© Tutti i diritti riservati e della Proprietà di salute-e-benessere.org

Prima pagina ♥ » Nutrizione » Il Latte è Un Alimento Sano Al 100%? Fa Sempre Bene?

Il Latte è Un Alimento Sano Al 100%? Fa Sempre Bene?

Sandra Ianculescu – Fino a poco tempo fa il latte veniva definito “fonte della vita”, ma l’alimento che sapevamo essere ideale per lo sviluppo dell’uomo è diventato recentemente oggetto di controversia e abbiamo scoperto che non è così buono come pensavamo… ma non è neanche così “malvagio” come sostengono coloro che lo criticano.

Alimento antico

L’uomo ha introdotto nella sua dieta il latte di altri mammiferi circa 10.000 anni fa, quando ha iniziato ad addomesticare gli animali e ha osservato che le femmine di alcune specie immagazzinano il latte: mucca, pecora, bufala, cammello, capra. Da allora, l’uomo gode delle sostanze nutrienti dal latte e ha imparato, nel frattempo, a prepararlo in vari modi: formaggio, burro, yogurt, ecc.

Intolleranza al lattosio

E’ stato già dimostrato che la lattasi, l’enzima secreto da quasi tutti i bambini, dopo 12-13 anni diminuisce in alcune popolazioni, rendendo il latte una specie di veleno. Se il corpo non produce abbastanza lattasi, si verifica l’intolleranza al lattosio: parte di esso rimane non digerita, passando dallo stomaco nell’intestino tenue e poi in quello crasso, dove inizia a fermentare, con effetti molto violenti (diarrea, dolore forti), perciò agli adulti si raccomanda di non bere più di 500 ml di latte al giorno, per essere sicuri che il lattosio viene digerito. E’ bene ricordare che nel corso della trasformazione del latte in yogurt, ad esempio, il lattosio varia perciò, se sei intollerante, puoi mangiare prodotti lattiero-caseari, ad eccezione del latte fresco.

Il latte di capra è il migliore

E’ nutriente e la sua composizione è molto simile a quella del latte materno, perciò l’organismo dei bambini, dopo la diversificazione, lo accetta più facilmente. E’ facile da digerire e ha meno grassi di quello di mucca.
Gli intolleranti al latte di mucca, spesso possono bere latte di capra: la facile digestione permette al lattosio di passare rapidamente attraverso il tratto digestivo, eliminando la possibilità di fermentare e di far male. Il consumo di latte di capra previene l’ipertensione, i disturbi del ritmo cardiaco, le anomalie delle vie biliari. Questo è il motivo per cui è raccomandato alle donne in stato di gravidanza.
D’altra parte però, il latte di capra ha una percentuale di minerali e oligoelementi (fosforo, vitamine del gruppo B) notevolmente superiore a quello di mucca e più facilmente assimilabili (come quelli del latte materno), per questo motivo si raccomanda ai bambini, in particolare a quelli con scarsa crescita e sviluppo del sistema nervoso.

P U B B L I C I T A'

100 ml di latte contengono:

• 85-88 ml di acqua
• 4,3 g di proteine ​​(predomina la caseina)
• 5,3 g di grassi (il latte di mucca)
• 6-12 g di grasso (il latte di bufala e di pecora)
• 4,8-4,9 g di carboidrati (90% di lattosio)
• 125-150 mg di calcio
• 50 g di sodio
• 200 mg di potassio
• vitamine (soprattutto A e D)

Il latte con i suoi pro e contro

Si tratta di un alimento nutriente, una fonte eccellente di proteine ​​con un notevole valore biologico di micronutrienti, vitamine e minerali. I benefici del consumo moderato di latte sono maggiori degli svantaggi:

Punti forti

• Grazie al grande contenuto di calcio, previene l’osteoporosi e il rachitismo. Inoltre, il calcio è ben assorbito dal corpo perché il grasso del latte contiene la Vitamina D. Il rapporto ottimale di calcio, potassio, magnesio e sodio previene l’ipertensione se il latte viene consumato frequentemente.
• Contiene acido linoleico (omega 6), che rafforza il sistema immunitario e mantiene la salute del colon.
• Le dosi piccole e frequenti di prodotti lattiero-caseari aumentano l’assorbimento di calcio del 20%.
• Le proteine ​​del latte contengono tutti gli aminoacidi essenziali necessari per la crescita, mantenimento e riparazione dei tessuti e organi.
• Ha un basso indice glicemico.
• Il grasso del latte contiene tre vitamine liposolubili (A, D, E), che sono completamente assorbite e c’è un rapporto ottimale tra il calcio, potassio, fosforo e vitamine (A, B1, B2 e B3).
• Il calcio del latte si combina con i grassi alimentari, formando una sostanza simile al sapone, che viene eliminata direttamente, senza essere assorbita.

Punti deboli

• E’ povero di ferro, rame e Vitamina C.
• Stimola la reazione pancreatica, perciò si raccomanda solo in piccole quantità alle persone con disturbi del pancreas.
• Il burro, panna, formaggi fermentati hanno molti grassi. Per questo motivo le persone che vogliono perdere peso o quelle con il colesterolo alto devono stare attente alla quantità consumata.
• I prodotti lattiero-caseari fanno proliferare le infezioni, quindi non si raccomandano il latte e yogurt ai pazienti con tonsillite o faringite.
• Contiene ormoni e, consumato in quantità eccessive, sbilancia il sistema endocrino.

Dal latte buono, gusto e salute

Tutti i prodotti lattiero-caseari, dal burro ai vari formaggi, yogurt e kefir, hanno qualità nutrienti e sane, ma non devono essere consumati in eccesso.

Saliva alcalina

La feta, per esempio, previene le carie: determina l’aumento del pH della saliva, che diventa alcalino, con conseguente inibizione dell’attività batterica.

Benessere

I formaggi contengono triptofano, un aminoacido usato dal cervello per produrre serotonina. Come sappiamo, la serotonina è l’ormone che ci dà lo stato di benessere. I formaggi sono seri concorrenti del cioccolato e sono preferibili nelle diete.

Cibo per il cervello

Oltre ad essere leggermente lassativo, il kefir contiene lecitina, uno stimolante del cervello.

Antiobesità

Il siero di latte contiene la Vitamina B13, che fissa il magnesio a livello cellulare, aumentando la resistenza del cuore allo stress e allo sforzo. Le proteine ​​del siero di latte abbassano il colesterolo, rafforzano il sistema immunitario, aiutano a regolare il peso corporeo.

Buono per il cuore

I batteri lattici dal kefir aiutano la digestione, il sistema urogenitale e il sistema cardiovascolare; stimolano l’eliminazione dei fosfati e dell’urea, motivo per cui sono indicati nell’alimentazione dei bambini e degli anziani. Inoltre, il kefir, grazie agli enzimi contenuti, è il più sano prodotto a base di latte.

Autore | Sandra Ianculescu

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l’Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo.
Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *