© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Prima pagina ♥ » Salute » Melatonina: Tutto Quello Che Dovresti Sapere

Melatonina: Tutto Quello Che Dovresti Sapere

La melatonina è un ormone che ti aiuta a contrastare i problemi del sonno. È stata consigliata per anni, come cura contro l’insonnia; tuttavia, alcuni dottori credono che sia in grado di alterare in peggio le fasi di sonno-veglia, a casa di un abuso.

La melatonina è un integratore a base di un ormone naturale, che ti aiuta a risolvere i problemi del sonno. Milioni di persone negli Stati Uniti ne fanno uso, per cercare di regolamentare le fasi di riposo notturno, di facilitare l’arrivo del sonno e di garantirsi dunque un’ottima dormita. Tuttavia, presta attenzione! La melatonina non causa dipendenza, ma può comunque provocare delle conseguenze se non presa appropriatamente.

La melatonina è infatti un naturale prodotto del tuo cervello; essa dice al tuo corpo che è notte ed è ora di andare a letto. È un ormone molto potente, ma molte persone non ne sono coscienti e ne prendono spesso più del dovuto. Sbagliando il dosaggio, la melatonina può avere effetti collaterali molto gravi, arrivando persino a distruggere il tuo ciclo del sonno. Troppa melatonina tutta insieme, può inoltre provocare emicranie, nausea, capogiri, o irritabilità.

Perché dovresti prendere la melatonina?

Se sai che dovrai subire un grosso cambiamento nelle tue abitudini del sonno: Dato il modo in cui lavora la melatonina, potrebbe essere lo strumento giusto per aiutare chi deve stare sveglio fino a tardi per qualche sera di fila, sapendo poi che avrà difficoltà a ritornare al suo orario originario. È perfetta anche per aiutarti a superare il meccanismo del jetlag.

Se hai più di 60 anni e hai problemi ad addormentarti: Invecchiando, il tuo corpo arriva a produrre meno melatonina, quindi il tuo corpo potrebbe aver bisogno di quell’aiuto in più.

Perché non dovresti prendere la melatonina?

Se non riesci a dormire per problemi legati allo stress, alla depressione e all’ansia: La melatonina non funziona in quei casi, perché il problema non ha a che fare con la capacità del corpo di produrre o meno melatonina. Potresti ricevere benefici dal Rilassamento Muscolare Progressivo (PMR), una pratica che porta a clamare il corpo e distrarre il tuo cervello.

Se hai già preso della melatonina in serata: Dal momento che è particolarmente potente, troppa melatonina potrebbe in realtà compromettere le tue abitudini legate al riposo, e quindi magari farti svegliare nel bel mezzo della notte. Alcune persone parlano di “intossicazione da melatonina,” una condizione di sovrabbondanza di melatonina, che le porta a sentirsi intontite e stanche! Ciò accade perché qualsiasi eventuale residuato di melatonina che avrai ancora in corpo la mattina successiva, farà credere al tuo cervello che è ancora notte, ancora cioè tempo di dormire – e sarà dunque ancor più difficile per te svegliarti.

Se noti di aver bisogno di più di 1 mg per addormentarti: Potresti stare prendendo troppa melatonina e quindi potresti star compromettendo il tuo ciclo del sonno. Se 1 mg di melatonina non è abbastanza, fai ricorso ad altri rimedi per aiutarti a farlo.

Se stai prendendo la melatonina da più di due settimane: Questo potrebbe essere il segnale che le tue difficoltà a dormire possano essere causate da altri problemi, come ad esempio lo stress o la depressione, che dovrebbero essere affrontate diversamente.

Come dovrei prendere la melatonina?

Prendi dai 0,3 a 1 mg di melatonina, 90 minuti prima di andare a dormire. Novanta minuti sono necessari al tuo cervello per fargli capire che è ora di andare a dormire; riconoscerà la melatonina, e ti farà sentire assonnato.

Prima di andare a letto, potrebbe esserti di aiuto abbassare le luci e spegnere la tivù o il computer, dal momento che la luce impedisce al corpo l’uso della sua scorta di melatonina.

E infine, se hai ancora problemi ad addormentarti, prova prima ad apportare dei cambiamenti nel tuo stile di vita, prima di decidere di usare un integratore.

Autore | Enrica Bartalotta

© RIPRODUZIONE RISERVATA

» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Dai un voto al mio lavoro, per favore.
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Dai un voto al mio lavoro, per favore.

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo dal 2003 al 2008. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali.

Prova anche

Prince, Il Dolore Cronico e La Contraffazione Dei Farmaci

Prince, Il Dolore Cronico e La Contraffazione Dei Farmaci

Farmaci falsi: credevo di averle sentite tutte, ma più passano gli anni e più resto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti Alla Newsletter Della Salute

Da oggi puoi ricevere GRATIS gli ultimi articoli pubblicati su Salute e Benessere direttamente nella tua casella di posta elettronica.

Se ti son piaciuti i temi da me trattati e la qualità del lavoro svolto, torna a trovarmi quando pubblicherò un nuovo approfondimento sulla salute ed il benessere.

Tu, ti iscrivi. 
Io ti mando le novità appena pubblicate, così che anche tu possa partecipare alla discussione!
La tua migliore email...