© Tutti i diritti riservati e della Proprietà di salute-e-benessere.org

Prima pagina ♥ » Salute » Migliorare Le Capacità Del Cervello Con La Stimolazione Elettrica

Migliorare Le Capacità Del Cervello Con La Stimolazione Elettrica

Alzi la mano chi è poco portato per la matematica! Per le persone che non sono così brave in questa materia, una lieve forma di stimolazione cerebrale potrebbe migliorare la competenza. La forma relativamente nuova di stimolazione elettrica è apparentemente più delicata rispetto ai metodi precedentemente testati, in modo da non fare percepire troppi effetti collaterali.

Lo sostiene un nuovo studio, realizzato da un gruppo di ricercatori dell’Università di Oxford, che ha eseguito dei test non solo per la matematica, ma per “stimolare” altri tipi di abilità cognitiva. Dal momento che la capacità matematica si basa su un livello abbastanza alto di cognizione, gli autori suggeriscono che la sua applicazione sarà molto più immediata di quanto ci si potrebbe aspettare. In precedenti ricerche, il Dottor Roi Cohen Kadosh e i suoi colleghi dell’Università di Oxford, avevano scoperto che una forma di stimolazione cerebrale chiamata stimolazione transcranica a corrente continua (TDCS), che pone degli elettrodi sul cranio, ha aiutato le persone a imparare e ricordare un romanzo e anche degli insiemi di numeri con particolare facilità. Questa dimostrzione è stata efficace nel migliorare alcune abilità matematiche, ma non sempre piacevole per il soggetto, che ha subito alcuni effetti negativi.

Ma il nuovo studio utilizza una diversa forma di stimolazione, nota come stimolazione transcranica rumore casuale (TRNS), che applica in modo casuale le correnti oscillanti (entro certi parametri) alla testa. Secondo il Dottor Cohen Kadosh, il punto di particolare interesse è che non si sente alcuna azione stimolante del cervello. Nello studio, lui e i suoi colleghi si sono infatti focalizzati su una zona del cervello chiamata corteccia prefrontale dorsolaterale sinistra (DLPFC), che è fortemente implicata nella nostra capacità di far “giocare” la nostra testa con i numeri. Mentre stavano ricevendo la stimolazione, 25 studenti di Oxford riuscivano a compiere calcoli particolari. Dopo cinque giorni, sono addirittura migliorati. Il gruppo di controllo ha ricevuto la stimolazione mentre studiava matematica: al termine del periodo di formazione, i partecipanti che avevano ricevuto il trattamento TRNS erano significativamente più veloci a fare i calcoli rispetto al gruppo di controllo e questi cambiamenti sembravano persistere nel tempo.

P U B B L I C I T A'

“Con solo cinque giorni di formazione cognitiva e stimolazione cerebrale non invasiva, indolore, siamo stati in grado di apportare miglioramenti duraturi nelle funzioni cognitive e del cervello”, ha spiegato il Dottor Cohen Kadosh. “Quando gli studenti sono stati chiamati al laboratorio sei mesi dopo, il gruppo “TRNS” era ancora più veloce a risolvere i problemi nel 28% dei casi” ha concluso.

Che cosa è esattamente il TRNS? Sarà giusto sottoporre il cervello a questi trattamenti per ottenere alcuni miglioramenti? Gli autori dello studio erano interessati ad illustrare proprio questo, quindi hanno rilevato e analizzato diverse misure del metabolismo cerebrale nel gruppo TRNS ed i relativi controlli. Quello che hanno trovato era affascinante: il flusso di sangue nella zona è stato effettivamente ridotto nel gruppo TRNS, ma il consumo di ossigeno no. Ciò suggerisce che le cellule del cervello stavano lavorando in modo più efficiente, con più di sincronizzazione, che potrebbe essere l’effetto principale del trattamento TRNS. Se la parte elettrica è ridotta, spiegano gli scienziati, vorrebbe dire che è necessario meno il flusso di sangue per la stessa quantità di attività cerebrale.

I risultati di questo studio potrebbero essere di vasta portata. Oltre il 5-7% della popolazione soffre di discalculia (i numeri sotto forma di dislessia), circa il 20% dei bambini in età scolare hanno notevoli problemi in matematica. Questa tecnica potrebbe aiutarli ad acquisire competenze migliori. Potrebbe anche essere applicata, in modi diversi, per il gran numero di persone che hanno vari problemi cognitivi dovuti a disturbi dello sviluppo neurologico o malattie neurodegenerative.
“La matematica è una facoltà cognitiva molto complessa che si basa su una miriade di diverse abilità”, afferma il Dottor Cohen Kadosh. “Se siamo in grado di migliorare la matematica, quindi, c’è una buona probabilità che saremo in grado di migliorare le funzioni cognitive più semplici” ha aggiunto.

Mentre il trattamento TRNS non è stato associato con effetti negativi, il metodo TDCS, citato in precedenza, è stato recentemente collegato a determinati effetti neurologici collaterali, da Cohen Kadosh e la sua squadra. La ricerca futura dovrà valutare se gli stessi problemi possono avvenire con il TRNS, così come se gli effetti positivi davvero durano a lungo.

È contemporaneamente eccitante e un po’ fastidioso, pensare alle applicazioni che potrebbero nascere da questo tipo di stimolazione. Stai preparando per un test scolastico o sei in procinto di compilare la dichiarazione dei redditi? Vai al centro di stimolazione locale per un po’ di carica! Scherzi a parte: speriamo che, qualora si dimostri efficace, venga in primo luogo riservato alle persone con disabilità documentata o disturbi cerebrali, ma il tempo ci dirà quali sono altre applicazioni possibili.

17 maggio 2013, ore 19:12

Autore | Daniela Bortolotti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *