© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Prima pagina ♥ » Salute » Le Proteine Del Sangue Possono Segnalare In Anticipo Il Cancro Del Pancreas

Le Proteine Del Sangue Possono Segnalare In Anticipo Il Cancro Del Pancreas

Help – aiuto!
»L'articolo è troppo lungo o hai bisogno SUBITO d'aiuto?  Lascia un commento . Clicca qui: ti aiuterò personalmente il prima possibile – Dott.ssa Viola Dante =)

I ricercatori hanno scoperto una proteina che i tumori pancreatici riversano costantemente nel sangue, offrendo un significativo passo in avanti verso un esame del sangue in grado di fare una diagnosi precoce del cancro mortale.

Gli esperti sono stati cautamente ottimisti circa i risultati, pubblicati online il 24 giugno nella rivista Nature.

Sono necessarie ulteriori ricerche per assicurarsi che qualsiasi esame del sangue in base ai risultati si dimostri utile. E in teoria dovrebbe prima essere usato per monitorare i pazienti che sono stati trattati per un cancro al pancreas, ha detto il ricercatore senior Dr. Raghu Kalluri.

Ma la speranza è che possa eventualmente consentire una diagnosi precoce.

Questo è il “Sacro Graal” nella ricerca sul cancro al pancreas, ha detto Kalluri, cattedra di biologia del cancro al MD Anderson Cancer Center di Houston.

Poche persone con cancro al pancreas oggi sopravvivono, perché raramente viene preso in tempo, quando può essere curato con la chirurgia. I sintomi, che comprendono perdita di peso e ittero, di solito nascono solo dopo che la malattia si è diffusa, ha affermato.

Di tutti gli americani con diagnosi di cancro al pancreas, solo il 7 per cento è ancora in vita cinque anni dopo, dice il National Cancer Institute.

Gli scienziati hanno provato, senza grande successo, a trovare marcatori, o indicatori, per il cancro al pancreas – proteine ​​nel sangue che segnalino costantemente e in maniera specifica la presenza della malattia.

L’indicatore trovato dal team di Kalluri sembra essere migliore di tutti gli altri studiati finora, ha detto il dottor Kenneth Yu, un oncologo che non era coinvolto nella ricerca.

“Questo è davvero impressionante”, ha detto Yu, che tratta e studia il cancro al pancreas al Memorial Sloan-Kettering Cancer Center di New York City. “È raro vedere qualcosa con una sensibilità del 100 per cento e una specificità.”

Yu si riferiva al fatto che tutti i tumori pancreatici analizzati nello studio, provenienti da quasi 250 pazienti, secernevano elevate quantità di indicatore – una proteina chiamata GPC1. Altrettanto importante, la proteina non era rilasciata ad alti livelli dalle cellule non tumorali.

Affinché qualsiasi esame del sangue possa essere utile nel mondo reale, ha detto Yu, esso deve rilevare in modo affidabile tumori pancreatici e avere anche un tasso molto basso di “falsi positivi”.

Kalluri ha detto che il suo team non ha in realtà cercato di trovare un indicatore per il cancro al pancreas. Erano interessati agli esosomi, che sono piccole capsule prodotte da tutte le cellule sane e non – che contengono DNA e altro materiale genetico.

I ricercatori hanno voluto vedere se si potevano distinguere esosomi rilasciati dalle cellule tumorali da quelli secreti dalle cellule non tumorali. Quindi hanno analizzato campioni di sangue di circa 250 pazienti affetti da cancro del pancreas e 32 pazienti con cancro mammario. Per confronto, hanno usato campioni di sangue da donatori sani e piccoli gruppi di persone con altre condizioni, come la pancreatite (infiammazione cronica del pancreas).

Essi hanno scoperto che esosomi da cellule tumorali, ma non altri tipi di cellule, provocavano alti livelli della proteina GPC1.

“Ogni volta che abbiamo identificato esosomi arricchiti di GPC1, potevamo dire che era una cellula tumorale”, ha detto Kalluri.

E mentre alcuni tumori al seno rilasciavano grandi quantità di GPC1, ciò avveniva in tutti i tumori pancreatici – tra cui i tumori in fase iniziale.

Per ragioni che non sono del tutto chiare, ha detto Kalluri, i tumori pancreatici sembrano essere “veramente bravi” a secernere GPC1.

Comunque, il fatto che anche altri tumori rilascino elevate quantità della proteina presenta un potenziale ostacolo, ha affermato Yu.

“Non è specifico per il cancro al pancreas,” ha detto. “Quindi deve essere migliorato. C’è modo di affinare la ricerca per individuare il cancro al pancreas nello specifico?”

E se un tale test sarà disponibile, chi verrà controllato?

“Questa è una buona domanda”, ha detto Yu. Un tipo di approccio, ha osservato, potrebbe essere lo screening per le sole persone con un alto rischio di cancro al pancreas – come le famiglie colpite da una forma ereditaria di cancro.

Ma i fumatori e le persone obese hanno un aumentato rischio di cancro al pancreas, ha notato Kalluri.

Ha detto che queste persone potrebbero potenzialmente essere candidate per un esame del sangue GPC1. Se è positivo, potrebbero fare una risonanza magnetica o TAC per avere le immagini del pancreas.

E anche se il cancro del pancreas non è comune, Yu ha detto che è possibile che un esame del sangue – se è abbastanza buono e conveniente – potrebbe essere utilizzato per lo screening della popolazione generale.

Kalluri ha detto che la tecnologia necessaria per misurare il GPC1 era “piuttosto economica”, e non dovrebbe avere costi proibitivi.

Tuttavia, ha osservato Yu, se fosse necessaria l’analisi genetica per rilevare il cancro al pancreas, nello specifico, sarebbe molto più complesso e costoso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Le Proteine Del Sangue Possono Segnalare In Anticipo Il Cancro Del Pancreas
5 (100%) 1 voto/i
caricamento...
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Le Proteine Del Sangue Possono Segnalare In Anticipo Il Cancro Del Pancreas
5 (100%) 1 voto/i
caricamento...

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo dal 2003 al 2008. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Prova anche

mononucleosi immagine

Mononucleosi in Adulti, Giovani e Bambini: Sintomi, Cura e Rischi in Gravidanza

Newsletter - 100% GRATIS e senza pubblicità!

Rimani aggiornato! Sarò la tua agenda personale, per tenerti in forma ed in salute ogni giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *