© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Salute e Benessere è uno spazio web curato dalla dott.ssa Viola Dante, che pubblica notizie ed approfondimenti su tutto quello che riguarda la salute ed il benessere psicofisico di uomo, donna e bambino. Hai bisogno d'aiuto?  Contattami : viola.dante@email.it o, se la pagina lo prevede, lascia un commento. Ti aiuterò personalmente il prima possibile – Dott.ssa Viola Dante =)
Breve messaggio di benvenuto (clicca qui).
Prima pagina ♥ » Salute » Obesità e Parto Prematuro: Chi è In Sovrappeso Rischia Di Più

Obesità e Parto Prematuro: Chi è In Sovrappeso Rischia Di Più

Le donne incinte che sono in sovrappeso o obese hanno maggiori probabilità di partorire prematuramente, secondo un nuovo studio che arriva dalla Svezia. I ricercatori hanno scoperto che il collegamento era maggiore nei bambini nati fra la 22^ e la 27^ settimana, il che significa parti a maggior rischio di complicanze.

Questo studio suggerisce che vi è una diretta associazione tra sovrappeso materno e obesità durante la gravidanza e rischio di nascita prematura,” ha commentato il Dott. Aliyu Muktar, che ha studiato i rischi della gravidanza alla Vanderbilt University School of Medicine a Nashville, Tennessee. “Le donne dovrebbero mantenere un peso sano prima e dopo la gravidanza, non solo per la propria salute, ma anche per il bene del nascituro” ha comunicato Aliyu (che non fa parte del team di ricerca).

Per il loro studio, il Dottor Sven Cnattingius dal Karolinska Institute di Stoccolma e i suoi colleghi hanno analizzato i database svedesi di 1,6 milioni di donne in gravidanza e dei loro bambini nati tra il 1992 e il 2010: un totale del 5% di questi bambini sono nati “moderatamente pretermine” o tra la 32^ e la 36^ settimana, quando la normale gestazione è compresa fra 37 e 42 settimane. Il peso di una donna alla sua prima visita prenatale aumenta oltre un indice di massa corporea normale (del BMI, la misura del peso in relazione all’altezza) e i ricercatori hanno trovato che il rischio di partorire prematuramente potrebbe aumentare. Solo lo 0,17% delle donne di peso normale – una su 588 – ha avuto un bambino estremamente prematuro, per esempio, dato che è aumentato fino allo 0,21% per le donne in sovrappeso e fino allo 0,52% per le donne gravemente obese, con un BMI di 40 o addirittura superiore.
Le nascite premature medicalmente indotte erano più comuni in tutte le fasi della gravidanza, in modo direttamente proporzionale con l’aumentare del peso: “A causa del maggior rischio di complicazioni materne associate all’obesità, con la preeclampsia in cima alla lista” ha dichiarato il Dottor Cnattingius. La preeclampsia si verifica quando una donna sviluppa pressione alta e alti livelli di proteine ​​nelle urine durante la gravidanza, che richiede un parto prematuro indotto.

In questo studio, le donne in sovrappeso e obese, è stato dimostrato, sono a maggior rischio di un parto precoce spontaneo, hanno rilevato Cnattingius ed i suoi colleghi e conseguentemente diffuso martedì scorso nel Journal of American Medical Association. I rischi correlati all’obesità sono legati a tassi più elevati di infiammazione di alcune proteine ​​che rendono le donne pesanti più vulnerabili alle infezioni secondarie. Il peso che una donna può guadaganare durante la gravidanza – a prescindere dal suo peso pre-gravidanza – può aumentare il suo rischio di partorire prematuramente, sostengono i ricercatori e raccomandano alle donne incinte una dieta sana e uno stile di vita adeguato.

Per la media delle donne il rischio non è molto alto“, ha aggiunto Cnattingius. “Tuttavia, in una popolazione di donne con alti tassi di obesità, come ad esempio negli Stati Uniti, questi rischi potrebbero diventare importanti” ha aggiunto. “Penso che sia importante concentrarsi su questo dato, nei paesi in cui l’obesità è prevalente” ha concluso.

Per maggiori informazioni visitate il sito del Journal of American Medical Association: jamanetwork.com

12 giugno 2013

Autore | Daniela Bortolotti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Prova anche

obesità

Obesità, Dalla A Alla Z. Scopri Se Sei A Rischio e Come Intervenire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *