© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Salute e Benessere è uno spazio web curato dalla dott.ssa Viola Dante, che pubblica notizie ed approfondimenti su tutto quello che riguarda la salute ed il benessere psicofisico di uomo, donna e bambino. Hai bisogno d'aiuto?  Contattami : viola.dante@email.it o, se la pagina lo prevede, lascia un commento. Ti aiuterò personalmente il prima possibile – Dott.ssa Viola Dante =)
Breve messaggio di benvenuto (clicca qui).
Prima pagina ♥ » Salute » Gravidanza: I Primi 8 Segnali

Gravidanza: I Primi 8 Segnali

Capita sovente che il ciclo mensile tardi ad arrivare, ma stavolta qualcosa sembra diverso…
Ci sono indizi che suggeriscono qualcosa di nuovo?

Alcune donne notano cambiamenti nel loro livello di energia vitale, nell’umore, o nella misura dei seni, sintomi simili alle classiche sindromi premestruali. Altri segnali però potrebbero cogliere di sorpresa, come un improvviso svenimento, un cambiamento dell’ olfatto, o anche un bisogno più frequente di andare in bagno. Si avvertiranno cambiamenti ormonali, anche prima di fare il test di gravidanza e rendersene conto “ufficialmente”.

1. Crescita dei seni

Uno dei primi segni è spesso avere i seni doloranti, che possono diventare più grandi e più pesanti. Si potrebbe anche notare l’ inscurirsi e un accrescimento dell’area intorno al capezzolo.
“La maggior parte dei sintomi della gravidanza, tra cui i cambiamenti ai seni, sono legati a crescenti livelli di progesterone”, sostiene la Dr.ssa Treesa McLean, ostetrica. Un altro motivo per cui il seno potrebbe gonfiarsi è il fatto che corpo trattiene più acqua durante la gravidanza, provocando quindi la fastidiosa sensazione di gonfiore.
Un buon consiglio è quello di indossare un buon reggiseno di supporto, soprattutto durante il giorno.

2. – Stanchezza

“Le donne che non hanno mai fatto i classici “pisolini”, spesso cominciano ad averne bisogno, durante il primo trimestre”, afferma Jeanne A. Conry, dottoressa ricercatrice. Il motivo è sempre nella crescita del livello di progesterone, che provoca stanchezza.
“Si può sperare in una sferzata di energia nel secondo trimestre”, continua, “ma è molto probabile che si continui ad avere sensazione di spossatezza”. La cosa migliore da fare è riposare: andare a letto prima e concedersi quanti più riposini possibile.

3. – Cambiamenti d’ umore

Sono quegli stessi cambiamenti ormonali che condizionano gli stati emotivi durante il ciclo mensile a condizionarli anche durante la gravidanza precoce.
Inoltre, una volta che si sa di essere incinta, si potrebbe soffrire di un forte stress per l’idea di diventare genitore. “Anche se il figlio è stato voluto questo non vuol dire che non ci si possa spaventare”, sostiene la Dott.ssa Conry. “Vediamo il test di gravidanza positivo: ci rendiamo conto in un momento di avere la responsabilità della vita del bambino e che il resto della nostra vita ne verrà condizionato”.
“La fatica e la fame possono causare sbalzi d’umore in peggio” aggiunge la McLean, “quindi cercate di trovare il tempo per riposare e fare piccoli snack durante il giorno”.
“È molto probabile che le cose migliorino tra la quattordicesima e la sedicesima settimana”, sostiene la Dott.ssa Conry. Se ciò non dovesse accadere, è opportuno parlarne con l’ostetrica, che potrebbe raccomandare uno specialista per fornire sostegno attraverso la gravidanza, e anche dopo.

4. – Sensazione di stordimento

“Alcune donne avvertono molti capogiri o vertigini durante la fase iniziale della gravidanza. Alcune hanno anche svenimenti. Potrebbero essere gli ormoni, oppure una bassa pressione sanguigna”, sostiene la McLean, “consultate il vostro medico o l’ostetrica per avere una migliore idea di quello che sta succedendo. Se il livello della glicemia è basso, provate a mangiare piccoli pasti più spesso durante il giorno”. Anche in questo caso, per molte donne, quelle sgradevoli sensazioni migliorano dopo il primo trimestre.

5. – Nausea e vomito

“Sono sintomi che potrebbero iniziare presto, anche se di solito non prima, in genere, della settima, ottava, nona settimana”, spiega la Dott.ssa Conry. “Piccoli e frequenti pasti ricchi di proteine possono aiutare a controllare il vostro stomaco a disagio. Aiuta molto anche cercare di rimanere sempre correttamente idratate”.
Per aiutare i fluidi ad “andare giù” più facilmente, la McLean suggerisce di aggiungere fette di cetriolo o fragole all’acqua. Sono ottimi il succo di frutta diluito, il the allo zenzero, o una tisana che contenga foglie di lampone rosso e ortiche. Il the alla menta può aiutare a combattere la nausea, ma può altresì causare bruciore di stomaco, un altro sintomo comune della gravidanza.
Uno spuntino prima di dormire, come un piccolo pezzo di formaggio e alcune noci, può aiutare a stabilizzare la glicemia durante la notte in modo da non svegliarsi di continuo sentendosi molto male.
La nausea di solito scompare dopo 12 settimane, anche se in alcuni casi potrebbe perdurare fino alla sedicesima, o addirittura non andar via per tutta la durata della gravidanza. “È opportuno consultare il medico o l’ostetrica se il vomito non da tregua o si sta perdendo peso”, dice la McLean. Ci sono farmaci che possono aiutare a gestire meglio la situazione.

6. – Essere disgustate da cibi o odori specifici

Non si riesce a sopportare l’odore – e tanto meno il gusto – di alcuni alimenti? Alcune donne trovano che uno dei loro primi segni della gravidanza è un elevato senso dell’olfatto: odori e profumi che prima erano gradevoli ora sono assolutamente nauseanti. Altre donne sviluppano un sapore strano in bocca che non passa.
Se interi gruppi di alimenti rimangono letteralmente fuori dalla tavola, perché non si riesce più nemmeno a sopportarne l’odore, non è il caso di preoccuparsi per il bambino. “Il bambino è molto bravo ad assorbire le sostanze nutritive dalla mamma in questa fase, ed è la mamma che soffre, non il feto”, conferma la Dott.ssa Conry.
È molto utile assumere vitamine prenatali per assicurarsi di ricevere nutrienti e acido folico, che sono necessari per prevenire alcuni difetti della nascita, come anche bere molti liquidi. Evitare di rimanere disidratate può aiutare a perdere il senso di disgusto, soprattutto nel secondo trimestre.

7. – Urinare spesso

I reni devono elaborare più urine durante la gravidanza. Inoltre, l’utero esercita una pressione sempre più grande sulla vescica. Il risultato sono un sacco di “viaggi” al bagno.
“Alcune donne che non sanno di essere in stato di gravidanza pensano di avere una infezione della vescica,” afferma la Dott.ssa Conry.
“Dover alzarsi nel cuore della notte per fare pipì può essere fastidioso, ma non bisogna assolutamente calare l’assunzione di liquidi”, ricorda la McLean. Sono necessari sempre molti liquidi per mantenere abbastanza acqua nel vostro corpo.

8. – Perdite e crampi

Avere crampi o qualche perdita di sangue, anche se un po’ prima di quanto ci si possa aspettare, può essere un segno che l’ovulo fecondato è sempre collegato con l’utero.
Anche un sanguinamento che continua, nella sesta o settima settimana, può essere normale. “A quel punto”, spiega la Dott.ssa Conry, “chiedete al medico di farvi fare una ecografia per assicurarvi che il bambino si stia sviluppando normalmente”.

Autore | Daniela Bortolotti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Gravidanza: I Primi 8 Segnali
5 (100%) 3 voto/i
caricamento...
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Gravidanza: I Primi 8 Segnali
5 (100%) 3 voto/i
caricamento...

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo dal 2003 al 2008. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Prova anche

obesità

Obesità, Dalla A Alla Z. Scopri Se Sei A Rischio e Come Intervenire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *