© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Salute e Benessere è uno spazio web curato dalla dott.ssa Viola Dante, che pubblica notizie ed approfondimenti su tutto quello che riguarda la salute ed il benessere psicofisico di uomo, donna e bambino. Hai bisogno d'aiuto?  Contattami : viola.dante@email.it o, se la pagina lo prevede, lascia un commento. Ti aiuterò personalmente il prima possibile – Dott.ssa Viola Dante =)
Breve messaggio di benvenuto (clicca qui).
Prima pagina ♥ » Salute » Ecco Le Linee Guida Per Prevenire L’Ictus

Ecco Le Linee Guida Per Prevenire L’Ictus

Fino all’80% degli ictus può essere evitato attraverso misure di prevenzione. Così sostiene il team di esperti della National Stroke Association Prevention Advisory Board.
La percentuale lascia ben sperare e dimostra che, seguendo qualche accorgimento, in realtà è possibile ridurre i fattori di rischio.

Per prima cosa, bisogna cogliere e riconoscere i segnali dell’ictus per poterli contrastare nel modo giusto.

Per questa ragione, la National Stroke Association Prevention Advisory Board ha stilato una serie di linee guida tese alla prevenzione. I suggerimenti sono stati pubblicati sul Journal of American Medical Association nel 1999 e sono stati oggetto di recente revisione ed aggiornamento.

CHE COS’E’ L’ICTUS

Il termine deriva dalla lingua latina e significa “colpo”. Si tratta di una condizione caratterizzata dall’occlusione di vasi sanguigni e può essere, a volte, accompagnata da emorragia (ictus emorragico).

CONTROLLARE LA PRESSIONE ARTERIOSA

La pressione è un importante fattore di rischio per l’insorgenza di ictus, se non accuratamente attenzionata e trattata. Per controllarla, è possibile, ogni anno, rivolgersi al proprio medico o alla farmacia locale che, attraverso il misuratore di pressione, provvederà a rilevarla.

OCCHIO ALLA FIBRILLAZIONE ATRIALE

La fibrillazione atriale (quando il battito cardiaco diventa anomalo) predispone all’aumento del rischio di ictus del 500%.
La fibrillazione atriale può causare coaguli di sangue e, per questo motivo, è importante tenerla sotto controllo rivolgendosi al medico curante.

SMETTERE DI FUMARE

Un’altra sana abitudine consiste nello smettere di fumare. Il fumo danneggia le pareti dei vasi sanguigni, accelera l’intasamento delle arterie, aumenta la pressione e rende il lavoro del cuore maggiormente faticoso, oltre a raddoppiare il rischio di ictus.

NON FARE ABUSO DI ALCOL

L’abuso di alcol è stato associato alle elevate probabilità di sviluppare l’ictus. La maggior parte dei medici consiglia di non bere o di bere con moderazione (in definitiva, non più di due drink al giorno).

OCCHIO AL COLESTEROLO

Il colesterolo è una sostanza in parte di origine endogena (viene cioè prodotta direttamente dal corpo), in parte è introdotta attraverso il consumo degli alimenti. Livelli elevati di colesterolo cattivo possono ostruire le arterie e causare l’ ictus.

CONTROLLARE IL DIABETE

Molte persone affette da diabete hanno svariati problemi di salute, tra cui una predisposizione all’ictus ed all’infarto.

DIETA E MOVIMENTO

L’eccessivo peso corporeo determina diversi problemi di salute tra cui effetti negativi sul sistema circolatorio. E’ importante, quindi, praticare attività fisica, almeno cinque volte alla settimana e mantenere una dieta a basso contenuto di calorie (basata sul ridotto consumo di sale e grassi cattivi e sull’integrazione di cinque porzioni di frutta e verdura al giorno).

PROBLEMI DI CIRCOLAZIONE

I depositi di grasso possono bloccare le arterie che portano il sangue al cervello e provocare gli ictus. Altri problemi come l’anemia falciforme o anemia grave possono determinare o predisporre ad una serie di patologie di origine cardiovascolare.

RICONOSCERE L’ATTACCO ISCHEMICO TRANSITORIO

L’attacco ischemico transitorio è un episodio temporaneo, accompagnato da sintomi simili a quelli provocati dall’ictus.
Questo attacco può durare pochi minuti e non provoca danni permanenti o invalidità. Riconoscere e trattare l’attacco ischemico transitorio può ridurre il rischio di ictus (basti pensare che fino al 40 % delle persone che soffrono di attacchi temporanei, rischiano, poi, di avere un ictus).

Autore | Marirosa Barbieri

© RIPRODUZIONE RISERVATA

» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Prova anche

obesità

Obesità, Dalla A Alla Z. Scopri Se Sei A Rischio e Come Intervenire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *