© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Prima pagina ♥ » Bellezza » Cura Pelle » Esfoliazione, Gli effetti collaterali

Esfoliazione, Gli effetti collaterali

Gli effetti collaterali dell’esfoliazione possono essere lievi o gravi. Prodotti come il peeling chimico sono effettivamente forti e possono essere molto dannosi e irritanti. L’esfoliazione è una parte fondamentale per una buona routine di cura della pelle, ma deve essere eseguita con attenzione.
La maggior parte degli effetti collaterali dell’esfoliazione sono lievi e temporanei e si possono verificare se fai uno scrub in modo troppo vigoroso o se hai utilizzato prodotti con concentrazione di alfa idrossiacidi, che sono molto aggressivi. Secchezza, arrossamento, desquamazione e prurito della pelle sono complicazioni comuni e non lasciano un danno permanente. Non esfoliare la pelle in nessun modo prima che non sia completamente guarita; questo include tutti gli scrubs viso e corpo, i trattamenti di microdermoabrasione e tutti i prodotti che contengono alfa e beta idrossiacidi, come lattico, glicolico, malico, mandelico e salicilico. Bisognerebbe evitare anche i prodotti anti invecchiamento che contengono retinoidi e più del 5% di vitamina C. Leggere concentrazioni di vitamina C e altri antiossidanti possono essere utili e idratare la pelle esfoliata è molto importante. Cerca tutte le formule naturali che non contengono ingredienti irritanti. Elementi botanici come aloe, farina d’avena, lavanda e camomilla possono essere utili per lenire e calmare la pelle irritata e la aiutano anche a guarire.

Se attualmente stai sperimentando gli effetti collaterali di un peeling chimico, ci sono cose che puoi fare per aiutare la pelle a guarire più in fretta e ridurre il rischio di danni permanenti. La pelle che è stata eccessivamente esfoliata può risultare spaventosa da guardare, ma può guarire. Non togliere con le dita nessuna squama o crosta; lasciale cadere naturalmente. Evita le altre forme di esfoliazione e prodotti forti e idrata la pelle frequentemente. Compra un gel 100 % puro di aloe vera e applicalo sulla pelle bruciata. Di solito è reperibile presso un negozio di alimentari salutari. Fai attenzione a che contenga solo gel di aloe vera; molti prodotti realizzati per le scottature contengono anestetici topici che possono pizzicare. Prova a cercare anche un prodotto con peptide di rame GHK-Cu; molti di questi prodotti sono progettati specificamente per l’uso dopo il peeling. Evita di truccarti almeno per un paio di giorni. È molto importante anche utilizzare una protezione solare in ogni momento per evitare danni alla pelle, dato che sarai ad alto rischio di scottature e macchie almeno per un mese dopo una bruciatura chimica dovuta al peeling.

Puoi evitare la maggior parte degli effetti indesiderati dell’esfoliazione imparando come farlo appropriatamente. Non farlo con troppa pressione. Dopo qualche ore (o il giorno dopo) ti accorgerai di aver strofinato troppo. All’inizio aumenta gradualmente l’intensità dei tuoi trattamenti esfolianti. Se stai utilizzando prodotti chimici, assicurati di iniziare con formule delicate. Mai cominciare con peeling e sieri aggressivi. Dai il tempo alla pelle di adattarsi gradualmente.

Se utilizzi l’esfoliazione per sbiadire smagliature e cicatrici, non pretendere risultati rapidi, essendo troppo aggressivo, soprattutto all’inizio. È necessario bilanciare un’esfoliazione pesante con prodotti per il ringiovanimento della pelle. Inoltre bisogna dare alla pelle una pausa di tanto in tanto, per permetterle di recuperarsi. Accetta che probabilmente ci vorrà un anno o più per eliminare completamente seri danni e non cercare di affrettare i tempi.

Generalmente gli effetti collaterali dovuti all’esfoliazione sono temporanei e non si tradurranno in danni permanenti. Una cura appropriata con protezione solare aiuterà la pelle a guarire correttamente. Quando sarà totalmente guarita e ricominci a esfoliarla, procedi gradualmente prima di utilizzare trattamenti più forti.

Autore | Anna Abategiovanni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *