© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Salute e Benessere è uno spazio web curato dalla dott.ssa Viola Dante, che pubblica notizie ed approfondimenti su tutto quello che riguarda la salute ed il benessere psicofisico di uomo, donna e bambino. Hai bisogno d'aiuto?  Contattami : viola.dante@email.it o, se la pagina lo prevede, lascia un commento. Ti aiuterò personalmente il prima possibile – Dott.ssa Viola Dante =)
Breve messaggio di benvenuto (clicca qui).
Prima pagina ♥ » Nutrizione » Saltare I Pasti Fa Ingrassare

Saltare I Pasti Fa Ingrassare

Saltare i pasti per risparmiare calorie sembra un piano infallibile, ma i medici avvertono che ciò che sembra sicuro può rivelarsi invece assai controproducente. Infatti accade l’opposto: saltare i pasti fa ingrassare, non perdere peso e ciò accade per diversi motivi, vediamo quali sono.

La voglia di sgarrare

Si sentono spesso commenti come questo a cene o nei ristoranti: “non ho mangiato niente oggi, in modo da poter sgarrare” e così via con cucchiaiate di gelato, fette di torta, o seconde porzioni. È ovvio che aver saltato i pasti vi abbia portato ad essere molto affamati, ma sappiate che le calorie da bruciare per un unico pasto saranno molte di più, rispetto a quelle che il vostro fisico avrebbe potuto sopportare in due differenti momenti.
Questa è la trappola in cui molti cadono: saltare un pasto e poi recuperare le calorie al pasto successivo. Il modesto pranzo da 500 calorie non giustifica una cena da 1.500… è comunque mangiare troppo. Tra l’altro questo modello di alimentazione è sbagliato può diventare una cattiva abitudine, se si alternano momenti in cui si muore di fame a grandi abbuffate.

Una questione di metabolismo

Ciò che i ricercatori e nutrizionisti ci sottolineano è che l’aumento di peso non è dato solo dal quantitativo di calorie, ma riguarda anche il metabolismo: quando non si mangia per un periodo molto lungo della giornata, il corpo innesca automaticamente un proprio processo di auto-regolazione perché è programmato per la sopravvivenza. Se modifichi continuamente le tue abitudini, il tuo corpo smette di bruciare calorie più velocemente, come fa di solito, sul presupposto che deve accumulare calorie, anziché consumarle. Dopo il pasto successivo, invece di bruciare le calorie per dare energia, l’organismo consumerà le calorie ad un ritmo più lento, pensando ancora una volta che deve compensare i momenti di carenza di cibo.
Inoltre, saltare i pasti è responsabile del basso livello di zucchero nel sangue, che è pericoloso soprattutto se si ha una storia familiare di diabete. In questo caso non si dovrebbe mai saltare un pasto, in quanto ciò potrebbe sconvolgere l’equilibrio tra assunzione di cibo e insulina. L’aumento di peso è sempre un rischio perché la sensazione di fame viene attivata proprio dai bassi livelli di zucchero nel sangue.

Mangiare meno, mangiare più spesso

Gli studi confermano che le persone che non hanno l’abitudine di saltare i pasti controllano i loro appetiti con più successo di quelle che alternano digiuni ad abbuffate. Perché? Più a lungo ci si sente affamati, più si mangerà al pasto successivo. Saltare i pasti perché si vuole perdere peso, fa purtroppo andare le cose nella direzione opposta. L’ideale sarebbe consumare cinque piccoli pasti invece di tre grandi pasti, che includano una serie di alimenti salutari, a basso contenuto di grassi, a basso contenuto calorico, per tutta la giornata, a partire dalla prima colazione.
Gli studi dimostrano anche che le persone che saltano la prima colazione e mangiano meno volte durante il giorno dimagriscono meno facilmente di quelle che fanno una buona prima colazione e 4-5 piccoli pasti al giorno. Mangiare più spesso contribuisce ad alzare l’indice metabolico e consumare piccoli pasti durante la giornata vi aiuterà a bruciare calorie senza doverne saltare nemmeno uno: in questo modo troverete più facile controllare il vostro appetito.

Autore | Daniela Bortolotti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Prova anche

Oli Vegetali: Fanno Davvero Bene Alla Salute?

Oli Vegetali: Fanno Davvero Bene Alla Salute?

Un commento

  1. Verissimo, due spuntini, anche con un succo di frutta o una mela. Solo così riesco a portare avanti la dieta. Non ha senso arrivare affamati ai pasti principali. Faccio colazione e pranzo con herbalife, due spuntini di frutta e frutta secca e cena libera. Sto benissimo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *