© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Salute e Benessere è uno spazio web curato dalla dott.ssa Viola Dante, che pubblica notizie ed approfondimenti su tutto quello che riguarda la salute ed il benessere psicofisico di uomo, donna e bambino. Hai bisogno d'aiuto?  Contattami : viola.dante@email.it o, se la pagina lo prevede, lascia un commento. Ti aiuterò personalmente il prima possibile – Dott.ssa Viola Dante =)
Breve messaggio di benvenuto (clicca qui).
Prima pagina ♥ » Salute » Vitamine: Quali Ci Aiutano A Combattere Le Infiammazioni?

Vitamine: Quali Ci Aiutano A Combattere Le Infiammazioni?

L’infiammazione può essere amica o nemica per il corpo. Nel primo caso aiuta il sistema immunitario a difendere il corpo da batteri, virus e altri agenti patogeni che causano malattie. Il secondo caso si verifica invece quando l’infiammazione si presenta senza una causa; cioè quando il corpo non è stato attaccato da agenti patogeni. Una risposta infiammatoria iperattiva può diventare dannosa. Le malattie autoimmuni (come l’artrite) ne sono un esempio. Inoltre, anche diabete, malattie cardiache, cancro e morbo di Alzheimer sono stati associati a una infiammazione cronica (a lungo termine).

Come si può combattere l’infiammazione? Seguire una dieta sana è fondamentale. La ricerca ha trovato infatti che la dieta gioca un ruolo molto importante nella riduzione delle infiammazioni. Alcune vitamine in particolare possono aiutare a controllare i processi infiammatori nell’organismo.

Quali sono le vitamine con maggiori proprietà antinfiammatorie? Ecco cosa dicono i ricercatori.

Vitamina A

La vitamina A si trova comunemente nel latte intero, nel fegato e in alcuni cibi fortificati. Il beta-carotene è una provitamina che può essere trasformata in vitamina A nel corpo e che è presente nelle carote e in tante altre verdure colorate. La vitamina A è un antiossidante; ciò significa che protegge il corpo da sostanze nocive, chiamate radicali liberi, le quali danneggiano il DNA e provocano cancro e altre malattie. La vitamina A possiede anche proprietà antinfiammatorie.

Le prove:

– Una carenza di vitamina A è associata a infiammazione nell’intestino, ai polmoni o alla pelle.

– Per alcune persone, l’assunzione di integratori di vitamina A potrebbe ridurre l’infiammazione che favorisce patologie, come la malattia infiammatoria della mucosa intestinale, acne e malattie polmonari.

Vitamina B6

Questa vitamina del gruppo B abbonda in alimenti, come la carne di manzo, tacchino, verdure e pesce. La vitamina B6 è idrosolubile, quindi il corpo la elimina costantemente ed è necessario assumerla quotidianamente attraverso la dieta.

Le prove:

– Non assumere abbastanza vitamina B6 può aumentare il rischio di malattie cardiache. Secondo gli studi, le persone con carenza di vitamina B6 hanno livelli alti di proteina C-reattiva. Ciò indica un’infiammazione legata alle malattie cardiache.

– Una mancanza di vitamina B6 può aumentare l’infiammazione associata all’artrite reumatoide, provocando un danno maggiore alle articolazioni. Tuttavia, in un circolo vizioso, l’infiammazione derivante dall’artrite reumatoide può esaurire i depositi di vitamina B6 del corpo. L’assunzione quotidiana di integratori di vitamina B6 può correggere questa carenza, ma i ricercatori affermano che non esiste alcuna prova conclusiva che indichi che in questo modo si può ridurre anche l’infiammazione.

Vitamina C

Il corpo utilizza questa vitamina (che si trova nelle arance e in altri agrumi) per vari scopi. La vitamina C aiuta a produrre collagene (fondamentale per la pelle, la cartilagine, i legamenti e i vasi sanguigni) e ci protegge dalle sostanze nocive che causano malattie. Questa vitamina è un efficace antiossidante e alcuni studi suggeriscono che ha anche proprietà antinfiammatorie.

Le prove:

– Secondo alcune ricerche, l’assunzione di integratori di vitamina C può abbassare significativamente i livelli di proteina C-reattiva. Livelli bassi di tale proteina si possono tradurre in un minor rischio di malattie cardiache.

Vitamina D

La stessa vitamina che, insieme al calcio, serve a rafforzare ossa e denti, può anche proteggerci dalle infiammazioni. La vitamina D si trova in pesce, fegato, carne di manzo, tuorlo d’uovo e in alcuni cibi fortificati. Inoltre viene prodotta dal corpo quando la pelle è esposta alla luce solare.

Le prove:

– La carenza di vitamina D è stata associata a una serie di malattie infiammatorie, come l’artrite reumatoide, il lupus, malattia infiammatoria della mucosa intestinale e diabete di tipo 1. L’assunzione di integratori di vitamina D potrebbe aiutare a ridurre l’infiammazione nei soggetti che soffrono di queste patologie (ma non è ancora stato dimostrato!). Non è chiaro se prendere integratori di vitamina D può prevenire o meno qualcuna di queste patologie. Una carenza di tale vitamina può anche aumentare i livelli di “indicatori di infiammazione” nei soggetti sani.

– Gli integratori di vitamina D possono ridurre l’infiammazione associata alle malattie legate all’età.

– Secondo uno studio, le persone con livelli più alti di vitamina D correvano un rischio di tumore al colon inferiore del 40 % rispetto a quelle con livelli più bassi. Tuttavia, non è ancora chiaro se prendere integratori di vitamina D può effettivamente abbassare il rischio di cancro.

Vitamina E

La vitamina E è un altro antiossidante con proprietà antinfiammatorie. Si trova in noci, semi e verdure a foglia verde.

Le prove:

– La vitamina E è disponibile in diverse forme. L’alfa-tocoferolo può aiutare a prevenire le malattie cardiache rallentando il rilascio di sostanze nocive che danneggiano il cuore.

– L’alfa-tocoferolo potrebbe essere efficace anche per alleviare l’infiammazione polmonare provocata dalle allergie. Siccome però gli studi sono stati condotti sugli animali, non è chiaro se i risultati ottenuti valgano anche per gli esseri umani.

Vitamina K

La vitamina K si trova nelle verdure a foglia verde, come cavolo, spinaci, broccoli e asparagi. È meglio conosciuta per il suo ruolo nel facilitare la coagulazione del sangue. La ricerca però suggerisce che ha anche altri benefici per la salute.

– Assumere più vitamina K può ridurre i livelli di “indicatori di infiammazione” in tutto il corpo.

Nessuna delle ricerche svolte finora giustifica in modo esauriente il motivo per cui è necessario assumere quotidianamente vari integratori vitaminici. Non è chiaro se prendere qualcuna di queste vitamine riduce il rischio di malattie associate all’infiammazione. C’è però da dire che assumere abbastanza vitamine ogni giorno aiuta a mantenerci sani in generale.

Autore | Anna Abategiovanni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Prova anche

obesità

Obesità, Dalla A Alla Z. Scopri Se Sei A Rischio e Come Intervenire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *