© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Salute e Benessere è uno spazio web curato dalla dott.ssa Viola Dante, che pubblica notizie ed approfondimenti su tutto quello che riguarda la salute ed il benessere psicofisico di uomo, donna e bambino. Hai bisogno d'aiuto?  Contattami : viola.dante@email.it o, se la pagina lo prevede, lascia un commento. Ti aiuterò personalmente il prima possibile – Dott.ssa Viola Dante =)
Breve messaggio di benvenuto (clicca qui).
Prima pagina ♥ » Nutrizione » DHEA ed Integrazione Alimentare

DHEA ed Integrazione Alimentare

DHEA: proprietà, benefici e controindicazioni

Il DHEA (deidroepiandrosterone) è un ormone steroideo prodotto in modo naturale dal corpo. Si può creare in laboratorio a partire da sostanze chimiche che si incontrano nell’igname selvatico (wild yam) e nella soia. Tuttavia, il corpo umano non può produrre DHEA a partire da tali sostanze chimiche, quindi mangiando semplicemente igname selvatico e soia non aumenteranno i livelli di tale ormone. Non farti ingannare dai prodotti con igname e soia etichettati come “DHEA naturale”.

Il DHEA si utilizza per ritardare o sconfiggere l’invecchiamento, migliorare l’agilità mentale degli anziani e per ritardare il progresso del morbo di Alzheimer.

Gli atleti e le altre persone usano il DHEA per aumentare la massa muscolare, la forza e l’energia, ma l’uso del DHEA è proibito dalla NCAA (National Collegiate Athletic Association).

Tale ormone viene utilizzato dagli uomini per la disfunzione erettile (DE) e anche dalle donne sane e dalle donne con livelli bassi di alcuni ormoni, per migliorare il benessere e la sessualità.

Alcune persone usano il DHEA per il trattamento del lupus sistemico eritematoso (LSE), dell’osteoporosi, della sclerosi multipla, dei livelli bassi di ormoni steroidali (morbo di Addinson), della depressione, della schizofrenia, della sindrome della stanchezza cronica e per ritardare il progresso del morbo di Parkinson. Il DHEA si usa inoltre per prevenire malattie cardiache, il cancro al seno, il diabete e la sindrome metabolica. In più è utile per la perdita di peso, per alleviare i sintomi della menopausa e per stimolare il sistema immunologico. Le persone affette da HIV invece usano il DHEA per alleviare la stanchezza e la depressione.

Le donne in fase post-menopausa applicano il DHEA all’interno della vagina per rinforzare le pareti vaginali oppure lo assumono per aumentare la densità minerale ossea.

Come a volte accade con gli integratori alimentari, il DHEA ha problemi di controllo di qualità. Alcuni prodotti che riportano sull’etichetta che contengono DHEA, in realtà non lo contengono affatto, mentre altri contengono una quantità superiore a quella indicata sull’etichetta.

Sono in corso alcune ricerche sul DHEA e probabilmente sarà approvato dalla FDA (Food and Drug Administration) come farmaco in vendita con prescrizione medica per il trattamento del lupus sistemico eritematoso e per migliorare la densità minerale ossea nelle donne affette da lupus e che sono in cura con farmaci steroidei. La FDA sta ancora studiando la richiesta della compagnia farmaceutica per l’approvazione per questo uso.

Come funziona?

Come viene spesso definito, il DHEA è un “ormone madre” prodotto dalle ghiandole surrenali, ossia quelle che si trovano nella parte superiore di ciascun rene. Negli uomini, il DHEA viene secreto anche dai testicoli e viene trasformato dal corpo in un ormone chiamato androstenedione. A sua volta l’androstenedione viene trasformato nei principali ormoni maschili e femminili.

Sembra che i livelli di DHEA si riducano con l’avanzare dell’età e in persone affette da alcuni disturbi, come la depressione. Secondo alcuni ricercatori, se il DHEA perso viene recuperato grazie agli integratori, è possibile prevenire alcune malattie.

Quanto è efficace il DHEA?

Probabilmente efficace per:

– la schizofrenia. Il DHEA è probabilmente più efficace nelle donne che negli uomini.

– Migliorare l’aspetto della pelle delle persone adulte. Sembra che l’assunzione del DHEA per via orale aumenti l’umidità e lo spessore della pelle e diminuisca la quantità di “macchie sul viso causate dall’invecchiamento” nelle persone anziane, uomini o donne che siano.

– Aumentare le possibilità di avere un’erezione per gli uomini che soffrono di disfunzione erettile. Sembra però non essere efficace se la disfunzione erettile è causata da diabete o da disturbi nervosi.

– Migliorare i sintomi del lupus. Prendere il DHEA per via orale insieme al trattamento convenzionale potrebbe aiutare a ridurre il numero di volte in cui si presentano i sintomi; ciò potrebbe a sua volta permettere di ridurre la dose necessaria dei farmaci acquistabili con prescrizione medica. Il DHEA potrebbe essere utile anche con sintomi del lupus, come dolori muscolari e ulcere in bocca. Inoltre sembra che tale ormone aiuti a fortificare le ossa dei pazienti che soffrono di lupus e che vengono trattati con alte dosi di steroidi (cortisteroidi).

– L’osteoporosi. Sembra che l’assunzione giornaliera per via orale del DHEA migliori la densità minerale ossea, sia nelle donne che negli uomini con osteoporosi o osteopenia (pre-osteoporosi). Il DHEA può anche aumentare la densità minerale ossea nelle donne che soffrono di un disturbo dell’alimentazione, chiamato anoressia nervosa.

Probabilmente inefficace per:

– il morbo di Alzheimer;

– migliorare il desiderio sessuale in donne sane.

Molto probabilmente inefficace per:

– migliorare l’agilità mentale delle persone anziane.

Insufficienti prove per:

– l’insufficienza surrenale. Esiste un’informazione contraddittoria per quanto riguarda il fatto che assumere il DHEA può migliorare la sensazione di benessere, la sessualità, la depressione, l’ansia e altri sintomi sofferti da persone con questa insufficienza ormonale. Alcuni studi suggeriscono che il DHEA potrebbe migliorare tali sintomi, altri invece sono giunti alla conclusione che il DHEA non apporta alcun beneficio.

– La sindrome metabolica (un insieme di patologie che espongono le persone a un alto rischio di malattie cardiache). Esistono prove preliminari che indicano che il DHEA potrebbe ridurre alcuni dei rischi per la salute che fanno sì che gli uomini e le donne con sovrappeso abbiano maggiori probabilità di sviluppare la sindrome metabolica. I fattori di rischio che il DHEA sembra ridurre sono l’obesità, il grasso intorno alla vita e gli alti livelli di insulina.

– La perdita di peso. Secondo studi preliminari, il DHEA sembra essere molto utile per perdere peso per le persone anziane, con sovrappeso e maggiore probabilità di soffrire di sindrome metabolica. Non si sa però se sia utile in questo senso anche per le persone giovani.

– La depressione. Alcuni studi indicano che il DHEA potrebbe aiutare a migliorare lo stato d’animo e la depressione.

– L’invecchiamento. Prendere il DHEA potrebbe aiutare a migliorare lo stato fisico, la resistenza ossea, la forza muscolare, la sensibilità all’insulina o la qualità di vita delle persone con età superiore ai 60 anni che hanno livelli bassi di DHEA.

HIV/AIDS. Studi preliminari suggeriscono che assumere il DHEA potrebbe migliorare la salute mentale e la qualità di vita dei pazienti affetti da HIV. Tuttavia, il DHEA sembra non avere alcun impatto nel processo della malattia.

– Il morbo di Addison. Secondo alcuni studi preliminari, il DHEA potrebbe migliorarne i sintomi.

– La sindrome della stanchezza cronica. Secondo alcuni studi, il DHEA potrebbe migliorare i sintomi di tale sindrome.

– I sintomi della menopausa, come le vampate di calore. Gli studi effettuati finora giungono a risultati contrastanti.

– Migliorare la crescita e la maturità delle bambine con carenze ormonali. Esistono alcune prove che indicano che il DHEA potrebbe aiutare a migliorare la crescita e il grado di maturità di queste bambine.

– Il rendimento fisico. Alcuni studi mostrano un miglioramento della forza muscolare negli adulti che prendono il DHEA. Altri studi però concludono che prendere il DHEA non ha alcun effetto sulla forza muscolare.

– Le malattie cardiache.

– Il tumore al seno.

– L’infertilità.

– Il diabete.

– Il morbo di Parkinson.

– Altre patologie.

Sono necessarie altre prove per confermare l’efficacia del DHEA per questi usi.

Quali sono i rischi per la salute?

Probabilmente il DHEA è sicuro per la maggior parte delle persone, se viene utilizzato solo per qualche mese. Può provocare alcuni effetti collaterali, come acne, caduta dei capelli, ipertensione e stomaco in subbuglio. In seguito all’uso del DHEA, in alcune donne si possono verificare cambiamenti nel ciclo mestruale, crescita di peluria sul viso e una voce più profonda.

Probabilmente il DHEA non è sicuro quando si usa in quantità maggiori e a lungo termine. Non assumere quest’ormone in dosi maggiori di 50 – 100 mg al giorno o a lungo termine. Il sovradosaggio e una lunga durata del trattamento possono incrementare le probabilità di soffrire di effetti collaterali.

Avvertenze e precauzioni speciali:

Gravidanza e allattamento: probabilmente il DHEA non è sicuro, quando viene assunto per via orale durante la gravidanza o il periodo di allattamento. Può produrre livelli più alti del normale dell’ormone maschile, chiamato androgeno. Ciò può provocare danni al bebè. Non assumere il DHEA se sei incinta o stai allattando.

Malattie sensibili agli ormoni, come tumore al seno, tumore all’utero, tumore alle ovaia, endometriosi o fibroma uterino: il DHEA è un ormone che può influenzare le funzioni dell’estrogeno nel corpo. Non prendere il DHEA se hai qualche patologia che potrebbe peggiorare se ti esponi troppo alla presenza di estrogeni.

Problemi epatici: il DHEA potrebbe peggiorare i problemi al fegato. Non utilizzarlo se hai problemi di questo tipo.

Diabete: il DHEA può influenzare la funzione dell’insulina nel corpo. Se soffri di diabete e stai assumendo questo ormone, controlla con attenzione i livelli di zucchero nel sangue.

Depressione e disturbi dello stato d’animo (o dell’umore): c’è una certa preoccupazione che riguarda i pazienti con una storia clinica di depressione e disturbo bipolare e la possibilità che potrebbero avere a che fare con alcuni effetti collaterali che riguardano la mente, se usano il DHEA. Tale ormone può produrre mania (impulsività e eccitabilità), irritabilità e comportamento sessuale inappropriato in persone con disturbi dell’umore. Se soffri di qualche disturbo del genere, consulta un medico prima di iniziare il trattamento. Inoltre presta particolare attenzione a tutti i cambi d’umore.

Sindrome dell’ovaio policistico: l’assunzione del DHEA potrebbe peggiorare la situazione. Non prendere il DHEA in questo caso.

Problemi di colesterolo: il DHEA potrebbe diminuire il “colesterolo buono” (HDL). Se hai già livelli bassi di HDL, consulta un medico prima di cominciare a prendere quest’ormone.

L’ormone DHEA può interagire con altri farmaci?

dhea interazioni Interazione moderata: fai attenzione con questa combinazione

Anastrozolo (Arimidex):

Il corpo trasforma il DHEA in estrogeno. L’anastrozolo si utilizza per abbassare i livelli di estrogeno nel corpo. Prendere il DHEA con l’anastrozolo potrebbe diminuire l’efficacia di quest’ultimo. Non assumere il DHEA se stai prendendo questo tipo di farmaco.

Exemestano (Aromasin):

Il corpo trasforma il DHEA in estrogeno. L’exemestano si utilizza per abbassare i livelli di estrogeno nel corpo. Prendere il DHEA con l’exemestano potrebbe diminuire l’efficacia di quest’ultimo. Non assumere il DHEA se stai prendendo questo tipo di farmaco.

Fulvestrant (Faslodex):

Alcuni tipi di tumore sono influenzati dagli ormoni nel corpo. I tumori sensibili all’estrogeno sono quelli influenzati dai livelli di estrogeni nel corpo. Il fulvestrant si utilizza per questo tipo di tumore. Il DHEA potrebbe aumentare gli estrogeni nel corpo e far diminuire l’efficacia del fulvestrant nel trattamento del tumore. Non prendere il DHEA se stai assumendo questo tipo di farmaco.

Insulina:

L’insulina si utilizza per abbassare i livelli di zucchero nel sangue, ma può anche abbassare la quantità di DHEA nel corpo. In quest’ultimo caso, l’insulina potrebbe diminuire l’efficacia degli integratori di DHEA.

Letrozolo (Femara):

Alcuni tipi di tumore sono influenzati dagli ormoni nel corpo. I tumori sensibili all’estrogeno sono quelli influenzati dai livelli di estrogeni nel corpo. Il letrozolo si utilizza per questo tipo di tumore. Il DHEA potrebbe aumentare gli estrogeni nel corpo e far diminuire l’efficacia del letrozolo nel trattamento del tumore. Non prendere il DHEA se stai assumendo il letrozolo.

Farmaci trasformati dal fegato (substrato del citocromo P450 3A4 (CYP3A4)):

Alcuni farmaci vengono trasformati e scomposti dal fegato. Il DHEA potrebbe diminuire la rapidità con cui il fegato scompone tali farmaci. Prendere il DHEA con alcuni farmaci che vengono scomposti dal fegato può aumentare gli effetti e gli effetti collaterali di questi farmaci. Prima di prendere il DHEA, consulta un medico, se stai prendendo farmaci che vengono trasformati dal fegato.

Tamoxifeno (Nolvadex):

Alcuni tipi di tumore sono influenzati dagli ormoni nel corpo. I tumori sensibili all’estrogeno sono quelli influenzati dai livelli di estrogeni nel corpo. Il tamoxifeno si usa per trattare e prevenire questo tipo di tumore. Il DHEA aumenta i livelli di estrogeno nel corpo e quindi far diminuire l’efficacia del tamoxifeno. Non prendere il DHEA, se stai prendere il tamoxifeno.

Triazolam (Halcion):

Il corpo scompone il triazolam per eliminarlo. Il DHEA potrebbe diminuire la rapidità con cui il corpo scompone il triazolam. Inoltre prendere il DHEA con il triazolam potrebbe aumentare gli effetti e gli effetti collaterali del triazolam.

Interazione minore: fai attenzione con questa combinazione

Farmaci antinfiammatori (Corticosteroidi):

Il corpo produce l’ormone DHEA in modo naturale. Alcuni farmaci antinfiammatori potrebbero diminuire la quantità di DHEA che il corpo produce. Prendere antinfiammatori potrebbe ridurre gli effetti delle compresse di DHEA.

Alcuni farmaci per l’infiammazione sono desametasone (Decadron), idrocortisone (Cortef), metilprednisolone (Medrol), prednisone (Deltasone) e altri ancora.

Esistono interazioni con erbe?

– Soia

La soia potrebbe diminuire gli effetti del DHEA.

Esistono interazioni con alimenti?

– Dieta vegetariana

I vegetariani hanno nel sangue livelli più alti di DHEA rispetto ai “non vegetariani”. Tuttavia, sembra che questa differenza sparisca dopo la menopausa. I ricercatori però non sanno quale sia l’importanza di questi risultati.

Dosaggio

dhea dosaggi Le seguenti dosi sono state studiate con ricerche scientifiche:

Per via orale:

Donne in post-menopausa e uomini anziani: normalmente si utilizzano 25 – 50 mg al giorno.

– Per il trattamento della schizofrenia: si usano 25 mg al giorno per due settimane e poi si aumenta la dose a 25 mg due volte al giorno per due settimane. Dopodiché la dose viene aumentata a 50 mg due volte al giorno per due settimane.

– Per la sostituzione ormonale, quando le ghiandole surrenali non stanno funzionando bene (carenza di androgeni): si usano 25 – 50 mg al giorno in un’unica dose.

– Per il lupus sistemico eritematoso: si usano 200 mg al giorno insieme al trattamento medico convenzionale, ma sono stati usati anche dosi fino a 600 mg al giorno, in alcuni casi.

– Per migliorare la densità minerale ossea in persone con osteoporosi: si usano 50 – 100 mg al giorno.

– Per la disfunzione erettile: si usano 50 mg al giorno.

Autore | Anna Abategiovanni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Prova anche

Oli Vegetali: Fanno Davvero Bene Alla Salute?

Oli Vegetali: Fanno Davvero Bene Alla Salute?

2 Commenti

  1. Volevo sapere se l’integratore dhea vdaa assunto a stomaco vuoto oppure ai pasti.
    Grazie.

    • Elena Amato

      ciao Stefania, e grazie per il tuo commento.
      La somministrazione di DHEA deve avvenire al mattino a stomaco vuoto insieme ad abbondante acqua, circa 30 minuti prima della colazione.
      Cordiali saluti
      Dott.ssa Elena Amato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *