© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Prima pagina ♥ » Salute » RITENZIONE IDRICA: COSA MANGIARE PER VINCERLA

RITENZIONE IDRICA: COSA MANGIARE PER VINCERLA

Maria Bruno, Bari – La ritenzione idrica è un problema che affligge tante donne, almeno il 40% di esse (stando agli studi dei ricercatori californiani) e d’estate la situazione peggiora, il disturbo si accentua a causa dell’umidità. Le particelle d’acqua contenute nell’aria, infatti, vengono parzialmente assorbite dal nostro organismo e l’eccessivo calore dilata i vasi sanguigni che trasudano liquidi catturati in fretta dai tessuti.

Le conseguenze di questi meccanismi le conosciamo bene e sono, tanto per dirne una, antiestetiche, oltre che frustranti. Mangiare leggero, fare sacrifici a tavola, scegliere cibi salutari, può non bastare e risultare fallimentare, questo perché contano molto gli abbinamenti corretti, un aspetto a cui pochi prestano attenzione. Ecco alcuni esempi.

Zuppa di fagioli

Questo piatto fa benissimo al cuore e non solo, ma molte donne ci rinunciano perché temono che le proteine contenute nei fagioli possano limitare la diuresi. Privarsi di un cibo così ricco di proprietà benefiche per la salute non è una scelta saggia. Per rendere la zuppa di fagioli un piatto di bellezza basta aggiungere la cipolla cruda tagliata a striscine sottili. La cipolla, infatti, è uno dei cibi che provvedono a contrastare (in maniera molto efficace) la ritenzione idrica.

Prosciutto crudo

Sono tante le persone che si privano del sublime sapore del prosciutto crudo a causa della ritenzione idrica, ma rinunciare a questo alimento non è necessario. Certo, parliamo di un alimento davvero tanto ricco di sodio che non è certo il miglior amico del problema in questione, ma basta mangiarlo insieme con il melone per far godere il palato senza danneggiare l’organismo. Questo abbinamento va a tutto beneficio della lotta contro la ritenzione di liquidi grazie alle proprietà del melone che mandano via il sodio in eccesso e purifica anche i reni.

Carne

L’eccesso di scorie presenti nella carne la rendono un piatto che peggiora la situazione di chi soffre di ritenzione di liquidi, ma basta associare la cicoria (o anche rucola e carciofi) per avere un effetto salutare. Questi contorni “verdi” stimolano e purificano il fegato, aiutano ad eliminare le scorie in eccesso e contrastano la ritenzione idrica.

Sale

È necessario eliminare un falso mito. Chi soffre di ritenzione idrica non deve cucinare senza sale. È sufficiente aggiungere il sale a fine cottura, pochi istanti prima di servire il piatto in tavola.

Gli abbinamenti che, invece, sembrano invitanti ed efficaci ma ingannano sono i seguenti:

Carne e spinaci. Accoppiata sconsigliata poiché sia gli spinaci che la bieta trattengono acqua e uniti alla carne farebbero solo danni al corpo di chi viene afflitto dalla ritenzione idrica.
Pomodori e mozzarella. Questi alimenti insieme ostacolano il lavoro dei reni e i sali in eccesso non giovano alla bellezza.
Verdure grigliate e formaggi. I grassi del formaggio e i Sali delle verdure (melanzane, peperoni, zucchine) fanno sì che il corpo trattenga liquidi invece di eliminarli.

RITENZIONE IDRICA: COSA BERE

Bevande consigliate: tè verde, tè nero, tisana di zenzero (altamente diuretica e purificante) e caffè.
Bevande sconsigliate: bevande con zuccheri e coloranti, succhi di frutta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *