© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Prima pagina ♥ » Nutrizione » Come Organizzare Il Frigorifero

Come Organizzare Il Frigorifero

Volete riorganizzare il vostro frigorifero? Ecco alcuni consigli che vi spiegheranno come potrete assicurarvi che conservi i prodotti con le relative sostanze nutritive al massimo della qualità e freschezza.

1. La corretta conservazione degli alimenti

La conservazione impropria del cibo può avere un impatto negativo sul suo sapore e sui benefici per la salute e vi costringe a buttarne di continuo. Cercate di sfruttare al massimo il potenziale della vostra spesa di alimentari, onde evitare di comprometterne la qualità e di sprecare soldi per cibo che finisce nel bidone dell’umido.

2. Impostate la giusta temperatura

Brenda Watson, direttore esecutivo dell’Ente canadese per la sicurezza alimentare dei consumatori, consiglia la temperatura del frigorifero tra 0 ° C e 4 ° C; il congelatore dovrebbe essere a -18 ° C. Se l’elettrodomestico non è dotato di controllo della temperatura interna, è possibile acquistare un termometro e installarlo a parte, nel vostro frigorifero.

3. Non sovraccaricate il frigorifero

Assieme alla giusta temperatura e allo stoccaggio dei prodotti deperibili entro due ore dall’acquisto o dalla preparazione, anche mantenere il frigo esente da sovraccarico è una prodezza che può risultare difficile in alcuni periodi dell’anno. “Durante le vacanze, ad esempio, quando le persone organizzano cene e incontri, c’è sempre un sacco di cibo in frigorifero, ma l’aria all’interno ha bisogno di circolare per permettergli fare il suo lavoro correttamente“, spiega Brenda Watson. Il consiglio è quello di acquistare solo i cibi freschi di cui si ha davvero bisogno e per quelli surgelati organizzarsi con un congelatore a parte. “Se non avete mai usato un freezer, accendetelo con un giorno di anticipo e controllate che la temperatura sia a -18º prima di iniziare a metterci qualcosa dentro” conclude la Watson.

4. Verificate la freschezza degli alimenti

Il vostro frigorifero manterrà i generi alimentari freschi per diversi giorni, ma non sarà in grado di mantenere la loro bontà a tempo indeterminato. “Il frigorifero rallenta la crescita dei batteri, ma non li può fermare“, conferma Brenda Watson. Verificate le date di scadenza e il contenuto dei contenitori presenti in frigorifero: se non sono ok, eliminateli senza rimpianto.

Di seguito alcuni ulteriori consigli da tenere a mente.

Come conservare gli alimenti: il formaggio

Se gli alimenti fortemente profumati, come le cipolle tritate o l’aglio, vengono conservati nelle vicinanze, il formaggio può facilmente assorbire i loro odori e sapori. Per mantenerlo al suo meglio, una raccomandazione è quella di mantenerlo in uno spazio chiuso e separato, lontano da aromi invadenti e gusti troppo forti. Si consiglia inoltre di coprire ermeticamente i formaggi aperti (sia freschi che stagionati) in un involucro di plastica, per aiutarli a proteggersi da umidità e muffe. Se avete acquistato un formaggio avvolto nella carta, rimuovetela e sostituitela con involucro di plastica, per evitargli di asciugarsi. Per quanto riguarda i formaggi in salamoia o i formaggi confezionati in acqua, come bocconcini di mozzarella, o feta, il consiglio è di tenerli nel loro liquido e di risciacquare formaggio prima dell’uso. I formaggi stagionati come il parmigiano si conservano per 10 mesi in frigo, mentre i formaggi a pasta molle dureranno circa una settimana. Tenete d’occhio le date di scadenza.

Come conservare gli alimenti: il latte

Un cartone o una bottiglia di latte devono essere sistemati su un ripiano interno vicino alla parte posteriore del frigo, dove potranno beneficiare di temperature più fredde. Se si commette l’errore di conservare il latte nella porta del frigorifero (dove non è così fresco) i suoi benefici nutrizionali avranno un veloce declino: ogni volta che si apre la porta del frigo, il calore e la luce cominciano a distruggere le vitamine fotosensibili del latte (vitamina A, B12 e riboflavina), ce lo spiega la Dr.ssa Desiree Nielsen, dietista a Vancouver.

Come conservare gli alimenti: le uova

Le uova richiedono una temperatura fredda costante, quindi come per il latte evitate di tenerli nello sportello del vostro frigorifero e conservateli invece all’interno della loro scatola su uno scaffale a livello medio o alto. Il cartone mantiene le uova esenti dagli odori di altri alimenti, e le mantiene fresche. La Dr.ssa Nielsen aggiunge che la confezione le isola anche da variazioni di temperatura e di luce, due fattori che possono rovinare prematuramente le uova. Questi prodotti rimangono freschi in frigorifero per 3-4 settimane, ma controllate sempre la data indicata sulla confezione.

Come conservare gli alimenti: la carne e il pesce

Ponete questi prodotti nel cassetto del frigorifero o su di un vassoio anti goccia sul ripiano più basso, in modo che i succhi non colino e rischino di contaminare altri alimenti con batteri (parliamo di salmonella o di E-coli). Per una maggiore protezione, quando si acquista pesce o carne, è necessario mettere il prodotto confezionato in un sacchetto e poi conservalo in frigorifero sempre al suo interno. La Dr.ssa Nielsen specifica: “se gocciola, è più probabile che rimanga all’interno della borsa“. I salumi devono essere tenuti particolarmente freddi e dovrebbero essere spostati e collocati nello stesso cassetto che si usa per carne e pesce, mai nella porta del frigorifero. I salumi si possono conservare per due settimane, ma una volta aperta la confezione, sono ok per 3-4 giorni al massimo. Se avete acquistato grandi quantità di carne cruda, utilizzate il congelatore per lo stoccaggio sicuro. Si consiglia di prendere la carne del pacchetto originario e metterla in uno o più sacchetti freezer di plastica per alimenti, facendo uscire l’aria e avvolgendolo con un foglio. E non dimenticate di etichettare ogni sacchetto che identifica la carne, più la data che in cui è stata congelata! Bistecche fresche, arrosti, pesce, carne di maiale e pollo dureranno solo 2-4 giorni in frigorifero, ma possono essere conservati per diversi mesi nel congelatore.

Come conservare gli alimenti: la frutta

Frutta e verdura devono essere conservati separatamente gli uni dagli altri. La Dr.ssa Nielsen ci spiega che diversi tipi di frutta, tra cui le mele, emettono un gas chiamato etilene che può portare alcune verdure (tipicamente quelle a foglia verde, carote, cavolfiori, cetrioli, melanzane e broccoli) a maturare e rovinarsi prematuramente, se conservate vicine in frigo. Utilizzate il cassetto per la frutta e verdura del vostro frigorifero per mantenere questi frutti lontano dalle verdure sensibili e, in un ambiente ideale, a bassa umidità. La frutta deve essere conservata nella sua confezione originale, o in un sacchetto di plastica chiuso ma non sigillato. Come regola generale, frutti delicati come i frutti di bosco devono essere consumati entro pochi giorni, ma la frutta più resistente, come mele o arance, può durare un paio di settimane in frigo.

Come conservare gli alimenti: le verdure

Le verdure come cavolini di Bruxelles, melanzane, carciofi, rape, barbabietole, funghi, carote, cavolfiori e alcune varietà di lattuga preferiscono elevata umidità, ci spiega la Dr.ssa Nielsen, vanno quindi conservati di conseguenza. Le verdure sono meglio conservate nel loro imballo originale, o in un sacchetto di plastica chiuso ma non sigillato. Nel caso di lattuga in busta, si dovrebbe conservare nella confezione, ma assicurandosi che la busta abbia delle perforazioni. “Se non c’è sfogo per l’aria è una buona idea aprire la busta un po’ affinché la condensa non si raccolga dentro la confezione“, precisa la Nielsen. L’umidità, combinata con la mancanza di ossigeno, può fare marcire la verdura e, il rivestimento batterico che si può raccogliere sulle verdure a foglia, le porta alla decomposizione. Alcune varietà di lattuga come la iceberg, la lattuga romana e gli spinaci dureranno fino a una settimana in frigorifero. Cavoletti di Bruxelles, melanzane e funghi si conservano per cinque giorni. Carciofi, rape e cavolfiori rimarranno freschi per una settimana. Barbabietole e carote si conservano invece fino a 3-4 settimane.

Come conservare gli alimenti: condimenti e olio

Entrambi gli esperti, Watson e Nielsen, concordano sul fatto che i condimenti aperti come il ketchup, lo sciroppo d’acero, le salse per insalata, la maionese, la senape, i sottaceti e la salsa di pomodoro possono essere collocati sulle scaffalature all’interno delle porte del frigorifero o nella parte anteriore dei ripiani. La maggior parte dei condimenti contengono conservanti naturali sotto forma di aceto, zucchero o sale, in modo da non richiedere troppo freddo all’interno del frigorifero. Stesso discorso per quanto riguarda il dado, l’olio di lino e di sesamo. Tipicamente, ketchup, condimenti e confetture possono durare fino a sei mesi nel frigo; lo sciroppo d’acero e la senape fino a un anno; mentre la maionese al massimo 2-3 mesi.

Autore | Daniela Bortolotti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *