© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Prima pagina ♥ » Nutrizione » Sicura Che Il Tuo Snack Preferito Sia Sano?

Sicura Che Il Tuo Snack Preferito Sia Sano?

Help – aiuto!
»L'articolo è troppo lungo o hai bisogno SUBITO d'aiuto?  Lascia un commento . Clicca qui: ti aiuterò personalmente il prima possibile – Dott.ssa Viola Dante =)

Qualsiasi snack definito salutare è finito sotto processo, prima o poi – ricordate le gallette di riso? Per quanto sapessero di cartone, sono state “lo” snack salutare per eccellenza, per un po’. Ma, sono le gallette di riso e altri snack così definiti ‘salutari’ davvero un bene per te – o sono in realtà una minaccia?

In parole povere, uno snack dovrebbe essere un nutriente mini-pasto, una merenda che ti offre ‘un pacchetto completo’, ovvero tutti i nutrimenti necessari che servono al tuo corpo per ‘funzionare’ e rendere dunque la pausa il momento in cui si ‘recuperano le forze’. Di solito però, una merenda contiene elevati livelli di zuccheri e/o calorie, e molti pochi benefici nutrizionali. In alcuni casi dunque, uno snack potrebbe essere per te non così differente da una barretta di cioccolato o un biscotto.

In questo articolo daremo un voto a otto snack popolari. Decidi tu se pensi possano far bene per te.

Snack #1: Gallette di riso

Questo snack “dietetico”, incredibilmente popolare, contiene appena 35 calorie, ma è fatto di riso soffiato, un ingrediente che contiene un elevato quantitativo di zuccheri e ha un profilo nutrizionale estremamente basso. “Sono in pratica fatte d’aria,” afferma Sharon Palmer, ricercatrice e dietologa. “Meglio scegliere invece uno snack a basso indice glicemico, che sia in grado di farti sentire sazia più a lungo.”

Verdetto: Mollalo. “L’obiettivo, è ridurre le calorie ma ottenere nutrienti,” afferma la Palmer. “Per lo stesso ammontare di calorie, puoi scegliere di fare merenda con una tazza di fragole; più nutriente e saporita.”

Snack #2: Patatine al cavolo

L’ultimo snack “alla moda” del momento. Per quanto il cavolo riccio sia ricco in vitamina A, C e K, una busta di sfogliatine di cavolo potrebbe contenere più additivi di quanti tu non creda. “Tra olii, aromatizzanti e sali, alcune marche di patatine al cavolo potrebbero arrivare ad avere persino più calorie delle patatine classiche – 160 calorie per 30 gr. – e carrettate di sale,” afferma Palmer. “Inoltre, alcune di queste patatine vegetali contengono comunque delle patate, e altre verdure (in forma disidratata).”

Verdetto: Molla la busta e fattele tu. Arrostisci del cavolo riccio con un po’ di olio d’oliva, erbe e spezie per ottenerne il massimo dei benefici. Ma se preferisci comprarle in busta già fatte, leggi bene le etichette e non comprare un prodotto che non abbia il cavolo riccio indicato come primo ingrediente.

Snack #3: Sfoglie di patate dolci

Se pensi che sostituire le patate con le patate dolci sia una scelta ben più salutare – beh, avresti ragione. Perché le patate dolci contengono più fibre e vitamine A e C delle patate classiche. Assicurati solo, come sempre, che se decidi di comprarle al supermercato già confezionate, quelle patate dolci in formato patatine non contengano ingredienti che non vorresti ingerire. “Queste patatine dovrebbero contenere soltanto patate dolci, olio vegetale, sale e giusto qualche erba o spezia,” afferma Rachel Begun, dietologa e portavoce della Academy of Nutrition and Dietetics.

Verdetto: Tienilo.

Snack #4: Barrette proteiche

Il fatto che le barrette proteiche siano nella zona ‘dietetica’ del supermercato, non significa che lo siano effettivamente. “Molte barrette proteiche non sono molto diverse da quelle ricoperte di cioccolato, con una valanga di zuccheri aggiunti e ingredienti artificiali,” afferma la Begun. “Considera dunque una barretta proteica come qualcosa che dovrebbe essere consumato in situazioni di emergenza, quando qualsiasi altra miglior opzione non sarà a portata di mano.”

Verdetto: Mollale – A meno che tu non sia in una situazione di stretta necessità.

Snack #5: Croccante

Per anni, il croccante (un mix di cereali, muesli prevalentemente, e frutti disidratati o secchi più miele) è stato considerato un cibo salutare; ma, se acquistato al supermercato anziché fatto in casa, è in realtà ricco di calorie, e grassi. “La maggior parte delle persone non sa che un quarto di tazza di croccante contiene 149 calorie,” afferma Gina Keatley, chef e nutrizionista di New York.

Verdetto: Mollalo. Per quanto il croccante contenga fibre in grado di mantenere basso il colesterolo cattivo, non è un’opzione povera in calorie.

Snack #6: Cracker e patatine al forno

Non è detto che un prodotto “fatto al forno” sia tanto meglio. Ad esempio, le patatine fatte al forno spesso contengono amido di mais e zuccheri aggiunti. “Sono prodotti particolarmente elaborati, e contengono solitamente elevati quantitativi di calorie, grassi e sodio,” afferma la Keatley.

Verdetto: Eliminali dalla tua dieta.

Snack #7: Cracker di riso

I cracker di riso sono un’ottima opzione per coloro che presentano un’allergia o un’intolleranza al glutine, secondo Schmitt. “Contengono pochissimi se non addirittura zero grassi saturi; sono quindi più sani di qualsiasi altro snack,” afferma. Il lato negativo: Sono essenzialmente dei carboidrati, contengono dunque pochissime fibre.

Verdetto: Mollali. Se non soffri di intolleranza alle graminacee, scegli cracker ai 5 cereali, e come companatico usa dell’hummus, dello yogurt o una salsa ai legumi.

Autore | Enrica Bartalotta

© RIPRODUZIONE RISERVATA

» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Dai un voto al mio lavoro, per favore.
caricamento...
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Dai un voto al mio lavoro, per favore.
caricamento...

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo dal 2003 al 2008. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Prova anche

Oli Vegetali: Fanno Davvero Bene Alla Salute?

Oli Vegetali: Fanno Davvero Bene Alla Salute?

Newsletter - 100% GRATIS e senza pubblicità!

Rimani aggiornato! Sarò la tua agenda personale, per tenerti in forma ed in salute ogni giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *