© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Salute e Benessere è uno spazio web curato dalla dott.ssa Viola Dante, che pubblica notizie ed approfondimenti su tutto quello che riguarda la salute ed il benessere psicofisico di uomo, donna e bambino. Hai bisogno d'aiuto?  Contattami : viola.dante@email.it o, se la pagina lo prevede, lascia un commento. Ti aiuterò personalmente il prima possibile – Dott.ssa Viola Dante =)
Breve messaggio di benvenuto (clicca qui).
Prima pagina ♥ » Salute » Stare A Riposo Non Previene Le Gravidanze Premature

Stare A Riposo Non Previene Le Gravidanze Premature

Stare a riposo, durante una gravidanza particolarmente difficile, è la soluzione ideale per evitare nascite premature. Almeno, è quello che si crede.
Secondo una recente ricerca, invece, il riposo non sembra impedire le nascite premature ma potrebbe, addirittura, anche aumentarne il rischio.

In realtà non esiste alcuna prova concreta e documentale che attesti che il riposo a letto offre benefici. Al contrario, questa consuetudine (astenersi dal lavoro durante la gestazione) può causare effetti di gran lunga peggiori.
Le stime parlano chiaro: quasi una mamma su cinque ha dichiarato di aver preso un congedo dal lavoro, per maternità, in una certa fase della gravidanza.

“Il riposo a letto è spesso visto come una abitudine logica e normale per una donna in attesa”, ha dichiarato il dottor Giuseppe Biggio dell’Università di Alabama a Birmingham, “anche se spesso, se ne fa un utilizzo smodato, quando magari non serve”.

La dottoressa Catherine Spong, specialista di medicina materno-fetale presso il National Institutes of Health, ha condotto uno studio dettagliato sulle donne alle prese con gravidanze a rischio.
Durante questo studio, i medici hanno raccomandato ai partecipanti di limitare le loro attività (sessuale, lavorativa, di piacere).
Il risultato è stato questo: circa il 37 % delle donne che hanno preso le precauzioni raccomandate ha avuto un bambino prematuramente, a fronte del 17 % delle donne che hanno portato a termine la loro gravidanza pur non avendo ridotto le loro attività e non essendosi attenute alle prescrizioni dei medici.
“I dati suggeriscono che il riposo a letto non impedisce la nascita prematura”, ha sentenziato la dottoressa Spong.

I RISCHI DEL RIPOSO

Come se non bastasse, il riposo a letto durante la gravidanza, può persino aumentare il rischio di complicanze, come coaguli.
L’American College of Obstetricians and Gynecologists ha dichiarato, quindi, che il riposo a letto non deve essere la norma per prevenire il parto prematuro, come dimostrano alcuni casi paradigmatici.
La signiora Sandy Lutton, di origini americane, ha trascorso gli ultimi 18 settimane della sua gravidanza a letto, in assoluto riposo, sperando che questo facesse bene alla sua gestazione gemellare. Nonostante questo tipo di precauzione, Lutton ha partorito due gemelli prima della scadenza naturale.
Dello stesso avviso è il dottor Siobhan Dolan che ha dichiarato che le donne non dovrebbero rendere la loro gravidanza, una malattia ma, al contrario, dovrebbero chiedere ai loro medici informazioni dettagliate sui pro ed i contro del riposo assoluto in gestazione.

“A volte anche noi medici esageriamo nel prescrivere alle donne una condotta di vita più morigerata”, ha detto il dottor Dolan che invita perciò le pazienti a condurre una gravidanza serena, senza troppe privazioni.

14 maggio 2013, ore 15:59

Autore | Marirosa Barbieri

© RIPRODUZIONE RISERVATA

» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Prova anche

obesità

Obesità, Dalla A Alla Z. Scopri Se Sei A Rischio e Come Intervenire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *