© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Prima pagina ♥ » Nutrizione » LE CONSEGUENZE DI UNA ALIMENTAZIONE SCORRETTA E SQUILIBRATA

LE CONSEGUENZE DI UNA ALIMENTAZIONE SCORRETTA E SQUILIBRATA

Vitamine, proteine e grassi: questi sono i tre gruppi di sostanze nutritive che il nostro corpo ha bisogno per funzionare a piena capacità.
Anche se siamo a dieta, siamo vegetariani o buongustai, dobbiamo offrire al nostro corpo le fonti energetiche necessarie. E la cosa più importante è mantenere un equilibrio tra le proteine, le vitamine e i grassi.

Questo significa che non dobbiamo né esagerare (con i dolci, per esempio), né escludere qualcosa dalla nostra dieta (i grassi), perché gli squilibri indeboliscono l’organismo e con il tempo ci si può anche ammalare.

Alcune delle conseguenze di un’alimentazione squilibrata sono: l’insufficienza epatica, i disturbi digestivi, l’osteoporosi, l’ecchimosi cutanea e le malattie cardiovascolari. E peggio di tutto è l’infarto. Sì, l’alimentazione squilibrata insieme ad altri fattori (come lo stress o la stanchezza cronica) possono causare l’infarto!

Per evitare le complicazioni, dobbiamo consumare solo raramente i dolci raffinati, però possiamo mangiare tutta la frutta che desideriamo. Non ci impedisce nessuno di mangiare sano!

E se d’estate c’è una varia scelta di frutta per tutti i gusti, d’inverno si possono mangiare frutta oleosa: ad esempio, noci, pistacchi e arachidi, che aiutano ad abbassare il colesterolo.

I grassi – un altro argomento delicato. Non tutti i grassi fanno male, perché non tutti aumentano il livello del colesterolo. Ad esempio, gli oli vegetali (oliva, girasole o colza) e le margarine di ultima generazione (che hanno un alto contenuto di acidi grassi essenziali Omega 3 e Omega 6) sono grassi buoni (insaturi), perché non innalzano i livelli di colesterolo e così non provocano malattie al cuore.

Il problema delle malattie cardiovascolari dovrebbe essere di grande interesse in Italia e in molti altri paesi. Nel nostro paese, le malattie cardiovascolari rappresentano la prima causa di mortalità, essendo responsabili del 44% di tutti i decessi.

Naturalmente, solo una dieta equilibrata non ci difende dalle malattie. Sappiamo già che un’alimentazione sana deve essere equilibrata e che gli eccessi di qualsiasi genere danneggiano la salute. Quindi un’alimentazione sana significa consumare diversi alimenti che appartengono ai gruppi alimentari di base: proteine, come la carne, le uova e i legumi; prodotti lattiero-caseari; frutta e verdura; cereali, come il pane e la pasta, e i grassi. Sfortunatamente, la maggior parte delle persone non consuma abbastanza sostanze nutritive e non includono nei loro pasti la quantità adatta di ogni gruppo alimentare.

La lezione è semplice: dieta equilibrata ed esercizio fisico leggero ogni giorno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *