© Tutti i diritti riservati e della Proprietà di salute-e-benessere.org

Prima pagina ♥ » Salute » Diabete Di Tipo 1: Cosa Dovresti Sapere

Diabete Di Tipo 1: Cosa Dovresti Sapere

Il diabete di tipo 1 sorge quando il sistema immunitario distrugge le cellule presenti nel pancreas, chiamate cellule beta, responsabili della produzione dell’insulina.

Alcune persone sviluppano il diabete secondario, simile a quello di tipo 1. Nel caso del diabete secondario, però le cellule beta non vengono distrutte dal sistema immunitario, ma vengono eliminate da un altro fattore, come una malattia o una lesione al pancreas.

Cosa fa l’insulina?

L’insulina è un ormone che facilita il trasporto degli zuccheri (o glucosio) ai tessuti del corpo. Le cellule la usano come combustibile.

Il danno alle cellule beta causato dal diabete di tipo 1 rovina il processo; il glucosio, infatti, non viene più trasportato alle cellule dall’insulina, ma si accumula nel sangue e le cellule “muoiono di fame”. In questo caso si parlerà di iperglicemia (o glicemia alta), che comporta:

• disidratazione: con la presenza di zuccheri extra nel sangue, le persone avvertono un bisogno più frequente di urinare. Questo è il metodo che il corpo usa per sbarazzarsene. La disidratazione è dovuta alla perdita di una grande quantità di acqua;

• calo di peso: il glucosio perso attraverso l’urina si porta via anche delle calorie; è per questo motivo che molte persone con glicemia alta perdono chili. Ovviamente, anche la disidratazione fa la sua parte;

• chetoacidosi diabetica: se il corpo non riesce ad ottenere abbastanza glucosio da poter usare come combustibile, comincia a rompere cellule di grasso. Questo processo crea sostanze chimiche, chiamate chetoni. Il fegato rilascia lo zucchero che ha immagazzinato per dare il suo aiuto, ma il corpo non può utilizzarlo senza insulina. Di conseguenza, lo zucchero si accumula nel sangue con i chetoni. La combinazione di quantità extra di glucosio, disidratazione e accumulo di chetoni (acidi organici) è conosciuta come “chetoacidosi”. Si tratta di una condizione potenzialmente pericolosa per la vita, se non trattata subito;

• danni al corpo: col tempo, l’accumulo di glucosio nel sangue può danneggiare i nervi e i vasi sanguigni presenti negli occhi, nei reni e nel cuore. Aumentano così le probabilità di soffrire di aterosclerosi (o indurimento delle arterie) e quindi di subire un attacco di cuore o un ictus.

Chi è più propenso al diabete di tipo 1?

Si tratta di una forma rara di diabete; è più comune nei bianchi che negli afro – americani e colpisce indistintamente uomini e donne. Di solito la malattia si presenta in soggetti con età inferiore ai 20, ma in realtà si può presentare a qualsiasi età.

Da cosa è causato il diabete di tipo 1?

I medici non conoscono tutte le cause, ma sanno che il ruolo dei geni è molto importante. Sostengono che questa forma di diabete sia provocata da un fattore ambientale, come un virus che dice al sistema immunitario di andare contro le cellule beta del pancreas. Si formano così i cosiddetti “autoanticorpi”, presenti in quasi tutti i soggetti con glicemia alta.

Il diabete di tipo 1 si può manifestare insieme ad altre malattie autoimmuni, come il morbo di Graves e la vitiligine.

P U B B L I C I T A'

Quali sono i sintomi?

– Sete

– fame (soprattutto dopo aver mangiato)

– bocca asciutta

– nausea e vomito

– mal di pancia

– minzione frequente

– calo di peso inspiegabile

– fatica, stanchezza, debolezza

– visione offuscata

– respiro pesante (definito dal medico “respirazione Kussmaul”)

– frequenti infezioni cutanee, vaginali o del tratto urinario

È necessario un trattamento di emergenza, in caso di:

– agitazione e confusione

– respirazione rapida

dolore al ventre

– perdita di conoscenza (sintomo raro)

Come viene diagnosticato il diabete di tipo 1?

Se il medico pensa che hai questo tipo di diabete, può controllarti il livello di zuccheri nel sangue. Inoltre, può prescriverti un esame delle urine per controllare la glicemia o il livello di sostanze chimiche che il corpo produce quando non dispone di abbastanza insulina.

Attualmente non esiste un modo per prevenire il diabete di tipo 1.

Quali sono le opzioni di trattamento?

Molte persone con diabete di tipo 1 vivono sano e a lungo. Il segreto è mantenere i livelli di zuccheri nel sangue nei limiti che ti consiglia il medico. Per questo dovrai controllarli spesso, regolare l’insulina, mangiare sano e fare esercizio fisico.

Tutte le persone con diabete di tipo 1 devono fare delle iniezioni per tenere sotto controllo la glicemia.

Riferendosi all’insulina, il medico si riferisce a tre importanti fasi:

1. inizio: è il periodo di tempo che anticipa il momento in cui l’insulina raggiunge il flusso sanguigno e inizia ad abbassare il livello di glicemia;

2. picco: è il momento in cui l’insulina si trova nel bel mezzo dello svolgimento della sua funzione (abbassare il livello di glicemia);

3. durata: è il tempo in cui l’insulina continua a agire, dopo aver raggiunto il suo picco d’azione.

L’insulina può essere di vari tipi:

– rapid – acting: inizia a fare effetto dopo circa 15 minuti. Raggiunge il picco in un’ora; dopodiché continua a fare effetto per 2 – 4 ore;

– short – acting: inizia a fare effetto dopo 30 minuti. Raggiunge il picco d’azione in 2 – 3 ore e continua a funzionare per altre 3 – 6 ore;

– intermediate – acting: entra nel flusso sanguigno dopo 2 – 4 ore dall’iniezione. Raggiunge il picco in 4 – 12 ore e continua a fare effetto per 12 – 18 ore;

– long – acting: impiega diverse ore per entrare nel flusso sanguigno e la sua azione dura per circa 24 ore.

Il medico può farti cominciare il trattamento con due iniezioni al giorno di due tipi diversi di insulina. Dopodiché può farti passare a 3 – 4 iniezioni al giorno.

La maggior parte delle volte, l’insulina è contenuta in un flaconcino di vetro e deve essere aspirata con una siringa. Esistono però in commercio delle siringhe già piene di insulina, un altro tipo che deve essere inalato o una pompa che rilascia l’ormone nel corpo attraverso un tubicino. Sarà il medico a decidere qual è il metodo più adatto a te.

Cambiamenti dello stile di vita

In caso di diabete di tipo 1, fare esercizio fisico è molto importante. Non si tratta semplicemente di uscire a correre, ma bisogna anche bilanciare la dose di insulina e controllare ciò che si mangia.

Controlla il livello di zuccheri prima, durante e dopo l’attività fisica per capire che effetto ha sul tuo organismo.

È fondamentale anche capire come gli alimenti influenzano la glicemia. Rivolgiti a un nutrizionista per seguire una dieta sana.

Se non trattato, cosa comporta il diabete di tipo 1?

Senza controlli, ti esponi a problemi gravi per la tua salute – a volte anche pericolosi per la vita, come:

• retinopatia: si tratta di una patologia che colpisce circa l’80% degli adulti che soffrono di diabete di tipo 1 da più di 15 anni. Per prevenirla, controlla i livelli di glicemia, la pressione sanguigna, il colesterolo e i trigliceridi;

• danni ai reni: circa il 20 – 30 % dei soggetti con questo tipo di diabete soffre di nefropatia. Le probabilità crescono col tempo; infatti, è più probabile che questa malattia sorga dopo 15 – 25 anni dalla comparsa del diabete. Altri problemi di salute includono l’insufficienza renale e malattie cardiache;

• problemi di circolazione sanguigna e danni ai nervi: arterie indurite e nervi danneggiati comportano una perdita di sensibilità e una mancanza di flusso sanguigno ai piedi. Aumentano così le probabilità di lesioni e le ferite guariscono difficilmente. A questo punto, crescono le possibilità di perdere un arto. Infine, i nervi danneggiati possono causare problemi digestivi, come nausea, vomito e diarrea.

Autore | Anna Abategiovanni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Un commento

  1. Salve desiderio sapere delle informazioni sn diabetica e faccio4 insulina al giorno
    Desiderio prendere il the verde x aiutate abbatte il glucosio d glicemia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *