© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Prima pagina ♥ » Salute » Test ed Esami Oncologici Da FARE e Da EVITARE

Test ed Esami Oncologici Da FARE e Da EVITARE

Se stai valutando la possibilità di effettuare un particolare esame clinico per la rilevazione del cancro, devi anche considerare allora quali potrebbero essere i rischi e i benefici derivanti da ognuno di essi. Per una persona, che manca di sintomi e fattori di rischio per un particolare tipo di cancro, non sempre più test sono la cosa più giusta da fare. Impara qui quali sono gli esami ai quali avvicinarti con cautela, e quali sono invece i test ai quali dovresti assolutamente sottoporti.

Lo screening del cancro in individui adulti e sani può considerarsi del tutto difficoltoso. Non sempre più esami sono la soluzione migliore da mettere appunto. Non solo perché sarebbe difficile scorgere alcuna forma di tumore, ma anche perché il potenziale di falso-positivo è particolarmente alto per determinate procedure. Un risultato, che può portare a ulteriori test, operazioni non necessarie e farmaci costosi; e da ultimo, ad uno stress emotivo particolarmente forte e del tutto superfluo. Se stai valutando la possibilità di uno screening, considerane dunque bene tutti i rischi e i benefici.

A questo proposito, Consumer Reports ha realizzato una lista degli otto screening test che le persone sane, senza sintomi né fattori di rischio relativi, dovrebbero assolutamente evitare e una lista dei tre esami principali che invece dovresti assolutamente fare, perché i benefici derivanti supererebbero di gran lunga i rischi.

Gli otto esami di screening oncologici da non fare sono relativi a:

» Tumore della vescica
» Cancro del polmone
» Tumore del pancreas
» Cancro dell’ovaio
» Cancro alla prostata
» Tumore del testicolo
» Cancro delle vie aereo-digestive
» Cancro della pelle

Queste raccomandazioni di Consumer Reports sono state pensate per gli individui sani, che non hanno sintomi, né particolari fattori di rischio legati ad un cancro specifico (ad esempio non fumano e non hanno una storia famigliare legata ad un tipo di tumore). Se sei particolarmente preoccupata riguardo ad alcuni sintomi che credi di avere, o se hai una storia famigliare oncologica di qualche tipo, parla con il tuo dottore della possibilità di consigliarti uno screening.

Screening per il cancro della vescica, del polmone e del pancreas

Sia Consumer Reports che Dr. Oz si trovano d’accordo sul fatto che questi tre screening test siano quelli da evitare assolutamente, se non hai sintomi né presenti fattori di rischio a riguardo di questi tre tipi di tumore.

I sintomi del cancro della vescica includono un flusso urinale intermittente, dolore pelvico o al fianco. Alcuni pazienti passano anche attraverso un periodo di incontinenza o di urgenza; altri al contrario, hanno bisogno di effettuare uno sforzo per poter urinare, altri pazienti invece sperimentano una minor forza nel flusso dell’urina. I fattori di rischio del cancro alla vescica, includono il fumo e pre-esistenti infezioni quali il Schistosoma haematobium o un uso antecedente del ciclofosfamide, un farmaco chemioterapico.

Il tumore dei polmoni viene facilmente identificato da tossi sanguinolente (una fuoriuscita chiamata emotisi, presente dal 25 al 50% dei pazienti con cancro ai polmoni), che caratterizzano specialmente i pazienti fumatori da lungo tempo. Tuttavia, la causa più comune di emotisi è la bronchite. Alcuni pazienti presentano inoltre dolori al petto e fiato corto. I due principali fattori di rischio relative al cancro del polmone, sono il fumo e un’eventuale precedente esposizione, dell’area del torace, alla terapia con radiazioni.

I pazienti che soffrono di cancro del pancreas, lamentano invece soprattutto episodi di forte dolore addominale; presentano inoltre la pelle giallastra e sperimentano una forte quando inaspettata perdita di peso. Tuttavia, il cancro del pancreas è particolarmente mortale, così mortale che difficilmente coglierne i sintomi può risultare in una diagnosi di salvezza. Ecco perché gli esperti credono che i pazienti ad alto rischio poterebbero beneficiare dallo screening per questo tipo di cancro. I pazienti ad alto rischio sono coloro che hanno una significativa storia famigliare di cancro del pancreas, o una storia personale di pancreatiti croniche.

Screening per il cancro dell’ovaio, della prostata e del testicolo

Mentre Consumer Reports ritiene che i test per questi tre tipi di cancro debbano essere evitati, il Dr. Oz crede che invece possano risultare efficaci, se utilizzati correttamente.

Il cancro dell’ovaio viene considerato un “killer silenzioso” perché spesso non viene identificato prima di aver raggiunto già uno stadio avanzato. Tuttavia, dal momento che viene considerate un tipo di cancro piuttosto raro, sottoporsi regolarmente a un test, pur essendo donne in salute senza alcun sintomo, potrebbe portare ad inutili spese mediche, nonché ad uno stress emotivo significativo, in nome di ulteriori, stressanti e costosi test dal probabile risultato di falso positivo.

Il cancro della prostata non è un cancro mortale, perciò lo screening per esso non viene particolarmente consigliato. Un test che sta acquistando sempre maggior popolarità, è il controverso PSA, il test per identificare l’antigene prostatico specifico. Il Dr. Oz ritiene che gli uomini dovrebbero conoscere il loro PSA di riferimento, attorno all’età di 50, così che, invecchiando, possano venire a conoscenza delle sue eventuali modifiche. Sebbene 1 uomo su 6 arrivi a sviluppare il cancro della prostata, tieni a mente che sono gli uomini afro-americani e gli uomini con una storia famigliare di cancro della prostata, ad essere maggiormente a rischio.

Il cancro del testicolo, a differenza di quello dell’ovaio e della prostata, è uno dei tipi di tumore più facilmente trattabili; a esso elevato un elevato tasso di sopravvivenza. Ecco perché, Consumer Reports crede che non sia necessario raccomandarne uno screening, perché un esame dei primi stadi della malattia non comporterebbe alcuna grande differenza, visto che la maggior parte dei tumori del testicolo ritrovati con screening regolari viene tranquillamente curato. Sebbene anche il Dr. Oz convenga con Consumer Reports, ritiene anche che l’esame per valutare se è presente il cancro del testicolo, consenta agli uomini di avere completamente sotto controllo la situazione. Ricorda, il tumore al testicolo avviene più comunemente nei giovani; il 50% delle diagnosi viene infatti effettuati su ragazzi di età media dai 15 ai 35.

Cancro delle vie aeree e della pelle

Per questi due tipi di cancro, Consumer Reports e il Dr. Oz la pensano diversamente. Secondo Consumer Reports entrambi questi test sono una perdita di tempo tua e del tuo dottore. Al contrario, Dr. Oz ritiene che tutti debbano partecipare ad uno screening, per entrambi i tipi di tumore, in quanto l’esame è veloce, non invasivo e decisamente a basso rischio, visto che può essere realizzato tramite una semplice visita, presso il tuo dottore.

Il cancro delle vie aeree e digestive, può essere identificato tramite un’attenta ma semplice visita della tua bocca e della tua gola, con la luce fluorescente. Molti esperti del cancro della faringe e della laringe, credono infatti che questo semplice esame possa essere particolarmente importante per la diagnosi e il tasso di sopravvivenza, specialmente nel caso in cui presentassi fattori di rischio per questo tipo di tumori. Presta dunque attenzione se fumi, e fai consumo abituale di alcol; se sei stato infettato con il virus dell’HPV, se ti esponi frequentemente ai raggi ultravioletti, e se hai una storia famigliare di cancro delle vie aeree. Persino il tuo dentista potrebbe sottoporti a questo test.

È anche molto facile ed economico scoprire se la tua pelle ospita un tumore del tessuto epiteliale. Principalmente, è importante tenere sotto controllo i propri nei; farli visitare ogni tanto e tenerne a mente gli eventuali cambiamenti. Usa questa tabella fornita dall’Accademia Americana di Dermatologia, per un auto-esame dei tuoi nei. Presta particolare attenzione ai cambiamenti che subisce la tua pelle, specialmente se hai una storia personale di eccessiva esposizione al sole, scottature frequenti (specialmente durante l’infanzia), numerosi nei già presenti alla nascita, o una storia personale di melanoma e di altri tumori della pelle. Coloro che abbiano una carnagione chiara, capelli chiari, e una storia familiare legata a episodi cancerosi di melanoma, dovrebbero prestare ancora più attenzione.

I tre test che invece dovresti assolutamente fare

Consumer Reports ritiene che siano tre i test oncologici che devi assolutamente fare, perché potrebbero essere in grado di salvarti la vita, e la loro efficacia è stata provata come cruciale per la tua salute. Essi sono: lo screening per il cancro della cervice, della mammella e del colon.

Lo screening per il cancro della cervice consta nel sottoporsi a regolari Pap-test; che devono essere effettuati presso lo studio del tuo ginecologo, almeno una volta ogni tre anni, regolarmente, per tutte le donne sessualmente attive tra i 21 e i 65 anni. Dal momento che la maggior parte dei tumori della cervice sono causati dal virus dell’HPV, anche un test dell’HPV può determinare se sei ad alto rischio di infezione oppure no. Il test per l’HPV viene raccomandato almeno una volta nella vita, per le donne al di sopra dei 30 anni. Tuttavia, le donne al di sopra dei 30 anni potrebbero anche ordinare una combinazione di test dell’HPV e Pap-test ogni cinque anni, al posto di un pap-test ogni tre, a meno che non vi sia una storia precedente di lesioni della cervice, o sia stata dimostrata positiva a un’infezione da HPV.

Il test di screening per il cancro della mammella è inoltre particolarmente importante. Consumer Reports raccomanda che le donne tra i 50 e i 75 dovrebbero sottoporsi a una mammografia, almeno ogni due anni. Invece, l’American Cancer Society parla di un regolare screening per tutte le donne che abbiano superato i 40. Dovresti parlare con il tuo dottore riguardo a esami regolari di screening oncologico, già prima di compiere 50, specialmente se hai una storia personale o una significativa storia familiare di cancro del seno.

Il cancro del colon è un altro tipo di tumore, piuttosto comune e mortale, se non preso in tempo. Sia il Dr. Oz che Consumer Reports ritengono che sia necessario iniziare i primi test a partire dai 50 anni, tramite una colonscopia e una sigmoidoscopia (con conseguenti controlli raccomandati dal tuo medico). Altre opzioni a questo riguardo, includono un regolare esame per individuare il sangue occulto nelle feci; parla con il tuo dottore di quale potrebbe essere l’opzione giusta per te, tenendo in considerazione la tua storia familiare e i tuoi fattori di rischio, come la Sindrome dell’Intestino Irritato, obesità, fumo, eccessivo consumo d’alcol, e una dieta ricca di carni rosse o processate, e povera in fibre.

Autore | Enrica Bartalotta

© RIPRODUZIONE RISERVATA

» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Dai un voto al mio lavoro, per favore.
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Dai un voto al mio lavoro, per favore.

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo dal 2003 al 2008. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali.

Prova anche

Prince, Il Dolore Cronico e La Contraffazione Dei Farmaci

Prince, Il Dolore Cronico e La Contraffazione Dei Farmaci

Farmaci falsi: credevo di averle sentite tutte, ma più passano gli anni e più resto …

2 Commenti

  1. io dopo il liceo voglio laurearmi in oncologia.

  2. buona sera dottor oz.com,vorrei chiedervi un consiglio sulla malattia di mia madre ha una gamba gonfia e viene chiamata elefania,lei ha avuto un cancro all’utero poi facendo la radio terapia gli anno bruciato sia le cellule buone che anche cattive,vorrei una risposta x sapere cosa si può fare spero che abbia ricevuto il mio messaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti Alla Newsletter Della Salute

Da oggi puoi ricevere GRATIS gli ultimi articoli pubblicati su Salute e Benessere direttamente nella tua casella di posta elettronica.

Se ti son piaciuti i temi da me trattati e la qualità del lavoro svolto, torna a trovarmi quando pubblicherò un nuovo approfondimento sulla salute ed il benessere.

Tu, ti iscrivi. 
Io ti mando le novità appena pubblicate, così che anche tu possa partecipare alla discussione!
La tua migliore email...