilico in un litro di acqua bollente. Mantieni coperto e lascia raffreddare. Filtra, immergi un panno pulito nel tè e applicalo sulla zona interessata. Se vuoi conservare il basilico per un buon piatto di spaghetti, prova con un tè alla menta. La medicina popolare cinese valuta la menta come un trattamento per prurito e orticaria. La menta contiene quantità significative di mentolo, il quale ha proprietà anestetiche e anti-infiammatorie. In generale, quest’erba contiene anche elevate quantità di acido rosmarinico, anti-infiammatorio che viene facilmente assorbito dalla pelle. Per preparare un tè alla menta, metti 25 grammi di foglie essiccate di menta in un litro di acqua bollente. Copri e lascia raffreddare. Filtra, immergi un panno pulito nel tè e applicalo sulla parte pruriginosa. Se vuoi conservare la menta per un bicchiere di limonata, c’è ancora un’altra erba che puoi utilizzare come rimedio contro il prurito, il timo. Questa erba profumata contiene grandi quantità di timolo, il quale possiede proprietà anti-infiammatorie e anestetiche. In altre parole, intorpidisce il prurito e riduce l’infiammazione causata dai graffi. Metti 15 grammi di foglie essiccate di timo in un litro di acqua bollente. Copri e lascia raffreddare. Filtra e immergi un panno pulito nel tè e poi applicalo sulla zona interessata. Ricorda che nella medicina popolare cinese viene aggiunta la radice di tarassaco. Puoi mettere 30 grammi di radice di tarassaco essiccata e 15 grammi di foglie essiccate di timo in un litro di acqua bollente.

5. Aloe vera: un must per le ustioni, ma per il prurito? Gli stessi componenti che riducono la formazione di vesciche e infiammazioni in caso di ustione funzionano anche per ridurre il prurito. Taglia una foglia di aloe vera e strofina il liquido sulla pelle pruriginosa.

Consigli

• Cerca di non grattarti;
• Indossa guanti, se necessario, per evitare di ferire la pelle grattandoti con le unghie.

Autore | Anna Abategiovanni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l’Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo.
Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

9 Commenti

  1. buona dott.ssa la prego mi aiuti ho un prurito che mi sento impazzire, detto da medico curante e una dermatite, ma come è possibile che alla mutua non ci sia un dermatologo ma le persone debbono morire a chi mi debbo rivolgere per favore mi dica qualche medicina che mi faccia calmare questo prurito grazie

    • Buonasera rita e benvenuta,

      » strano il suo medico non le abbia suggerito nulla.

      In attesa di essere visitata (se dovesse notare dei pomfi chiami il medico o vada al pronto soccorso), provi a mettere in pratica i consigli summenzionati. Anche se forse il più rapido potrebbe essere un impacco di ghiaccio anti prurito: legga questo articolo per favore – e non metta a contatto diretto il ghiaccio con la pelle per troppo tempo.

      Per quanto riguarda le pomate, potrebbe provare con delle creme al mentolo o rivolgersi verso dei cortisonici topici. Chieda al suo medico curante.

  2. Salve dottoressa,
    Ho 18 anni e In primavera mi viene sempre prurito sulle gambe , bel linguine ,le braccia e il collo. È un prurito molto fastidioso e brucia mi dura tutto il giorno e anche la notte .
    Come potrei fare , e cosa potrei mettere ?
    La ringrazio già buona giornata

  3. il mio bimbo di 5 mesi e mezzo ha attacchi di prurito sotto il collo tutte le notti. La pediatra mi ha consigliato il cytelium, non è stato efficace, anzi forse ha peggiorato il prurito. Ho provato con creme alla calendula, aiutano il rossore ma non tolgono il prurito. Capita solo di notte, il bambino su nutre solo con il latte materno. Potrebbe essere qualche allergia? Come posso aiutarlo?Non so più che fare!!!

    • Buonasera Eleonora, e grazie per il tuo commento.

      Io sono una farmacista e non avrei mai consigliato il Cytelium Lozione per trattare il prurito associato a rossore. Il Cytelium infatti non contiene alcun principio attivo in grado di alleviare il prurito, ma viene prescritto e utilizzato solo per alleviare il rossore da pannolino causato dall’umidità del pannolino bagnato. Questo parafarmaco, una lozione, contiene silicati di magnesio dall’azione assorbente, l’Avena Rhealba dall’azione lenitiva e addolcente per alleviare il rossore, e l’ossido di zinco dall’azione protettiva e antimicrobica per eliminare i batteri che possono annidarsi in queste arie umide del corpo e causare l’infezione che porta al dolore e al rossore.

      Io indagherei innanzitutto sulle cause del prurito. Cercherei di capire se è allergico al tessuto del cuscino, del lenzuolino o del pigiamino, visto che il rossore e il prurito sono localizzati in modo specifico nell’area del collo e sparisce quando non ne entra a contatto. In alternativa, potrebbe trattarsi di dermatite atopica: una condizione molto frequente nei bambini dai 0 a ai 5 anni dalle cause sconosciute. Essa causa un forte rossore e forte prurito, soprattutto di notte, che rende più secca la pelle dei bambini.

      La pelle di questi bambini ha bisogno di particolari cure, semplici accorgimenti da seguire nella routine quotidiana che possono fungere da veri e propri rimedi naturali per curare la dermatite atopica nei bambini.

      – porre a contatto della pelle dei nostri bambini indumenti o corredo fatti di tessuti naturali come lino e cotone, preferibilmente dai colori chiari. Sono da evitare la lana e le tinte scure in quanto possono contenere dei coloranti o altre sostanze chimiche che possono risultare allergizzanti e di conseguenza poco tollerabili dalla pelle dei bambini.

      – evitare di metterli in contatto con tessuti che possono riempirsi facilmente di polvere e acari, come la moquette o tappeti o divani con rivestimenti non in pelle.

      – evitare di circondarlo da troppi peluche per gli stessi motivi citati sopra.

      – evitare di fare il bagnetto tutti i giorni, in quanto la pelle dei bambini affetti da dermatite atopica è già molto secca e suscettibile di infezioni, pertanto lavaggi troppo frequenti potrebbero seccare ulteriormente la loro pelle.

      – dopo il bagnetto, idratare la pelle con olio extravergine di oliva, meglio se di origine biologica.

      Spero di esserti stata d’aiuto. Resto a tua disposizione per qualsiasi dubbio o chiarimento.

      Dott.ssa Elena Amato

  4. Francesco Cristaudo

    Ho un forte prurito alle braccia, cosa posso fare?

    • Buonasera Francesco e benvenuto,

      » per il momento usa il ghiaccio. Fai degli impacchi avvolgendo del ghiaccio in un asciugamano (una tovaglietta) e “grattati dolcemente” con quello. Dovresti trovare subito del sollievo.
      Mi raccomando: non tenere il ghiaccio a diretto contatto con la pelle. E non tenere l’impacco col ghiaccio a contatto con la pelle per più di 20-30 minuti.

      Poi leggi questo articolo per cercare di capire il perchè di questo prurito: Prurito Alla Pelle, Cos’è e Cosa Fare Per Alleviarlo

  5. Maria Lucia e

    E un periodo che ho prurito al viso bruciori occhi e prurito sempre ad un punto alla spalla e non so come fare. Mi devo prendere gli antistaminici ?
    Mi trovo ad un periodo di streess,!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *