© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Prima pagina ♥ » Salute » Tumore A Cellule Giganti (GCTB): La FDA Approva Il Farmaco

Tumore A Cellule Giganti (GCTB): La FDA Approva Il Farmaco

Help – aiuto!
»L'articolo è troppo lungo o hai bisogno SUBITO d'aiuto?  Lascia un commento . Clicca qui: ti aiuterò personalmente il prima possibile – Dott.ssa Viola Dante =)

Il farmaco Xgeva (Denosumab) è stato approvato dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti per il trattamento del GCTB (tumore a cellule giganti dell’osso) in adulti e adolescenti: il tumore a cellule giganti è un tumore raro che colpisce in genere gli adulti di età compresa tra i 20 ei 40 anni. Nella maggioranza dei casi, il tumore a cellule giganti rimane localizzato (cioè non si propaga), tuttavia, man mano che cresce distrugge l’osso normale, con conseguente dolore, fratture ossee e una gamma limitata di movimento. Il tumore a cellule giganti può diventare maligno e diffondersi ai polmoni, ma questo è raro. Il Denosumab è un anticorpo monoclonale che si lega alla proteina RANKL, che è essenziale per il mantenimento dell’osso sano.

La Food and Drug Administration ha dichiarato che il farmaco Xgeva è stato approvato per i pazienti con il tumore a cellule giganti resecabile, il che significa che il tumore non può essere rimosso chirurgicamente, quando la chirurgia non è consigliata a causa di un rischio di gravi conseguenze, come ad esempio la perdita di arti. Se non trattato, il tumore a cellule giganti comunemente provoca la distruzione totale delle ossa colpite, con conseguente frattura ossea, articolare erettile, deformità o amputazioni. Il farmaco Xgeva deve essere usato solo in pazienti in cui le ossa sono già maturate.

Il Dottor Richard Pazdur, Direttore dell’Ufficio di ematologia e oncologia della Food and Drug Administration, ha dichiarato in merito: “L’approvazione del farmaco Xgeva offre un’opzione di trattamento necessaria per i pazienti con il tumore a cellule giganti che non sono candidabili per la chirurgia o che altrimenti dovrebbero sottoporsi ad interventi che cambierebbero drasticamente la loro vita“. Il farmaco Xgeva è stato valutato nell’ambito del programma di revisione prioritaria della Food and Drug Administration, che prevede un riesame accelerato di farmaci che offrono importanti progressi nel trattamento, o che sono in grado di fornire una terapia in cui non esiste un trattamento adeguato. Lo XGEVA, essendo un farmaco per il trattamento di una malattia rara, ha ottenuto la designazione. Durante il processo di approvazione, gli esperti della FDA hanno esaminato i dati di due studi clinici che hanno coinvolto 305 pazienti (adulti e adolescenti) a cui era stato diagnosticato il tumore a cellule giganti ricorrente, inoperabile, o quando vi è stato un serio rischio grave dopo chirurgia. I tumori sono stati misurati in 187 sui 305 pazienti: 47 di loro hanno avuto una riduzione delle dimensioni del tumore, dopo tre mesi di trattamento con lo Xgeva e nel corso di un periodo di 20 mesi di follow-up, la ricrescita si è verificato in tre pazienti il ​​cui tumore si era ridotto.

Gli effetti collaterali più comuni associati al trattamento con il farmaco Xgeva includono: artralgia (dolore articolare), affaticamento , mal di testa , mal di schiena , dolore alle estremità e nausea. I più gravi effetti collaterali includono invece: infiammazione o infezione dell’osso (osteomielite) e osteonecrosi (aree di osso senza vitalità). Poiché lo Xgeva può danneggiare il feto, le donne in età fertile devono usare un metodo efficace di contraccezione.

Nel 2010, la Food and Drug Administration ha approvato lo Xgeva nella prevenzione delle fratture quando il cancro si diffonde alle ossa, attualmente lo XGEVA è commercializzato dalla Amgen. Il Dottor Sean E. Harper, vice presidente esecutivo del settore Ricerca e Sviluppo della Amgen, ha dichiarato: “Con l’approvazione della Food and Drug Administration di oggi, la Amgen in grado di offrire una opzione di trattamento necessaria per i pazienti che soffrono di tumore a cellule giganti dell’osso e che non possono essere adeguatamente curate con intervento chirurgico. I progressi nella nostra comprensione della biologia di fondo di questa rara malattia hanno permesso alla Amgen di generare evidenze cliniche convincenti per affrontare le esigenze mediche dei pazienti e dei loro medici”.

Per maggiori informazioni sul farmaco, visitate il sito della Medilexicon: www.medilexicon.com/../xgeva

15 giugno 2013

Autore | Daniela Bortolotti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Dai un voto al mio lavoro, per favore.
caricamento...
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Dai un voto al mio lavoro, per favore.
caricamento...

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo dal 2003 al 2008. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Prova anche

mononucleosi immagine

Mononucleosi in Adulti, Giovani e Bambini: Sintomi, Cura e Rischi in Gravidanza

Newsletter - 100% GRATIS e senza pubblicità!

Rimani aggiornato! Sarò la tua agenda personale, per tenerti in forma ed in salute ogni giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *