© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Salute e Benessere è uno spazio web curato dalla dott.ssa Viola Dante, che pubblica notizie ed approfondimenti su tutto quello che riguarda la salute ed il benessere psicofisico di uomo, donna e bambino. Hai bisogno d'aiuto?  Contattami : viola.dante@email.it o, se la pagina lo prevede, lascia un commento. Ti aiuterò personalmente il prima possibile – Dott.ssa Viola Dante =)
Breve messaggio di benvenuto (clicca qui).
Prima pagina ♥ » Nutrizione » Il Cibo Giusto Per I Tuoi Occhi

Il Cibo Giusto Per I Tuoi Occhi

Avrai sicuramente letto di diete che concentrano la loro attenzione su un tipo di cibo piuttosto che un altro, e di come ognuno degli alimenti indicati sia in grado di migliorare la salute di una determinata parte del corpo (pensa ai capelli, alle unghie, persino al fondoschiena), ma molto spesso non prestiamo attenzione a ciò che potrebbe invece influenzare una nostra caratteristica importante, gli occhi.

Abbiamo sicuramente sentito parlare, fin da piccoli, di come le carote influenzino la nostra vista, ma non molti sanno che esistono anche altri cibi protettori degli occhi. Ecco qui una breve lista di alcuni alimenti che possono aiutarti a far bene alla vista:

Trota selvatica

Questo pesce è il re dei pesci per quanto riguarda il suo contenuto di acidi grassi Omega-3. Gli Omega-3 sembrano essere essenziali per la salute della retina, secondo uno studio recente. I partecipanti che abbiano consumato cibi ricchi in Omega-3 hanno infatti diminuito del 37% l’incidenza di una malattia della macula denominata degenerazione maculare. Questa condizione è legata all’invecchiamento; la degenerazione maculare arriva a deteriorare l’occhio fino a portare alla cecità, è infatti la prima causa di cecità oltre i 60 anni.

Latte parzialmente scremato

Particolarmente ricco di vitamina D, il latte parzialmente scremato aiuta a prevenire l’instaurarsi della degenerazione maculare. In uno studio del 2011, the Archives of Ophthalmology hanno scoperto, tramite un semplice prelievo del sangue, che individui che abbiano assunto alti livelli vitamina D avevano diminuito del 40% il proprio rischio di sviluppare la degenerazione maculare.

Broccoli

Se ancora pensavi che le arance siano l’unica fonte al cubo di vitamina C, allora noi ti sveleremo che ci sono tante altre opzioni, altrettanto salutari, se non di più! I broccoli, ad esempio. Alcuni ricercatori hanno scoperto che la vitamina C è essenziale alle cellule presenti nel nervo ottico, è dunque fondamentale per il funzionamento dell’occhio. La vitamina C è inoltre in grado di proteggere la retina. Oltre al loro elevato quantitativo di vitamina C (come le fragole, i kiwi, la lattuga e gli spinaci), i broccoli sembrano anche essere in grado di contrastare le infiammazioni che si sviluppano nel corpo, grazie al loro elevato ammontare di antiossidanti. Il che, alla fine della fiera, è positivo per la salute dell’occhio in toto.

Cavolo

Perché il cavolo è così speciale? Perché contiene carotenoidi quali luteina e zeaxantina – due composti in grado di proteggere l’occhio. In particolare, uno studio del 2009 ha scoperto che la luteina e la zeaxantina sono in grado di proteggere gli occhi dai raggi nocivi UVA. Come fossero un esercito che si colloca esattamente tra i raggi del sole ed il tuo occhio; pensaci la prossima volta che andrai a prendere il sole, e fai il pieno di cavolo (e pomodori e spinaci allo stesso modo) prima. In ogni caso, non dimenticare di indossare i tuoi occhiali da sole con protezioni UVA!

Ostriche

Questa gustosa creatura del mare dalla consistenza viscida, è ricca di zinco, un minerale in grado di aiutare l’occhio presso gli ultimi stadi della degenerazione maculare. Lo zinco è un potente antiossidante, lavora in generale contro qualsiasi processo che porti all’invecchiamento delle cellule; è quindi in grado di aiutare la tua pelle, e anche il tuo cervello, nel suo percorso verso apprendimento e memoria.

Tieni a mente che questi ingredienti vengono meglio assorbiti dal corpo sottoforma di cibo, anziché di integratore; fatta eccezione per la vitamina D. A proposito di vitamina D: ricorda di esporti al sole, per almeno mezz’ora tutti i giorni, anche d’inverno; è infatti il sole ad aiutare l’assorbimento di questa vitamina, tanto importante anche per il cervello e lo scheletro.

Autore | Enrica Bartalotta

© RIPRODUZIONE RISERVATA

» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Prova anche

Oli Vegetali: Fanno Davvero Bene Alla Salute?

Oli Vegetali: Fanno Davvero Bene Alla Salute?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *