© Tutti i diritti riservati e della Proprietà di salute-e-benessere.org

Prima pagina ♥ » Benessere » I Principi Della Medicina Ayurvedica Applicati Al Cambio Di Stagione

I Principi Della Medicina Ayurvedica Applicati Al Cambio Di Stagione

Si avvicina la primavera. Quale momento migliore di questo per scrollarsi di dosso certe cattive abitudini alimentari e iniziare un processo di purificazione del nostro organismo? La dottrina ayurvedica insegna come alimentarsi in modo da ottenere un perfetto funzionamento dei meccanismi metabolici, che porta a un miglior assorbimento delle sostanze nutritive e a una più facile eliminazione di quelle di rifiuto, il che si traduce in un aumentato rinnovamento delle nostre cellule e dei nostri tessuti, e nell’eliminazione degli accumuli di tossine che potrebbero favorire l’insorgenza di malattie. Ciò apporterà grandi benefici alla nostra salute, alla nostra linea e al nostro aspetto in generale.

Aderendo al principio secondo il quale ogni individuo vive in unione con l’universo, e quindi con l’ambiente che lo circonda, la medicina ayurvedica raccomanda di uniformarsi ai cambi di stagione per disintossicare e rinnovare il proprio organismo. Infatti, secondo la dottrina ayurvedica, ognuno di noi è ciò che mangia e in questi periodi di cambiamento ambientale anche noi siamo in grado di “cambiare” grazie a una corretta alimentazione. Certo, le regole dell’alimentazione ayurvedica sono piuttosto complesse e non facili da seguire con il poco tempo che abbiamo a disposizione, ma applicando alcune semplici norme di base (vedi: Abbracciare lo stile di vita ayurvedico per vivere in salute) potremo ricavare grandi vantaggi per il nostro benessere.

Per ottenere maggiori benefici all’alimentazione potremo associare l’aromaterapia, con la diffusione ambientale degli oli essenziali indicati per il nostro tipo dosha, oppure per praticare massaggi (vedi: Gli oli essenziali nella medicina ayurvedica). Comunque, in base al principio ayurvedico di curarci con le “erbe del nostro giardino”, è sempre meglio far ricadere la scelta su essenze estratte da piante tipiche delle regioni del Mediterraneo. Andiamo a scoprire quali sono gli oli essenziali dell’area mediterranea più indicati per i diversi dosha (vedi: Qual’è il tuo Dosha?).

Gli oli essenziali di lavanda, rosmarino e cipresso hanno benefici effetti su tutti e tre i tipi dosha. Per il Dosha Vata in particolare sono indicati gli oli essenziali di salvia, limone, origano, melissa, rosa, gelsomino, neroli e legno di cedro. Il Dosha Pitta trae beneficio dall’uso delle essenze di timo (varietà bianco), basilico, geranio, menta, camomilla, melissa e gelsomino. Al Dosha Kapha si consiglia invece l’uso degli oli essenziali di eucalipto, salvia, ginepro, issopo, legno di cedro, finocchio e pino silvestre.

Autore | Dott.ssa Eleonora Elez

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l’Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo.
Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *