© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Prima pagina ♥ » Bambini » Ansia Pre-Scolastica: Ecco Come Combatterla

Ansia Pre-Scolastica: Ecco Come Combatterla

Cambiare scuola, ad ogni età, può costituire uno stress non indifferente per ragazzi e genitori.
Quando si è bambini e ci si affaccia alle scuole primarie, lo stress può essere persino più forte ed intenso.

Per questo è importante che i genitori sappiano qual è il modo più efficace per aiutare i propri figli durante il passaggio scolastico.

Se i vostri bimbi presentano nervosismo, stress ed ansia durante l’accesso alla scuola d’infanzia o primaria“, ha dichiarato lo psicologo DeAnn Harvey, “suggeriamo ai genitori di portarli a scuola o in auto e di insegnare ai propri figli che la scuola è un edificio dove andare a giocare, imparare, conoscere nuovi bimbi“.
Se il bambino si dimostra particolarmente ostile a questa nuova esperienza, si potrebbe pensare di organizzare un incontro conoscitivo con il futuro insegnante. In questo modo, il piccolo avrà modo di socializzare prima e di sentirsi a suo agio il primo giorno di scuola.

L’ansia e lo stress, per i ragazzi che si apprestano a passare dalle scuole elementari alle medie, sono legati principalmente al cambiamento di ambiente, di vita, di insegnanti, di studio.

In questo caso“, ha speigato l’esperto, “è possibile visitare la struttura scolastica molto prima dell’inizio dell’anno scolastico; entrare nelle aule; guardarsi intorno; cominciare a familiarizzare con la nuova scuola e con l’idea del cambiamento“.

In tutto questo i genitori devono mantenere la consapevolezza; è importante, cioè, che riconoscano l’ansia ed i disturbi da stress legati al cambiamento di scuola e che sappiano aiutare i propri figli senza criticarli o pressarli.
L’ ansia non è totalmente negativa“, ha dichiarato Harvey, “essa aiuta a mantenere alta l’ adrenalina, ad affrontare con più consapevolezza le nuove esperienze, a provare cose nuove“.

Gli esperti dicono che l’ansia da scuola è in aumento tra i ragazzi più grandi a causa delle pressioni associate all’utilizzo esasperato ed esasperante dei social network. Per questo motivo, i genitori dovrebbero tenere sotto controllo l’attività online dei propri figli, al fine di evitare problemi e stati di forte stress emotivo.

Se i problemi di ansia e stress pre-scolastici non dovessero attenuarsi, i genitori e gli studenti dovrebbero prendere seriamente in considerazione l’idea di affidarsi ad uno psicoterapeuta in grado di aiutarli a superare il problema.
Oltre alle emozioni pre-scuola e legate principalmente al cambiamento ed al passaggio da un livello di istruzione ad un altro, le fonti di stress per i ragazzi adolescenti sono anche legate ad altri fattori, come il bullismo.

Il bullismo“, conclude Harvey, “ed il cyber-bullismo influiscono in maniera così negativa e devastante sui ragazzi da aumentare in modo esponenziale il loro stato di ansia generando così seri problemi nell’apprendimento, nella serenità e nella vita di tutti i giorni“.

Proprio per questo è importante che i genitori veglino sullo stato d’animo dei propri ragazzi ed intercettino in tempo eventuali malesseri.

La cura all’ansia ed insicurezza non va ricercata in medicine o antidepressivi ma, probabilmente, in un dialogo costruttivo ed affettuoso tra genitori e figli.

Autore | Marirosa Barbieri

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *