© Tutti i diritti riservati e della Proprietà di salute-e-benessere.org

Prima pagina ♥ » Benessere » L’Olio Di Equiseto: Eccellente Remineralizzante

L’Olio Di Equiseto: Eccellente Remineralizzante

Continuando la nostra rassegna sugli oleoliti, oggi andremo a scoprire i grandi benefici che apporta l’olio di equiseto, il più ricco in oligoelementi tra Gli oli vegetali. In effetti, proprio per il suo elevato contenuto in sali minerali, questa straordinaria pianta è nota anche come argilla vegetale. L’equiseto (Equisetum Arvense), noto anche col nome di “coda cavallina” è una pianta dalla struttura molto semplice che si riproduce per sporulazione (è l’unica sopravvissuta delle felci primitive dopo il Giurassico), ma vanta una tradizione d’uso millenaria nella medicina in molte culture.

Estratto mediante macerazione (vedi: Con la macerazione è possibile ottenere diversi prodotti) dai cauli della pianta essiccati, l’olio di equiseto sfoggia un contenuto di oligoelementi corrispondente a circa il 20%, con abbondanza di sali di potassio, calcio, magnesio, manganese e alluminio. Importante anche la percentuale di acido silicico (fino al 7%). Inoltre, contiene gliceridi degli acidi grassi (linoleico, oleico) steroli, flavonoidi e acidi organici (vitamina C, acido ossalico, acido malico, acido cinnamico).

Preparare l’olio di equiseto in casa è estremamente semplice. In erboristeria si possono acquistate i cauli essiccati, altrimenti a fine giugno si può fare una bella passeggiata in campagna seguendo corsi d’acqua e canali per raccogliere (vedi: Il tempo balsamico e la raccolta delle piante) la quantità di equiseto che ci occorre. Dopodichè, lo si prepara e si mette a essiccare (vedi: L’essiccazione delle piante officinali). Quando i cauli sono ben essiccati vanno posti a macerare (vedi: La macerazione: cenni generali) in olio extravergine d’oliva in proporzione 1 a 6 – per esempio, 50 gr. di equiseto in 300 ml. di olio – per 6 settimane in un recipiente di vetro scuro in un luogo fresco e al riparo dalla luce, senza dimenticare di agitare la preparazione ogni due o tre giorni. Trascorso questo periodo, il nostro olio è pronto per essere filtrato.

Le molte proprietà dell’equiseto sono un valido rimedio per molti disturbi. In medicina omeopatica viene prescritto per i suoi effetti diuretici e depurativi.
Ha proprietà remineralizzanti che vengono sfruttate nella terapia di problemi ossei e per rinvigorire unghie e capelli delicati, emostatiche e cicatrizzanti.
L’olio di equiseto applicato sulla pelle la rende liscia, luminosa, tonica e vellutata. Ripristina l’equilibrio del naturale mantello idrolipidico cutaneo, produce effetti elasticizzanti e rassodanti, e contrasta rughe, smagliature e cellulite.
Efficace nel trattamento dell’acne e delle pelli grasse, grazie all’elevato contenuto di silice, l’olio di equiseto è un ottimo prodotto naturale per il peeling.

Autore | Dott.ssa Eleonora Elez

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l’Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo.
Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *