© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Prima pagina ♥ » Nutrizione » 4 Ricette con la Birra

4 Ricette con la Birra

Help – aiuto!
»L'articolo è troppo lungo o hai bisogno SUBITO d'aiuto?  Lascia un commento . Clicca qui: ti aiuterò personalmente il prima possibile – Dott.ssa Viola Dante =)

Le ricerche suggeriscono che un consumo moderato di birra non fa male, anzi, può rivelarsi benefico per la salute. Ecco 4 metodi -oltre che berla- di godervi una birra.

Una goccia di birra o di vino rosso da accompagnare al vostro piatto può essere benefica, secondo uno studio condotto all’Università di Porto, in Portogallo. Marinare la carne con la birra o con il vino può ridurre del 90% il livello degli agenti cancerogeni rilasciati durante la cottura alla griglia. Isabel Ferreira, capo squadra dei ricercatori, dice che gli antiossidanti e i polifenoli della birra e del vino rosso agiscono come spazzini dei radicali liberi, mirando ai prodotti chimici che causano il cancro, chiamati ammine eterocicliche (HA).

Secondo lo studio, la birra agisce più velocemente del vino nel ridurre le HA . Un esperimento ha dimostrato che il livello dei HA in una bistecca è diminuito dopo 4 ore di marinata con la pilsner a 8°C, invece di 6 ore con il vino. Ferreira ha suggerito che potrebbero essere gli zuccheri e le maltodestrine amidacee della birra che fanno la differenza.

Ecco 4 possibili metodi sani di cucinare con la birra

Marinatura alla birra per la carne

Marinare mezzo chilo di carne con 125 ml di birra, 1 spicchio d’aglio, 1 cucchiaio di zenzero tritato e uno spruzzo di succo di limone.

Suggerimento: Limitate la quantità di olio nella marinatura per evitare che la carne si affumichi.

Spezzatino di vitello alla birra

Guarnito di spesse fette di pane all’aglio e alle erbe aromatiche, questo spezzatino vi andrà proprio a genio. E’ un piatto ideale per pranzi o cene con degli ospiti, perché può essere preparato in anticipo. Per un piatto completo, servite i bocconcini di vitello alla birra accompagnati di purè di patate al forno oppure delle verdure al vapore o alla griglia.

La ricetta è abbastanza elaborata, però sicuramente vale la pena provarla. Eccola:

Ingredienti:
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
450 grammi di carne magra di vitello, tagliata a bocconcini
1 cipolla grande tagliata a spicchi
2 carote grandi affettate grossolanamente in diagonale
1 pastinaca grande, tagliata a dadi
1 spicchio d’aglio grosso, schiacciato
1 bottiglia di birra tipo stout – birra scura prodotte da malto e orzo tostati (circa 350ml)
250 ml di brodo di manzo
1 cucchiaino di mix di erbe essiccate
1 cucchiaio di aceto di vino roso
1 cucchiaio di senape con semi interi
1 cucchiaio di zucchero di canna
pepe a piacimento

Per il pane all’aglio e alle erbe aromatiche ci vogliono:
1 baguette lunga, di circa 250 g
1 spicchio d’aglio grosso, schiacciato
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
1 cucchiaio di timo fresco tritato
4 cucchiai di olio extravergine di oliva

Preparazione

1. Preriscaldare il forno a 180°C. Riscaldare un cucchiaio di olio in una casseruola , aggiungere i bocconcini di carne e farli cuocere sul fuoco medio-alto finché non prendono colore. Trasferire la carne e la salsa risultata in un piatto.
2. Aggiungere nella casseruola il cucchiaio di olio rimasto, abbassare il fuoco, quindi mettere a soffriggere la cipolla, le carote, i dadi di pastinaca e l’aglio. Farli cuocere per 5 minuti, girando sempre. Rimettere nella padella la carne con la salsa insieme alla birra, il brodo di manzo, il mix di erbe, l’aceto, la senape e lo zucchero. Mescolare bene e portare tutto ad ebollizione. Coprire la casseruola, trasferirla nel forno e far cuocere per 2 ore o finché la carne diventa tenera.
3. Ne frattempo, preparare il pane all’aglio. Cominciare a tagliare la baguette in 8 fette grosse. Mescolare insieme l’aglio, il prezzemolo, il timo e l’olio e spalmare su un lato le fette di baguette con questa miscela.
4. Togliere la casseruola dal forno e condire con il pepe. Disponete le fette a cerchio nella casseruola con la parte unta in su, sovrapponendole leggermente. Rimettete la casseruola nel forno per 20-30 minuti finché il pane diventa dorato e croccante. Servite bollente.

Variazioni di spezzatino di vitello alla birra: rimpiazzate la cipolla, le carote e la pastinaca con 12 scalogni e la birra stout con del vino rosso corposo. Omettete l’aceto, la senape e lo zucchero, mettendo invece un cucchiaio di gelatina di ribes rosso.

Tempo di preparazione: 15 minuti
Tempo di cottura: 2 ¾ ore
Per 4 porzioni

Apporto nutrizionale per porzione:
714 di calorie, 43 grami di proteine, 33 grami di grassi (7 grami saturi), 71 mg di colesterolo, 53 grami di carboidrati (10 grami di zuccheri), 6 grami di fibre, 840 grami di sodio.

Bocconcini di vitello alla birra (ale – ad alta fermentazione) con gnocchi al rafano

Una pietanza ricca di carne e verdure che può essere cucinata subito oppure preparata in anticipo e riscaldata prima di servirla. Gli gnocchi però preparateli poco prima di portare il piatto a tavola.

Ingredienti:
2 cucchiai di olio di oliva
500 grami di vitello, tagliato a bocconcini
2 cipolle affettate
1 cucchiaio di farina di grano
mezzo litro di birra scura
1 cucchiaio di gelatina di ribes
1 cucchiaio di senape con semi interi
1 foglia di alloro
6 carote pelate e affettate grossolanamente
200 grammi di rape piccole, tagliate a quarti se necessario
4 funghi portobello grandi, tagliati grossolanamente

Per gli gnocchi:
250grami di farina autolievitante
6 rametti di prezzemolo fresco
70 grami di ricotta
2 cucchiaini di salsa di rafano
2 cucchiai di latte scremato, oppure quanto serve

1. Preriscaldare il forno a 160°C. Riscaldare l’olio in una casseruola grande e mettere a rosolare i bocconcini di carne, finché prendono un colore bruno. Togliere la carne dalla casseruola con un cucchiaio forato, buttarci dentro la cipolla e farla dorare a fuoco basso per circa 10 minuti.

2. Cospargere la farina sopra le cipolle, mescolare bene e far cuocere per 1 minuto. Versarci la birra e portare all’ebollizione, mescolando bene per evitare che i pezzettini si attacchino sul fondo della casseruola.

3. Aggiungere la gelatina di ribes, la senape e la foglia di alloro, quindi rimetterci la carne, seguita dalle carote, la pastinaca e i funghi. Coprire la casseruola e passarla al forno. Far cuocere per 2 ore, finché la carne diventa tenera.

4. Poco prima della fine della cottura preparate gli gnocchi. Mettere la farina, qualche condimento e i rametti di prezzemolo nel robot da cucina e tritare tutto per sminuzzare il prezzemolo. Mescolare la ricotta con la salsa di rafano e con il latte e aggiungere tutto nel robot. Impastare finché si ottiene un impasto morbido, aggiungendo del latte se necessario (In mancanza del robot, tritate a mano il prezzemolo, quindi mescolate insieme tutti gli ingredienti in una terrina). Tirate fuori l’impasto su una superficie infarinata, dividetelo in 8 porzioni uguali e formate delle palline.

5. Alzare la temperatura del forno a 180°C. Togliere il coperchio della casseruola, girare e condire a piacimento. Poggiare gli gnocchi sopra la carne e le verdure, senza immergerli. Ricoprire, rimettere al forno e far cuocere per altri 20 minuti. Servire immediatamente.

Suggerimenti:
☻Per comodità, si può preparare in anticipo fino al terzo punto e conservare in frigorifero. Attenzione: prima di aggiungere gli gnocchi riscaldate bene il preparato!

☻Se scegliete di congelare il preparato, congelatelo senza i gnocchi – essi vano preparati poco prima di servirli.

Variazioni:
• Per una pietanza più sofisticata, utilizzate della selvaggina invece del vitello e dei pezzi di rape o delle cipolle decapaggio invece della pastinaca.

• Invece dei portobello si possono utilizzare 200 grami di diversi funghi marroni.

Per 4 porzioni
Tempo di preparazione: 35 minuti
Tempo di cottura: circa 2 ½ ore

Apporto nutrizionale per porzione:
611 di calorie, 19.5 di grassi (6 grami saturi), 38 grami di proteine, 53 grami di carboidrati, 7 grami di fibre

Cozze al vapore con 3 sapori diversi

Le cozze sono semplicissime da cucinare e producono da sole la loro propria salsa di base. Sono facilmente cucinabili al vapore e quando vengono preparate in questo modo rilasciano un brodo saporito considerato da molti buongustai la parte migliore del piatto.

Due chili e mezzo – tre chili di cozze si lavano molto bene sotto abbondante acqua corrente.
Scegliete uno dei seguenti gruppi di sapori:
• Una bottiglia piccola (340 ml) di birra a vostra scelta, 1cipolla affettata, 1 cucchiaio di burro
• 1 tazza di succo d’arancia, 1 cucchiaio di curry in polvere
• 1 tazza di vino a vostra scelta, 1 cucchiaio di senape, 1 cucchiaino di timo essiccato, 1cucchiaio di burro

Lavate le cozze molto bene, rimuovendo quelle aperte.
Secondo la ricetta scelta, versare il liquido e gli altri ingredienti e condimenti in una padella larga con coperchio fisso. Girare per mescolare tutto e portare ad ebollizione lenta su fuoco medio-alto. Aggiungete le cozze e coprite. Agitare ogni tanto la padella e far cuocere per circa 10 minuti, finché le cozze si aprono.

Mettete le cozze in una terrina. Scolate il brodo rimasto per rimuovere i gusci rotti e l’eventuale sabbia rimasta. Servitelo insieme alle cozze e con un sacco di pane da inzuppare nel saporitissimo sugo!

Autore | Simina Stanciu

© RIPRODUZIONE RISERVATA

» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Dai un voto al mio lavoro, per favore.
caricamento...
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Dai un voto al mio lavoro, per favore.
caricamento...

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo dal 2003 al 2008. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Prova anche

Oli Vegetali: Fanno Davvero Bene Alla Salute?

Oli Vegetali: Fanno Davvero Bene Alla Salute?

Newsletter - 100% GRATIS e senza pubblicità!

Rimani aggiornato! Sarò la tua agenda personale, per tenerti in forma ed in salute ogni giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *