© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Salute e Benessere è uno spazio web curato dalla dott.ssa Viola Dante, che pubblica notizie ed approfondimenti su tutto quello che riguarda la salute ed il benessere psicofisico di uomo, donna e bambino. Hai bisogno d'aiuto?  Contattami : viola.dante@email.it o, se la pagina lo prevede, lascia un commento. Ti aiuterò personalmente il prima possibile – Dott.ssa Viola Dante =)
Breve messaggio di benvenuto (clicca qui).
Prima pagina ♥ » Salute » Sei A Rischio Diabete? Previeni La Malattia In Poche Mosse

Sei A Rischio Diabete? Previeni La Malattia In Poche Mosse

Mi ammalerò di diabete entro i prossimi due anni.
No, non è il verdetto di una chiromante ma il campanello d’allarme che dovrebbe trillare se abbiamo una certa familiarità con il diabete (se, ad esempio, un parente prossimo è già affetto dalla patologia).

Sapere in tempo che abbiamo elevate possibilità di ammalarci costituisce una grandissima fortuna“, dice il dottor Stewart Harris, medico di famiglia e membro del Diabetes Association canadese presso la University of Western Schulich dell’Ontario, “che ci permette di mettere in pratica una serie di misure tese a cambiare lo sviluppo degli eventi volgendoli in nostro favore“.

Avere familiarità con il diabete significa che il livello di glucosio nel nostro sangue è superiore al normale e, se continua a crescere senza controllo, è molto probabile che svilupperemo la malattia entro i prossimi anni.

Ecco che, allora, diventa importante prevenire e scongiurare una simile evenienza. In che modo? Scopriamolo insieme.

PERDERE PESO

Se sei in sovrappeso ed hai una certa familiarità con il diabete, è arrivato il momento di perdere i fastidiosi e pericolosi chili di troppo.
Rinunciando solo al 10 % del peso corporeo, è possibile prevenire o ritardare l’insorgenza del diabete.
Per realizzare l’obiettivo, è importante consumare meno calorie e bruciare di più attraverso una sana e corretta alimentazione e l’attività fisica regolare.

ATTIVITA’ FISICA REGOLARE

Praticare una sana e regolare attività fisica costituisce la soluzione-prevenzione per ogni malanno.
Se siete esposti al rischio diabete, quindi, cercate di essere fisicamente attivi per 30 o 60 minuti al giorno, per cinque giorni alla settimana. Questo non significa che bisogna andare in palestra ogni dì ma è possibile praticare movimento anche solo facendo una passeggiata a passo svelto, un nuotata in piacina, percorrendo le scale in luogo dell’ascensore o muovendosi a piedi per brevi tragitti piuttosto che utilizzare la macchina.

MODIFICA LO STILE DI VITA

Modificare il proprio stile di vita e le abitudini è un’operazione difficile che richiede anche il coinvolgimento dei familiari e delle persone con cui viviamo a stretto contatto.
Infatti, la scelta del nuovo menù che deve comporsi di alimenti sani deve passare attraverso l’approvazione dei membri della famiglia.
A questo proposito, precisa il dottor Harris, “è importante far capire ai propri congiunti che il diabete ha legami genetici ed è per questo auspicabile che tutti i membri seguano una condotta alimentare tesa a scongiurare i rischi della malattia“.

DORMIRE IN MODO ADEGUATO

Riposarsi dalle fatiche quotidiane e dormire otto ore al giorno è una formula indicata per ridurre i rischi di sviluppare serie patologie.
Una nuova ricerca ha riscontrato che le persone che dormono meno di sei ore a notte hanno registrato un aumento della resistenza all’insulina. Ciò significa che i livelli di glucosio nel sangue non sono ben controllati. Per questo motivo, è bene dormire più di sei ore al giorno ricorrendo, nei casi limiti, all’assunzione di sostanze naturali e rilassanti, come la valeriana, la camomilla e la passifllora.

OCCHIO ALLA PRESSIONE ED ALL’IPERCOLESTEROLEMIA

Una volta che abbiamo saputo di essere a rischio diabete, è importante che manteniamo la pressione sanguigna ed il colesterolo sotto controllo. L’ipercolesterolemia e l’ipertensione possono spianare la strada alle malattie cardiovascolari. Il nostro medico curante, quindi, potrà consigliarci di monitorare i livelli e prescriverci farmaci per il loro controllo. Ma sono soprattutto lo stile di vita, un’alimentazione sana e l’ esercizio fisico regolare a fare la differenza garantendoci di mantenere nella norma determinati valori.

FARMACI IPOGLICEMIZZANTI

Esistono, poi, una serie di farmaci utilizzati per trattare il diabete e ridurre la quantità di zuccheri nel sangue.
Questi rimedi“, precisa il dottor Harris, “sono molto efficaci nel prevenire o ritardare lo sviluppo del diabete. Se sommati ad una condotta di vita sana e morigerata, i farmaci possono avere un impatto positivo sui livelli di glicemia anche in fase pre-diabetica“.

CONTROLLARE REGOLARMENTE LA GLICEMIA

Visto che i livelli di glucosio nel sangue sono superiori alla norma è il momento di tenere sotto controllo i livelli di glicemia.
In che modo? Attraverso uno strumento in grado di rilevare le fluttuazioni dei valori glicemici.
Si tratta del glucometro (misuratore degli zuccheri nel sangue). Il dispositivo ci permette di prelevare gocce di sangue (con una puntura sul polpastrello) e di analizzarle immediatamente (attraverso una strisciolina) per verificare i livelli della glicemia.
Se si mettono in atto tutti questi accorgimenti“, chiosa il dottor Harris, “i rischi di contrarre la malattia si riducono drasticamente: il controllo, quindi, risulta essere la cura migliore“.

LO SAPEVI CHE?

L’azienda “Sanofi Aventis” ha implementato un modo per misurare la glicemia attraverso l’Iphone o l’ iPod Touch.
Grazie a questa tecnologia, infatti, la strisciolina con la goccia di sangue (utilizzata con il glucometro) potrà essere analizzata tramite questi dispositivi. L’unica cosa necessaria è aver scaricato il programma iBGStar mg/dL Diabetes Manager Application.

Autore | Marirosa Barbieri

© RIPRODUZIONE RISERVATA

» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Prova anche

obesità

Obesità, Dalla A Alla Z. Scopri Se Sei A Rischio e Come Intervenire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *