© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Prima pagina ♥ » Nutrizione » Sodio (sale): Amico o Nemico Del Benessere?

Sodio (sale): Amico o Nemico Del Benessere?

Help – aiuto!
»L'articolo è troppo lungo o hai bisogno SUBITO d'aiuto?  Lascia un commento . Clicca qui: ti aiuterò personalmente il prima possibile – Dott.ssa Viola Dante =)

Spesso, sentiamo dire che una dieta povera di sodio porterebbe innumerevoli benefici per la nostra linea.
Una considerazione veritiera, se si considera che l’eccesso di sale, nell’alimentazione, genera problemi di salute di non poco conto, come l’ipertensione.
Non si sbagliano neppure quanti sostengono che l’esercizio fisico, unito alla riduzione di sodio nella dieta, è in grado di regalarci una forma perfetta.
L’eccesso di sodio, infatti, provoca il fenomeno della ritenzione di liquidi che si manifesta con l’eccesso di peso.
Ma il sodio, in definitiva, è nemico o amico del benessere? Quali sono i benefici di questo particolare alimento?
Cerchiamo di scoprirli insieme.

PERCHE’ IL SODIO E’ IMPORTANTE

Il nostro corpo ha bisogno di assumere una certa quantità di sodio, per funzionare correttamente. La dose consigliata è di almeno 500 mg al giorno. Il sodio è necessario per mantenere il giusto equilibrio dei liquidi nei tessuti, per bilanciare il calcio ed il potassio, per la salute del cuore.
Esso, inoltre, sostiene la funzione muscolare e contribuisce al benessere dell’apparato circolatorio.

DI QUANTO SODIO ABBIAMO BISOGNO?

In generale, per gli adulti ed i bambini al di sopra dei quattro anni, la dose raccomandata è di non meno di 500 mg al giorno, molto meno di quello che l’adulto medio consuma.
Se si soffre di una malattia renale cronica, ipertensione o diabete, si può essere più sensibili agli effetti del sodio ed è quindi necessario seguire il consiglio di un medico, prima di assumerlo.

FONTI DI SODIO

Il sodio è normalmente presente negli alimenti che abitualmente consumiamo, come il sale da tavola (ci sono 2300 mg di sodio in 1 cucchiaino di sale), in alimenti come carne, prodotti lattiero-caseari e verdura.
La maggior parte del sodio che consumiamo proviene da alimenti trasformati in commercio, che possono includere cibi in scatola, carni, bibite e condimenti, come la salsa di soia. Basti pensare che un pasto consumato al fast food può contenere oltre 1.000 mg di sodio.

COME RIDURRE L’ASSUNZIONE DI SODIO

Per evitare il consumo eccessivo di sodio, è importante condurre una vita rilassante: lo stress, infatti, ci porta a desiderare alimenti salati, grassi e carichi.
Un’altra buona regola, consiste nel leggere attentamente le etichette alimentari, verificando se esse contengano sodio che, come detto, può nascondersi in alimenti trasformati e sotto forma di glutammato monosodico, lievito, bicarbonato di sodio, sodio fosfato, alginato di sodio, nitrato di sodio e nitrito di sodio.
Altro suggerimento da seguire: mangiare cibi freschi e non trasformati, adoperare la saliera il meno possibile e condire poco gli alimenti che presentiamo in tavola.
Ridurre la frequentazione di fast food può rivelarsi un’altra buona soluzione, visto che numerosi cibi venduti in questi locali, contengono grandi quantità di sodio.

ECCO COME IL SODIO CONDIZIONA LA NOSTRA LINEA

In che modo il sodio è in grado di condizionare la nostra linea? Questo elemento, se assunto in elevate quantità costringe i reni a lavorare di più. In questo modo, il fegato, che normalmente converte il grasso in energia, deve lavorare intensamente per aiutare i reni. Così: il metabolismo rallenterà e non riusciremo a bruciare i grassi, come generalmente faremmo.
Riducendo l’assunzione di sodio, inizialmente potremmo perdere 1-2 chili. Limitare l’apporto di sodio è quindi importante per mantenere il metabolismo equilibrato. Se a questo, aggiungiamo l’allenamento fisico quotidiano, un’alimentazione sana e corretta, raggiungeremo i nostri risultati ancora più velocemente.

Autore | Marirosa Barbieri

© RIPRODUZIONE RISERVATA

» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Dai un voto al mio lavoro, per favore.
caricamento...
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Dai un voto al mio lavoro, per favore.
caricamento...

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo dal 2003 al 2008. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Prova anche

Oli Vegetali: Fanno Davvero Bene Alla Salute?

Oli Vegetali: Fanno Davvero Bene Alla Salute?

Newsletter - 100% GRATIS e senza pubblicità!

Rimani aggiornato! Sarò la tua agenda personale, per tenerti in forma ed in salute ogni giorno.

Newsletter - 100% GRATIS e senza pubblicità!

Rimani aggiornato! Sarò la tua agenda personale, per tenerti in forma ed in salute ogni giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *