© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Prima pagina ♥ » Salute » Leptina, 4 Cose Da Sapere Se Vuoi Dimagrire

Leptina, 4 Cose Da Sapere Se Vuoi Dimagrire

È la resistenza alla leptina la ragione per cui ingrassi?
Quest’ormone, che controlla la fame, potrebbe essere colpevole della tua fame nervosa e quindi, del tuo peso. Vediamo cos’è la leptina, come agisce, e che cosa puoi fare.

1. Che cos’è la leptina e come funziona?

La leptina è un ormone che gioca un ruolo fondamentale nel controllo dell’appetito, e del peso. Ha almeno due funzioni fondamentali. Innanzitutto, attraversa la barriera emato-encefalica per andare a toccare i recettori dell’appetito che si trovano nel cervello; controllando quindi, a livello delle cellule, il quantitativo di cibo da ingerire. In secondo luogo, aumenta l’attività del sistema simpatico, il quale ha il compito di stimolare il grasso nei tessuti, per creare energia da bruciare.

2. Cos’è la resistenza alla leptina?

Studi realizzati sui topi hanno dimostrato come la leptina, riduca l’istinto ad abbuffarsi, e quindi la tendenza all’obesità. Tuttavia, anche molte persone obese hanno rilevanti quantitativi di leptina nel sangue, ma ciò non sembrerebbe influenzare l’appetito o il dispendio di energia. Questo meccanismo si chiama “resistenza alla leptina”; nonostante il corpo ne abbia più che a sufficienza, il corpo non sembra rispondere alla sua presenza come dovrebbe.

3. Cosa genera la resistenza alla leptina?

Della resistenza alla leptina non si conosce alcuna causa certa, ma a riguardo sono state formulate 2 ipotesi. La prima, suggerisce che per qualche ragione, la leptina nel sangue non riesca a raggiungere i ricettori giusti e che non riesca così a controllare l’appetito. La seconda ipotesi afferma che sono i ricettori del controllo a smettere di funzionare. Questo succede soprattutto alle persone obese e in forte sovrappeso, ecco perché diventa così difficile poi evitare di mettere su peso o trattenersi dall’abbuffarsi.

4. Cosa si può fare per controllare il peso?

Le persone che sviluppano resistenza alla leptina, possono addirittura avere frequente o costante desiderio o senso di fame. I ricercatori stanno ancora lavorando per capire quali trattamenti sviluppare per combattere la resistenza, ma per ora, controllare la fame atavica è l’unica chiave necessaria a contrastarne gli effetti.

Se fai uso di cibi che contengono sciroppo di glucosio o carboidrati in gran quantità, ma anche se ti trovi sotto forte stress oppure se ultimamente stai soffrendo d’insonnia, hai l’impressione di sentire un senso di fame infinito ed insaziabile. Per combattere questa sensazione, proteine e fibre sono la soluzione. Ecco come far tornare il tuo appetito sui binari:

1° Passo: Per iniziare al meglio la giornata, calma la fame nervosa con dell’avena e del burro di arachidi. Diversi studi hanno dimostrato come l’avena sia il cibo da colazione più soddisfacente; può aiutarti a ridurre la fame durante tutta la giornata! Il burro d’arachidi si è scoperto essere una ricca risorsa di proteine e si è dimostrato in grado di aiutare il cervello a ridurre i segnali che causano i morsi della fame.

2° Passo: Prova con l’irvingia. Questo integratore si è dimostrato essere in grado di migliorare la sensibilità alla leptina, la quale aiuta a tenere sottocontrollo il proprio peso, e la circonferenza di vita e fianchi. Adulti oltre i 18 anni possono provare a prenderne 150 mg due volte al giorno, insieme al cibo. L’irvingia non è altro che mango africano, ma smetti semmai dovessi avvertire degli effetti collaterali quali aerofagia, mal di testa, nausea o insonnia. Le donne incinta o in allattamento dovrebbero evitare l’irvingia, e in ogni caso, consulta sempre il tuo medico, prima di prendere un integratore mai provato prima.

3° Passo: Prenditi una pausa di 12 ore dal cibo. Lascia uno spazio che vada, ad esempio, da appena dopo cena a prima della colazione del giorno dopo, allo stesso orario.

Autore | Enrica Bartalotta

© RIPRODUZIONE RISERVATA

» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Dai un voto al mio lavoro, per favore.
caricamento...
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Dai un voto al mio lavoro, per favore.
caricamento...

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo dal 2003 al 2008. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali.

Prova anche

reazione allergica

Emergenza Allergia: Che Cosa Fare In Caso Di Reazione Allergica?

Questo articolo è incentrato sulla , l’anafilassi, ed il relativo pericolo di vita. Il numero …

Iscriviti Alla Newsletter Della Salute

Da oggi puoi ricevere GRATIS gli ultimi articoli pubblicati su Salute e Benessere direttamente nella tua casella di posta elettronica.

Se ti son piaciuti i temi da me trattati e la qualità del lavoro svolto, torna a trovarmi quando pubblicherò un nuovo approfondimento sulla salute ed il benessere.

Tu, ti iscrivi. 
Io ti mando le novità appena pubblicate, così che anche tu possa partecipare alla discussione!
La tua migliore email...