© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Prima pagina ♥ » Salute » Sì Al Suicidio Assistito Per I Fedeli Inglesi

Sì Al Suicidio Assistito Per I Fedeli Inglesi

La maggioranza dei cittadini britannici che seguono una fede religiosa ha deciso di acconsentire al suicidio assistito, lo suggerisce una ricerca che ci indica un dato molto preciso: il 70% degli intervistati ha dichiarato di gradire un cambiamento della legge, mentre sono solo il 16% coloro che vi si oppongono. YouGov ha condotto un sondaggio online su 4.437 adulti britannici e il risultato è chiaro: il governo dovrebbe rendere possibile per qualcuno aiutare una persona malata terminale a morire, senza essere legalmente perseguibile. Il sondaggio sottolinea che i credenti della religione battista, i musulmani e gli indù non sono invece a favore di un cambiamento.

Fra coloro che sostengono la necessità di un cambiamento della legge, l’82% conviene che “un individuo abbia il diritto di scegliere quando e come morire”, mentre quasi il 60% di coloro che si oppongono allo stesso cambiamento, è al corrente del fatto che “le persone più vulnerabili potrebbero essere, o sentirsi, spinte a morire”.

Gli atteggiamenti e i tempi cambiano

I leader della Chiesa Romana sono stati particolarmente rigidi contro il suicidio assistito, ma il 56% di loro ha sostenuto la necessità di un cambiamento della legge; il sondaggio ha anche indicato che maggiormente a favore sono le persone religiose che hanno partecipato attivamente alla vita della chiesa o dei gruppi religiosi. Di contro, il sostegno è sceso al 44% fra i credenti cattolici che hanno partecipato alle medesime attività. Solo fra la religione anglicana, gli ebrei e sikh è stata riscontrata una netta maggioranza a favore di una modifica sulle regole del suicidio assistito.

La professoressa Linda Woodhead, docente di Sociologia della religione all’Università di Lancaster e co-conduttore dei Dibattiti di fede presso la comunità religiosa di Westminster, ha dichiarato che i moderni progressi della medicina hanno cambiato gli atteggiamenti delle persone nei confronti della morte. “Siamo abituati ad avere controllo sulla nostra vita e credo che in parte sia perché c’è anche questa possibiltà, il diritto di decidere da soli”.

Il dibattito è complesso

Un portavoce della Chiesa inglese ha criticato le indagini, considerandole “il modo sbagliato per testare parere sulla questione”. Ha inoltre aggiunto: “La statistica non è riuscita a fornire definizioni precise e condivise dei termini utilizzati: si parlava di diritti, senza alcun riferimento alla natura dei diritti umani e si sono introdotti termini come santità della vita, che hanno una connotazione specificamente religiosa, piuttosto che termini come valore intrinseco della vita, che sono invece neutrali”.

Considerandola pertanto fuorviante, ha concluso: “Questa indagine non aggiunge nulla di valore per l’attuale dibattito sul suicidio assistito, ma cerca di ridurre questioni che invece meritano adeguata e completa considerazione”.

Autore | Daniela Bortolotti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Sì Al Suicidio Assistito Per I Fedeli Inglesi
5 (100%) 5 voto/i
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Sì Al Suicidio Assistito Per I Fedeli Inglesi
5 (100%) 5 voto/i

Chi sono? D. Bortolotti

Prova anche

Prince, Il Dolore Cronico e La Contraffazione Dei Farmaci

Prince, Il Dolore Cronico e La Contraffazione Dei Farmaci

Farmaci falsi: credevo di averle sentite tutte, ma più passano gli anni e più resto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti Alla Newsletter Della Salute

Da oggi puoi ricevere GRATIS gli ultimi articoli pubblicati su Salute e Benessere direttamente nella tua casella di posta elettronica.

Se ti son piaciuti i temi da me trattati e la qualità del lavoro svolto, torna a trovarmi quando pubblicherò un nuovo approfondimento sulla salute ed il benessere.

Tu, ti iscrivi. 
Io ti mando le novità appena pubblicate, così che anche tu possa partecipare alla discussione!
La tua migliore email...