© Tutti i diritti riservati e della Proprietà di salute-e-benessere.org

Prima pagina ♥ » Nutrizione » Lo Zucchero Rovina La Pelle e Accentua Le Rughe

Lo Zucchero Rovina La Pelle e Accentua Le Rughe

È che i dolci facciano ingrassare. Ma sapevi che lo zucchero accelera il processo d’invecchiamento della pelle ed è una delle cause della comparsa delle rughe premature?

La pelle invecchia più velocemente quando si consumano grandi quantità di zucchero raffinato. Una volta nel corpo, lo zucchero innesca un processo naturale chiamato glicazione. Così, le molecole di zucchero influenzano l’azione del collagene ed elastina, due sostanze essenziali che mantengono la pelle giovane. L’effetto dell’invecchiamento della pelle sarà ancora più visibile se mangi più zucchero raffinato.

Un consumo normale di zucchero significa al massimo 8 cucchiaini di zucchero al giorno, problemi di salute specifici a parte, avvertono gli esperti. Se soffri di ipertensione, la quantità di zucchero ingerita quotidianamente deve essere molto inferiore, quindi non deve superare più di 2 cucchiaini al giorno.

Ricorda che lo zucchero raffinato è utilizzato nella maggior parte dei prodotti che acquisti al supermercato, quindi più prodotti trasformati consumi, maggiore è la quantità di zucchero che ingerisci ogni giorno. In questa situazione, è necessario rinunciare o ridurre il numero di cucchiai di zucchero utilizzati per tutta la giornata.

Come mantenere l’elasticità della pelle

1. Regola di base, che darà risultati per un lungo periodo, è limitare il consumo di zucchero e di farina raffinata.

2. Non si raccomanda di sostituire lo zucchero con dolcificanti artificiali, perché è stato dimostrato che possono fare ancora più male. Puoi trovare alcune alternative allo zucchero, ma non si possono comunque consumare in grandi quantità.

3. Non solo lo zucchero raffinato innesca il processo di glicazione, ma anche la frutta, la verdura e i cereali integrali, certamente non a un livello simile ai dolci elaborati. I più pericolosi restanno lo zucchero raffinato e la farina, che provocano un aumento improvviso della glicemia, varie reazioni infiammatorie nel corpo e aumentano il rischio di sviluppo delle rughe.

4. La dieta deve contenere proteine ​​di qualità (pesce, pollame, tofu), carboidrati a basso indice glicemico (frutta, verdura, fagioli, lenticchie, ceci), grassi sani (salmone, noci, semi) e bevande con effetto antiossidante, come il tè verde.

5. È preferibile cuocere poco il cibo e usare i metodi più sani: bollito, al forno, alla griglia senza olio, nella pentola a vapore.

6. Utilizza per la tua pelle ingredienti che aiutano a ripristinare il collagene.

Puoi sostituire lo zucchero raffinato con:

1. Il miele d’api di alta qualità, ha un indice glicemico medio.

2. L’estratto naturale di Stevia rebaudiana, una pianta dolce che non contiene calorie e regola il livello dello zucchero nel sangue (glucosio), reprime il desiderio di dolci e calma la sensazione acuta di fame.

3. Il nettare di agave, ha un basso indice glicemico.

4. Lo sciroppo di acero, che è una fonte eccellente di manganese e zinco, con poche calorie. 2 cucchiaini da tè (13 grammi) contengono 35 calorie.

5. Lo zucchero non raffinato o grezzo, ma con misura. Ha le stesse calorie, ma contiene vari elementi nutritivi che mancano dalla versione raffinata.

Autore | Sandra Ianculescu

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *