© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Salute e Benessere è uno spazio web curato dalla dott.ssa Viola Dante, che pubblica notizie ed approfondimenti su tutto quello che riguarda la salute ed il benessere psicofisico di uomo, donna e bambino. Hai bisogno d'aiuto?  Contattami : viola.dante@email.it o, se la pagina lo prevede, lascia un commento. Ti aiuterò personalmente il prima possibile – Dott.ssa Viola Dante =)
Breve messaggio di benvenuto (clicca qui).
Prima pagina ♥ » Bellezza » Cura Pelle » Smagliature Durante La Gravidanza

Smagliature Durante La Gravidanza

Sono molte le cose che cambiano durante la gravidanza e dopo: orari, il tempo per dormire o il senso di libertà, solo per citarne alcuni. Insieme a questi inevitabili cambiamenti di stile di vita, occorre considerare anche molti cambiamenti fisici. Primo fra tutti è l’insorgere di smagliature della pelle: per molte donne le smagliature sono un normale effetto causato dalla gravidanza, come i pannolini e le poppate. “La mia pancia era così stretta e liscia prima di rimanere incinta, che ho notato subito le smagliature appena ha iniziato a crescere” spiega Maggie Shaw, una mamma di 38 anni “per non parlare di come si sono ripresentate, ancora più evidenti, durante la mia seconda gravidanza”.

– Anatomia di una smagliatura

Le smagliature si verificano quando il corpo cresce più velocemente della capacità che ha la pelle, che in gravidanza non riesce a “tenere il passo”. Questo fa sì che le fibre elastiche appena sotto la superficie della pelle si rompano, causando smagliature. “Durante i nove mesi di gravidanza si può arrivare a ingrassare fino a 30 kg di peso” dice la Dr.ssa Heidi Waldorf, professore clinico associato di dermatologia presso il Mount Sinai School of Medicine di New York City, “ed è un processo così veloce da poter lasciare smagliature, specialmente sulla pancia e sul seno, le due aree in cui crescono di più. Le smagliature possono anche apparire su cosce, glutei e braccia. I segni iniziali sono di colore rossastro o viola, ma dopo la gravidanza poco a poco tendono a cambiare verso il bianco o il grigio. Gli esperti dicono che le donne che hanno un giusto peso corporeo dovrebbero guadagnare tra i 25 e i 35 kg, non di più”.
“Sarebbe opportuno tentare non solo di rimanere all’interno di tale intervallo, ma cercare anche di crescere lentamente e costantemente, al contrario di scatti veloci” dice la Dr.ssa Mary Lupo, professore di dermatologia clinica presso la Tulane University School of Medicine.

In altre parole, quando si tratta di smagliature, quanto velocemente si prende peso può essere ugualmente importante di quanto si ingrassa.

– Chi sviluppa le smagliature?

Se le avete, siete in buona compagnia. Circa il 90% delle donne le svilupperà qualche tempo dopo il sesto o settimo mese di gravidanza, secondo l’American Academy of Dermatology. Se la madre della partoriente ha avuto le smagliature è molto più probabile che le abbia anche la figlia, dal momento che la genetica gioca il suo ruolo. Le donne che hanno una carnagione più chiara tendono a sviluppare smagliature rosate, quelle dalla pelle scura invece tendono ad avere le smagliature che sono più chiare rispetto ai loro toni di colore della pelle.

– È possibile una prevenzione?

Purtroppo non c’è modo di prevenire le smagliature. Non ci sono una crema, una lozione o un balsamo che possano farlo, “E se anche dei prodotti dovessero averne la dicitura sulla confezione non lasciatevi ingannare”, sostiene la Dr.ssa Lupo. “Mantenere la pelle idratata con una lozione o con una crema grassa è sempre una buona idea” continua l’esperta, “anche per aiutare la pelle ad essere più liscia e più tonica, oltre a lenire il fastidioso prurito che può insorgere con la pancia in crescita”.
“Un buon aiuto è anche mantenere il corpo idratato con acqua” aggiunge la Dr.ssa Anne Chapasun, dermatologa presso il Mount Sinai Medical Center.

– Trattamento sulle smagliature

Mentre alcune smagliature, le meno marcate, sbiadiscono da sole, altre invece rimangono: sono le più scure e appariscenti. “Il momento migliore per trattarle” sostiene la Dr.ssa Waldorf, “è mentre sono ancora in quella fase rossastra”. Ci sono gel a base di un mix di estratto di cipolla e acido ialuronico che possono aiutare. Uno studio su un campione di donne con le smagliature, dopo 12 settimane di uso quotidiano di questo gel, ha stabilito che i loro segni sono sbiaditi.
Un’altra opzione è un composto retinoide (collegato chimicamente alla vitamina A), che il dermatologo può prescrivere. “Questo accelera il turnover cellulare e può stimolare una nuova crescita di collagene, che porta ad avere una pelle più tonica e sana”, dice la Dr.ssa Waldorf. (Attenzione: non è possibile utilizzare un retinoide se si è incinta o durante l’ allattamento).
Altri terapie alternative includono laser che riscaldano la pelle. L’effetto è sempre quello di aumentare la crescita di collagene, oltre a restringere i vasi sanguigni dilatati. “Si devono fare un certo numero di sessioni per ottenere dei risultati”, afferma la Dr.ssa Jeanine B. Downie, dermatologa.
“Processi come la dermo abrasione possono anche aiutare a rinnovare la pelle” continua la Dr.ssa Downie, “ma non ci si aspettati un grande cambiamento”.
Molte donne invece stanno semplicemente cercando di accettare la nuova pelle che hanno ora che il bambino è arrivato. Sapendo che non c’è davvero nessuna formula magica, si possono considerare le smagliature come parte del nuovo corpo di mamma. Nuove curve, nuova forma, nuova pelle.

Riferimento: …stretch-marks

Autore | Daniela Bortolotti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Prova anche

Come Prendersi Cura Della Pelle Secca

Come Prendersi Cura Della Pelle Secca | Parte II

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *