© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Salute e Benessere è uno spazio web curato dalla dott.ssa Viola Dante, che pubblica notizie ed approfondimenti su tutto quello che riguarda la salute ed il benessere psicofisico di uomo, donna e bambino. Hai bisogno d'aiuto?  Contattami : viola.dante@email.it o, se la pagina lo prevede, lascia un commento. Ti aiuterò personalmente il prima possibile – Dott.ssa Viola Dante =)
Breve messaggio di benvenuto (clicca qui).
Prima pagina ♥ » Salute » Gemmoterapia: Tutti I Benefici Naturali Di Semi E Germogli

Gemmoterapia: Tutti I Benefici Naturali Di Semi E Germogli

Federica Borghi – I gemmoderivati sono gli elementi naturali che vengono utilizzati in quella che è chiamata “Gemmoterapia“.

Cugina dell’omeopatia, a cui si ispira per i suoi principi, e figlia della fitoterapia classica la Gemmoterapia si differenzia da loro per l’uso dei principi attivi contenuti non nella pianta allo stato adulto ma allo stato embrionale, cioè in fase di accrescimento.

Il medico belga Pol Hanry infatti intui’, e poi verificò, che all’interno delle parti più giovani, più delicate e fragili della pianta esistevano delle sostanze attive differenti da quelle contenute nella parte adulta, sia in termini di quantità che di qualità.
Per cui, mentre nella fitoterapia classica sono utilizzati foglie, fiori, cortecce e radici raccolti a crescita ultimata, nella gemmoterapia vengono usati i germogli e le gemme che stanno emergendo, i semi e gli amenti strettamente legati alla riproduzione, le radici giovani e le loro cortecce e in alcuni casi anche la linfa.

Il tempo della raccolta (detto anche tempo “balsamico”) e’ diverso a seconda della parte della pianta da utilizzare: di prassi le parti presenti sottoterra come le radici vengono raccolte in autunno, nel momento in cui sono maggiormente presenti le sostanze nutritive, mentre le parti aeree, i germogli e gli steli vengono raccolti durante la primavera.

Una volta ultimata la raccolta delle parti giovani e delicate della pianta, si procede a triturarle e a macerarle per 21 giorni in un composto formato da alcool (dai 45° ai 65°) e glicerina.
(Questa procedura è il motivo per cui i gemmoderivati sono chiamati anche macerati glicerici o glicerinati.)

Al termine del periodo di macerazione si procede alla decantazione, alla spremitura del residuo solido e al filtraggio.

Il gemmoderivato cosi’ ottenuto viene successivamente diluito, in gergo tecnico, alla 1 DH (alla prima decimale) cioè una parte di macerato viene diluito in nove parti di soluzione conservante composta dal 50% di glicerina, 30% di alcool etilico e 20% di acqua.

Ciò che rende i gemmoderivati davvero unici e speciali per la nostra salute è la profonda ed efficace azione disintossicante e drenante che esercitano sul nostro corpo.

Non apportano energia, non curano il dolore, non rimarginano le ferite ma stimolano in maniera completa il nostro corpo per eliminare ad esempio i metalli pesanti delle acque che beviamo o i conservanti o i coloranti che assumiamo con i cibi o ancora le sostanze chimiche o tossiche con cui possiamo venire a contatto oppure i residui di farmaci che circolano nel nostro sangue.

Il gemmoderivato depura completamente non solo i classici organi emuntori (cioè quelli che ci aiutano ad eliminare scorie e tossine come i reni, il fegato, l’intestino e i polmoni) ma la loro azione si estende a tutti gli organi in quanto ogni rimedio glicerico ha una propria area d’azione.

I gemmoderivati sono tantissimi per cui cercherò di riportarvi le indicazioni terapeutiche specifiche di alcuni di loro:

Abete bianco: agisce sui problemi legati all’apparato scheletrico come l’osteoporosi, aiuta a fissare il calcio alle ossa.
Agnocasto: è utile per la funzionalità del ciclo femminile.
Alloro: agisce sulle infiammazioni dei tessuti connettivi accompagnati da edemi e infiammazioni.
Avena: agisce sulle funzionalità della tiroide.
Betulla: aiuta a ridurre il colesterolo, è depurativo e diuretico.
Biancospino: regolarizza la fisiologia cardiocircolatoria, aiuta nelle tachicardie e aritmie.
Brugo: attivo sulle vie urinarie, drenante e antisettico.
Buddleja: interessa le mucose respiratorie, soprattutto in presenza di stati infiammatori e irritativi dovuti ad allergie.
Caprifoglio: agisce sugli stati infiammatori legati al fegato.
Castagno: agisce sui vasi linfatici, decongestiona i tessuti con varici ed edemi.
Cedro del Libano: interessa le irritazioni cutanee come gli eczemi.
Corbezzolo: agisce sul microcircolo, regolarizza la pressione dei piccoli vasi sanguigni.
Eucalipto: interessa l’apparato digerente e gli stati infiammatori delle mucose gastriche.
Faggio: agisce sul drenaggio renale.
Fico (ottenuto dalle radichette): agisce sulla fisiologia dell’intestino, ne regolarizza i ritmi.
Frassino (ottenuto dai semi): agisce sull’apparato riproduttore, aumenta la fertilità.
Ginepro: stimola le funzioni epatiche del fegato.
Ippocastano: drenante venoso, aiuta nelle congestioni del torrente circolatorio.
Lampone: agisce sul ciclo femminile e sulla sindrome premestruale.
Limone: interessa l’apparato circolatorio sanguigno, fluidifica il sangue ed è anticoagulante.
Mirto: agisce sulla funzione vascolare, regolarizza la pressione arteriosa.
Olivello spinoso: stimola una risposta immunitaria, soprattutto in convalescenza.
Olivo: è un protettore vascolare e coronarico.
Olmo: interessa stati allergici o infiammatori a carico delle ghiandole sebacee della pelle.
Ontano nero o comune: regolarizza il transito intestinale.
Ribes nero: favorisce le funzionalità fisiologiche surrenali.
Salice (ottenuto dalle gemme): calma il sistema nervoso.
Salice (ottenuto dalla linfa): interessa l’apparato visivo, antidegenerativo oculare.
Tiglio: interviene sull’apparato nervoso, sedativo e ansiolitico.
Vite vinifera: agisce sugli stati infiammatori delle articolazioni, interviene su artriti, artrosi e reumatismi.

Autore | Federica Borghi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Gemmoterapia: Tutti I Benefici Naturali Di Semi E Germogli
5 (100%) 3 voto/i
caricamento...
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
Gemmoterapia: Tutti I Benefici Naturali Di Semi E Germogli
5 (100%) 3 voto/i
caricamento...

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo dal 2003 al 2008. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Prova anche

piercing

Piercing Che Fa Male? Infezioni, Rischi Ed Altri Problemi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *