© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Prima pagina ♥ » Nutrizione » GLI OLI DA EVITARE: ATTENZIONE AGLI INDUSTRIALI

GLI OLI DA EVITARE: ATTENZIONE AGLI INDUSTRIALI

Help – aiuto!
»L'articolo è troppo lungo o hai bisogno SUBITO d'aiuto?  Lascia un commento . Clicca qui: ti aiuterò personalmente il prima possibile – Dott.ssa Viola Dante =)

Maria Bruno – Non certo raramente sentiamo affermare che, in cucina, è preferibile sostituire il burro con l’olio. Parlare di olio, però, è davvero troppo generico. Ci sono oli benefici per lo stomaco, per la linea, per il cuore e per le arterie; poi ci sono oli che è meglio evitare e che sono, senza dubbio, più dannosi del burro stesso.

Si tratta di oli troppo ricchi di grassi saturi o peggio ancora colmi di grassi trans (quelli estremamente dannosi per l’apparato cardiocircolatorio). Solitamente questo è il caso dei prodotti derivati dalla raffinazione.

OLI DA EVITARE

OLIO DI COCCO.

Si ricava pressando e bollendo la polpa della noce di cocco. Anch’esso viene sottoposto a raffinazione e diventa spesso ingrediente di biscotti e gelati. Meglio evitarlo poiché contiene più dell’80% di grassi saturi e acidi che contribuiscono ad otturare le arterie.

OLIO DI PALMA.

Si ottiene proprio dal frutto della palma (quella da olio) ed ha, in origine, un colore intenso, quasi rosso, che viene schiarito grazie alla raffinazione. Quando acquistiamo snack al cioccolato oppure salse o biscotti faremmo meglio a leggere gli ingredienti ed evitare i prodotti che contengono olio di palma. Esso, infatti, contiene quasi il 50% di grassi saturi.

OLIO DI PALMISTO.

Come l’olio di palma si ottiene dalla palma da olio, però non dal frutto bensì dai semi. Viene sottoposto ad una elaborata raffinazione e viene usato per la preparazione di frutta candita, glasse e diverse farciture. Perché evitarlo? Perchè proprio come l’olio di cocco contiene più dell’80% di grassi saturi e acidi pericolosissimi per il cuore.

OLIO DI COLZA.

La colza è una pianta usata soprattutto come foraggio per gli animali, ma dai suoi semi si può anche ricavare un olio. Si tratta della stessa pianta da cui si ottiene combustibile per i motori diesel. Quest’olio è presente in alcune marche di tortillas messicane e in qualche salsa. Evitarlo significa amare se stessi: contiene acido erucico, una sostanza che si accampa nel muscolo cardiaco e che difficilmente possiamo eliminare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
GLI OLI DA EVITARE: ATTENZIONE AGLI INDUSTRIALI
5 (100%) 1 voto/i
caricamento...
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
GLI OLI DA EVITARE: ATTENZIONE AGLI INDUSTRIALI
5 (100%) 1 voto/i
caricamento...

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo dal 2003 al 2008. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Prova anche

Oli Vegetali: Fanno Davvero Bene Alla Salute?

Oli Vegetali: Fanno Davvero Bene Alla Salute?

Newsletter - 100% GRATIS e senza pubblicità!

Rimani aggiornato! Sarò la tua agenda personale, per tenerti in forma ed in salute ogni giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *