© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Salute e Benessere è uno spazio web curato dalla dott.ssa Viola Dante, che pubblica notizie ed approfondimenti su tutto quello che riguarda la salute ed il benessere psicofisico di uomo, donna e bambino. Hai bisogno d'aiuto?  Contattami : viola.dante@email.it o, se la pagina lo prevede, lascia un commento. Ti aiuterò personalmente il prima possibile – Dott.ssa Viola Dante =)
Breve messaggio di benvenuto (clicca qui).
Prima pagina ♥ » Salute » Un Batterio Radioattivo Per Curare Il Cancro Al Pancreas?

Un Batterio Radioattivo Per Curare Il Cancro Al Pancreas?

E’ ancora presto per cantare vittoria ma la notizia sta già correndo a mezzo Web: un gruppo di scienziati americani ha messo a punto una sperimentazione innovativa per la cura del cancro al pancreas.
Una svolta, dunque, in campo medico se si considera che il tumore al pancreas detiene un triste primato: un’elevata percentuale di mortalità.
La tecnica curativa consiste nell’utilizzo del batterio Listeria come veicolo per trasferire l’isotopo radioattivo del renio. Secondo la professoressa Ekaterina Dadachova il renio, infatti, è in grado di emettere una particelle beta particolarmente efficace nel trattamento del cancro.
Il tumore al pancreas è uno dei più pericolosi. Dopo aver preso piede nel corpo, la malattia subdolamente silente, è del tutto asintomatica. Non si sa ancora, con certezza, che cosa provochi questa terribile neoplasia. Il dato sicuro, al momento, è dato dai fattori di rischio (quelli cioè che espongono maggiormente un soggetto alla possibilità di ammalarsi di cancro).
Tra essi ci sono il fumo, l’obesità, il diabete. Le principali avvisaglie del cancro(affaticamento, perdita di appetito e diminuzione consistente di peso, ittero, dolori fortissimi all’altezza dell’addome, urine molto scure) si manifestano solo in stadi avanzati della malattia, quando cioè non c’è più nulla da fare. L’aspettativa di vita va dai 4 agli 8 mesi, salvo casi eccezionali.
Tutto questo, quindi, rende davvero difficile diagnosticare il cancro al pancreas, in tempo.
Per questa ragione, gli esperti americani si sono dati da fare nell’implementare una tecnica efficace contro il tumore.
Il renio ha una “vita” di 17 ore, trascorse le quali viene espulso dal corpo in modo relativamente rapido: in questo modo i possibili effetti collaterali per l’organismo sono ridotti davvero all’osso.

Nel corso dell’esperimento, gli esperti hanno iniettato in un topolino da laboratorio affetto da cancro il batterio con l’isotopo radioattivo, all’interno del peritoneo.
Il trattamento ha previsto diverse fasi: ai primi sette giorni di iniezioni, è seguita un’interruzione di altri sette giorni, al termine dei quali il trattamento è stato prolungato per altri 4 giorni, e poi, dopo altri tre giorni (per un totale di 21 giorni) l’esperimento è stato interrotto.
I risultati hanno dimostrato una diminuzione del numero di cellule danneggiate del 90%, mentre non hanno registrato alcun effetto negativo derivante dall’isotopo.

Anche se il risultato è veramente rivoluzionario, gli scienziati vanno cauti e si astengano da dichiarazioni forti che possono provocare false aspettative.
Gli esperti, infatti, stanno continuando la sperimentazione con dosi di radiazioni maggiori e l’introduzione di altri agenti.

Autore | Marirosa Barbieri

© RIPRODUZIONE RISERVATA

» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Un Batterio Radioattivo Per Curare Il Cancro Al Pancreas?
5 (100%) 6 voto/i
caricamento...
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Un Batterio Radioattivo Per Curare Il Cancro Al Pancreas?
5 (100%) 6 voto/i
caricamento...

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo dal 2003 al 2008. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Prova anche

piercing

Piercing Che Fa Male? Infezioni, Rischi Ed Altri Problemi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *