© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Prima pagina ♥ » Salute » Ecco Le Mutandine Elettroniche Antistupro

Ecco Le Mutandine Elettroniche Antistupro

Mutande elettroniche antistupro: è l’idea messa a punto da un team di studenti di ingegneria, in India, come riportato dal quotidiano New York Daily.
Non è un caso che il progetto parta proprio dall’India, un Paese martoriato dagli stupri di massa, in crescente aumento in questi ultimi anni.
La biancheria intima antistupro è progettata per proteggere le donne da tentativi di violenza carnale.

Il meccanismo di funzionamento delle mutande antistupro è molto semplice: una volta indossate, esse si trasformano in vere e proprie protezioni per le donne.
Se la vittima viene molestata, i sensori di pressione presenti sulle mutande (che funzionano attraverso un dispositivo GPS), inviano immediatamente un segnale sul cellulare dei genitori, degli amici della vittima o alla centrale di polizia.
Questo metterà in allerta le forze dell’ordine che saranno in grado, così, di localizzare il luogo in cui si sta consumando la violenza e di intervenire tempestivamente.

Il nuovo prodotto che sta già facendo molto discutere, deve essere ancora testato e sottoposto a tutte le misure di sicurezza necessarie prima di entrare in commercio. Nel frattempo, le donne indiane preferiscono andare in giro munite dei classici spray al peperoncino da spruzzare, nel caso di necessità, negli occhi dello stupratore.

La situazione di pericolo per le donne in India, ha avuto un impatto negativo sul turismo disincentivando le visite da parte degli stranieri.
Il numero di turisti in India, infatti, è diminuito sensibilmente del 25% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. I dati forniti dal giornale The Wall Street Journal parlano chiaro e tratteggiano una situazione incredibile: il 72% dei tour operator hanno registrato numerose cancellazioni di viaggi da parte delle donne straniere che decidono di rinunciare, sempre più spesso, al tour indiano.

Anche le donne indigene sono molto spaventate da ciò che sta accadendo nel loro Paese: di recente il mondo è rimasto sconvolto da storie come quella della giovane di 23 anni, violentata e torturata più volte da un branco di sei aggressori, su un bus a New Dehli e morta, successivamente, per le ferite riportate; oppure il caso della turista svizzera di 39 anni che ha denunciato di aver subito una terribile violenza sessuale di gruppo.
Quella degli abusi sulle donne in India è una gravissima piaga; c’è chi, senza troppi giri di parole, la definisce una vera e propria emergenza sociale, visto che nella capitale si registra uno stupro quasi ogni 20 ore.

Autore | Marirosa Barbieri

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *